In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | Regionale

Tutto sula 9a giornata del campionato di promozione

Gironi A e B

07/12/2017


Tutto sula 9a giornata del campionato di promozione

GIRONE A – 9^

 

 

SALSOMAGGIORE CITY 63

WEST ROSTA NUOVA 56

Salso City: Canali 11, Ziliotti 9, Aimi, Rattotti 5, Cigala 2, Besagni 2, Lettieri 11, Folli 8, Usai 5, Maccini 10. All: Antonicelli.

Rosta: Razzini 7, Riascos Cabeza 2, Tassoni 9, Baroni, Arata 11, Pezzuto, De Olivera 21, Fajeti, Zagorneanu 4, Margaria.

Arbitri: Imperatore e Fichera.

Parziali: 20-14, 34-26, 45-41.

Mvp del match: Canali

 

 

NUOVA CUPOLA 55

EXPRESS DUCALE MAGIK 43

Nuova Cupola: Chesi 3, Buttarelli 5, Iotti F. 7, Libertini 5, Cuda, Buzzigoli 11, Pedroni 2, Setti 9, Iotti D. 6, Giurola, Lasagni 5. All. Sfondrini.

Ducale: Faveri 4, Pergetti 5, Bertolini 2, Cappelletti 4, Frazzi, Giorgi 15, Resurreccion 2, Tinelli 3, Pezzani, Allodi 2, Berlinguer 6. All. Raffin-Quintavalla.

Arbitri: Trivini Bellini e Gallo.

Parziali: 13-9, 27-20, 35-34.

Express → Seconda trasferta consecutiva a Reggio Emilia ma questa volta l'Express Ducale non porta a casa i due punti, uscendo sconfitta per 53 a 43 dalla Nuova Cupola. Partita non bellissima, giocata su un campo molto stretto e scivoloso che di certo non ha giovato alla spettacolarità del match. Express che si presenta con un quintetto iniziale "under 21" e che sembra entrare bene in partita con il 2+1 di Tinelli ma Nuova Cupola risponde e si riporta avanti sfruttando la fisicità di Libertini e Iotti e i tagli di capitan Buzzegoli mentre in difesa la zona 2-3 molto chiusa mette in difficoltà la Ducale che fatica a trovare spazi. Il primo quarto termina 13 a 9 per i padroni di casa che nel secondo continuano a riempire l'area in difesa con coach Sfrondini preoccupato principalmente di non far correre la Ducale. L'Express dal canto suo prova a ricucire con il press a tutto campo che frutta qualche palla recuperata con Pergetti e Resurreccion ma, complice qualche errore in contropiede, non riesce nel riaggancio con i padroni di casa che, al contrario, si allontanano grazie alle conclusioni dall'arco di Buzzegoli. Nel finale di tempo Faveri infila due bei canestri consecutivi che servono a limitare il vantaggio dei reggiani sul 27 a 20 all'intervallo lungo. Si riparte e nel terzo quarto si vede un'Express convinta che finalmente riesce a correre meglio il campo con Giorgi che colpisce a ripetizione e consente di rientrare sul -1 all'ultima pausa. A questo punto sale in cattedra il lungo classe '98 Berlinguer che fa la voce grossa nel pitturato e ridà il vantaggio agli ospiti. Da quel momento però Nuova Cupola si chiude ancora di più con l'Express che si affida esclusivamente al tiro da fuori ma con pessime percentuali. Il punteggio rimane comunque in equilibrio ma la partita si fa più caotica, i contatti sotto canestro più duri ed il nervosismo sale: a farne le spese Iotti e Libertini, entrambi espulsi. La Ducale purtroppo non approfitta dei tanti liberi e nel finale Nuova Cupola la chiude dalla lunetta. Ora testa al prossimo appuntamento di domenica 10 alle 20 al PalaMagik contro Vico: servirà una prestazione maiuscola per ritornare alla vittoria.

Mvp del match: Buzzigoli

 

VICO BASKET 55

LASEMILIA PLANET BASKET 59

Vico: Zambelli 4, Caggiati 9, Baratta, Iannotta 2, Quattrocchi n.e., Guerra 6, Bozzetto 2, Asta S. 14, Mastroberardino, Rastelli 4, Asta G. 9, Cristini 5. All. Caggiati, Ass. Malato.

Planet: Franchini 14, Ruozzi 7, Martinelli 8, Giublesi 8, Manuto 7, Gianferrari 4, Modica 6, Rosi 3, Paschetta 1, Servidei 1, Cavaglieri, Centofanti. All. Manuto.

Arbitri: Riccardi e Imperatore.

Parziali: 14-15, 20-28, 38-46.

Vico → Brutta sconfitta tra le mura amiche per un Vico che non trova mai la quadra contro una Planet solida, esperta e cinica. Avvio come sempre in affanno per i ragazzi di coach Caggiati che subiscono la fisicità avversaria soprattutto a rimbalzo dove gli ospiti dominano, e grazie alle seconde soluzioni allungano già nel secondo quarto chiudendo alla pausa lunga in vantaggio 20-28. Nonostante i galletti fatichino a trovare soluzioni d’ attacco alla ripresa del terzo quarto e a limitare le incursioni di un ottimo Franchini, riescono comunque a rimanere in scia dei parmigiani ospiti, che non ne approfittano ma rimangono a soli 8 punti di distanza prima del rush finale dell’ultimo quarto. Vico finalmente si sveglia, aumenta di intensità e grazie a qualche pallone rubato riesce a rosicchiare un po’ di punti fino al meno 2 a 3 minuti dalla fine. Ma la Planet ha giocatori esperti che gestiscono al meglio i palloni (e gli arbitri) nel finale, regalando poco o niente, e complice lo 0/4 (percentuali horror per tutta la squadra Vico) dalla linea della carità di Cristini a un minuto dalla fine, Vico è costretta ad alzare le mani e arrendersi alla meritata vittoria della formazione ospite. Mvp: Franchini. Arbitri: Riccardi (2 stelle), Imperatore (2 stelle).

Mvp del match: Franchini

Coppia Arbitrale: Riccardi

Imperatore

 

 

CRAVATTIFICIO CONTI 49

CUS PARMA 54

Basketreggio: Ward, Chiesi 2, Monti 5, Boselli 16, Morabito, Camurri 10, Morelli, Francia, Costantino 5, Vioni 2, Ongarini 9, Tirelli. All. Boni.

CUS: Tognazzi 16, Turia 3, Pattini 1, Bettera , Sgorbati 7, Carretta 8, Marzo , Maffini , Cervi 6, Petizol 3, Cormacchione 4, Bellicchi 6. All. Marcucci.

Arbitri: Sidoli e Stachezzini.

Parziali: 9-11, 24-28, 37-44.

Cravattificio Conti → E’ mancato un soffio al BR Cravattificio Conti di coach Boni per fermare la marcia, finora trionfale, del Cus Parma: al termine di una partita un po’ avara di canestri ma non certo di agonismo e suspence, i parmiggiani di coach Marcucci hanno avuto infatti la meglio alla “Cassala” per 54 a 49. Pronti-via e che la partita sia tirata si capisce fin dalle prime batture: a Camurri risponde il forte pivot ospite Cervi (ben contenuto per altro da Costantino) ma il canestro sembra un miraggio, merito anche (oltre che delle scarse percentuali al tiro) delle ottime difese che fanno di tutto per non concedere alcunchè agli attacchi avversari. Dalla panchina per via delle rotazioni escono Ongarini e Boselli (sicuramente il migliore per i reggiani) oltre a Ward (un ritorno) e Tirelli per fari rifiatare i vari Morelli e Morabito: 9 a 11 al primo minibreak.

Sulla falsariga del tempo precedente le due squadre ribattono colpo su colpo con Costantino, un encomiabile e sofferente Vioni (veramente in condizioni fisiche precarie) e Monti da una parte e ancora Cervi, Carretta e Tognazzi (mvp del match) dall’altra. Coach Boni prova anche

l’arma della zona che da in parte i suoi frutti e in parte no, fatto è che si và all’intervallo con il Cus in vantaggio ma il BR ampiamente in partita: 24-28. L’uscita dagli spogliatoi non è certo dei migliori per coach Boni che resta all’usciutto per diversi minuti prima che Camurri e Ongarini suonino la carica, ben emulati da Boselli e Chiesi. Ma Bellicchi e Cornacchione, esperti entrambi, permetto al Cus di mantenere sempre qualche punto di distacco e si va all’ultimo mini intervallo sul massimo vantaggio esterno 37-44. Nell’ultimo parziale sale in cattedra Tognazzi per gli ospiti che sembra guidare i suoi ad avere quelle lunghezze di relativa sicurezza per fare propria la partita. Evidentemente però la classe e l’esperienza prima di Ongarini e poi di Boselli non è d’accordo: il play del BR con due bombe, intervallate da quella del sempreverde Camurri, permettono ai locali di ritornare in partita e di avere la possibilità di impattare il match: su un eroico rimbalzo di Camurri però il tiro successivo dalla lunga distanza di Ongarini (per altro posizionato ottimamente) è fermato solo dal suo malleolo per una beffarda infrazione di passi: finisce 49-54 sui liberi della staffa sempre di Tognazzi. Per il Cus l’ennesima conferma, per il BR di coach Boni….pure: la conferma che l’animus pugnandi è proprio quello giusto…Mvp: Tognazzi. Arbitri: Sidoli * * * Stachezzini * * * *.

Mvp del match: Tognazzi

Coppia Arbitrale: Sidoli

Stachezzini

 

 

GELSO 69

SANT’ILARIO BASKETVOLLEY 59

Gelso: Acosta 9, Cervi 12, Torreggiani 11, Bigi 10, Bochicchio, Ferrarini 4, Vaiani 2, Gramoli 3, Mareggini 6, De Vecchi 6, Pedrazzi 6. All. Iotti.

Sant’Ilario: Setti M. 2, Cervi 11, Reggiani 14, Bertolini 6, Amponsah 4, Setti P. 1, Rosi 2, Micucci 6, Razzoli 3, Fava 4, Guasti 6, Gianotti. All. Ferrari Giovanni.

Arbitri: Morini e Giovanoli.

Gelso → MVP: Cervi Matteo.

Sant’Ilario → Altra sconfitta esterna per la squadra di Sant'Ilario. Come spesso succede, all'intervallo sono già 9 i punti di svantaggio, contro una squadra esperta e solida come il gelso. Poi meglio i restanti due quarti, in equilibrio, ma non bastano per ribaltare a proprio favore la partita. Infatti il Gelso segna poco dal campo, ma riesce dalla lunetta a tenere a distanza la squadra di Micucci e compagni, che con poca lucidità commettono falli inutili a ripetizione, favorendo così la squadra di casa che dalla lunetta non sbaglia mai, alla fine saranno ben 25 i punti da tiro libero. SBV deve migliorare approccio alle gare, e continuare il cammino di crescita rapidamente, perché la classifica è molto corta, e bisogna quindi ritornare alla vittoria al più presto. Torneranno anche in forma certamente capitan Micucci e la colonna Michele Setti, nelle ultime uscite un po' appannati.

Mvp del match: Cervi

 

 

ARTARREDO BORGOTARO 64

VIRTUS PONTEDELLOLIO 70

Artarredo: Giraud 12, Verti 6, Berni 22, Finardi 2, Foschi n.e., Leonardi 11, Gonzato, Baldi 12, Gasparini 2, Beccarelli 0, Chieffi, Oppo, All. De Martino.

Pontedellolio: Bellin 2, Carini 2, Cottini 9, Fellegara 2, Gregori 1, Passalacqua 9, Petkovski 5, Petrov 15, Ponzi 9, Totaro 7, Leondini n.e., All. Lucev.

Arbitri: Cellai, Spocci.

Parziali: 20-16, 37-35, 49-50.

Artarredo → Gran bella partita quella che hanno disputato Artarredo e Pontedellolio al Palaraschi. Le due compagini si sono affrontate a viso aperto e la gara è sempre stata avvincente. Partono forte i ragazzi del duo De Martino-Picelli con Berti e Giraud scatenati nel primo quarto mentre gli uomini di Lucev non riescono ad arginarli nonostante Petrov e Petkovski le tentino di tutte. La prima frazione di gioco si chiude 20 a 16 per l'Artarredo. Nel secondo quarto gli ospiti con un buon Totaro cercano di capovolgere le sorti della gara ma ad un Giraud che si siede in panchina gravato di falli subentra un Baldi che sfodera una delle sue più belle prestazioni trascinando i suoi coadiuvato in attacco dal solito Berni e in difesa da capitan Oppo in ottima forma vero gladiatore sotto i tabelloni. L'Artarredo dà il meglio di se, Gasparini cresce, Chieffi si stà inserendo bene nel gruppo, Beccarelli una garanzia, Gonzato efficace ed il gioco di squadra finalmente ha la meglio. Si va al riposo lungo con i padroni di casa in vantaggio 37 a 33. Al ritorno in campo sembra che l'Artarredo sia rimasta negli spogliatoi, Pontedellolio con Passalacqua e Ponzi ha la meglio, recupera e passa in vantaggio andando sul più quattro. Coach De Martino striglia i suoi, Leonardi e Finardi tengono duro e i Diavolirossi reagiscono chiudendo il tempo in vantaggio 49 a 48. Nell'ultima frazione la Virtus prova ad affondare con un Cottini incontenibile ma per l'Artarredo Verti non vuole mollare e con grande determinazione recupera palle finalizzando così i ragazzi di De Martino questa volta non cedono e riescono a chiudere la gara con una bella vittoria di squadra per 67 a 61. Prossimo impegno in trasferta per l' Artearredo con il Planet Basket mentre per il Pontedellolio impegno in casa con il Salsomaggiore.

Mvp del match: Petrov

 

 

CLASSIFICA 1 CUS Parma 18 2 Lasemilia Planet 14 3 Gelso 10 4 Cravattificio Conti 10 5 Sant’Ilario Basketvolley 8 6 Vico Basket 8 7 Ira Tenax Cortemaggiore 8 8 Virtus Pontedellolio 6 9 Artarredo Borgotaro 6 10 Salsomaggiore City* 6 11 Express Ducale Magik 6 12 Nuova Cupola* 6 13 West Rosta Nuova 0 * una partita in meno

 

 

 

 

 

 

GIRONE B – 8^

MAGRETA 66

SCHIOCCHI BALLERS 76

SPORT CLUB CASINA 66

GAZZE CANOSSA 49

Casina: Penserini 2, Filippi, Bruni, Menechini 2, Vezzosi F. 9, Meglioli 7, Vezzosi M. 2, Mammi, Costi 19, Nasi 14, Benvenuti 11. All. Bellezza.

Canossa: Franzini 4, Fedeli, Bigliardi 16, Fantuzzi 9, De Pietri, Maggiali 9, Tubertini, Chiaffi 1, Villani, Bizzocchi 10, Domenichini, Pignedoli. All. Rubertelli.

Arbitri: Boccia e Bonini.

Parziali: 25-13, 31-28, 48-39.

Mvp del match: Costi

 

 

SCANDIANO 2012 64

PGS SMILE 56

Scandiano: Davolio, Siani 5, Fontanesi, Masoni 4, Iori 4, Vacondio 5, Roncaglia 3, Montanari 16, Caleffi 3, Maioli S. 19, Marani 2, Maioli M. 3. All.Baroni. Ass. Stefani.

Formigine: Macchelli 10, Govi 2, Fogliani 2, Tejeda, Lucchi 11, Bonara 1, Gasparini 13, Lerario 3, Ferioli 3, Jerez ne, Barbieri 5, Catti 6. All. Baldi.

Arbitri: Amedali e Femminella.

Parziali: 14-10, 32-25, 48-35.

Mvp del match: Maioli S.

 

 

RADIOBRUNO CAMPAGNOLA 65

BOIARDO 50

Campagnola: Fregni 11, Pirondini 8, R. Piuca 4, Gelosini 8, Soccetti 11, Sueri 5, M. Rustichelli 2, Carnevali 7, Piccinini 3, Torreggiani 5, Carpi 1. All. Nanetti.

Scandiano: Mattioli, D. Rossi, Incerti 2, Luppi, Bonaccini 14, Stefani, Zanni 2, Ferrari 8, Scalabrini 2, Talami 7, Farioli 5, R. Rossi 10. All. Piatti.

Arbitri: Luca Ghillani di Sant’Ilario D’Enza, Franco Maffezzoli di Bagnolo in Piano.

Parziali: 11-16, 38-28, 51-41.

Radio Bruno → Nell’ottava giornata di campionato la Radio Bruno ospita Boiardo tra le mura domestiche. La squadra di Scandiano parte con maggiore decisione piazzando subito un break 7-2 mentre Campagnola fatica ad ingranare e ad imprimere un ritmo vivace all’incontro. La partita nella sua prima fase sarà infatti caratterizzata da azioni tutt’altro che elettrizzanti ma i padroni di casa riusciranno a strappare un +10 prima della pausa lunga. Nel secondo tempo Campagnola conserva le distanze ritrovando anche un buon gioco grazie al trio Sueri, Soccetti e Fregni, la difesa non si scompone e i padroni di casa chiudono il match 65-50. MVP: Fregni.

Mvp del match: Fregni

 

NUBILARIA BASKET 88

UNIONE SPORTIVA AQUILA 55

Nubilaria: Baracchi A. 15, Gasparini 2, Folloni 9, Bagni 11, Mariani Cerati 20, Bertani Fe. 15, Baracchi M. 6, Rossi 1, Bertani Fi. 3, Beltrami 4, Freddi 2, Bartoli. All. Soliani. Ass. Spaggiari.

Luzzara: Ploia 2, Cagnolati 13, Altomani 1, Folloni 4, Corradini, Pasini 14, Poma G., Mazzola 9, Bush 2, Brioni 4, Ruina 6, Musi. All. Cavalaglio. Ass. Campedelli.

Arbitri: Moratti e Denti.

Parziali: 26-11, 42-20, 69-37.

Nubilaria → Nubilaria sul velluto: con Luzzara è l'ottavo sigillo. Nell'ottava giornata, spalmata su più giorni, va in scena la sfida, ennesimo derby di questo girone, tra Nubilaria e Luzzara. Da una parte i novellaresi intenzionati a continuare la splendida favola che li vede capolisti; dall'altra Luzzara con i suoi giovanissimi reduce da due pesanti stop nel tour de force che la vede impegnata contro le prime. Al via Freddi, uno dei tanti ex di giornata, è subito in quintetto per l'occasione, ma la differenza arriva dagli esterni novellaresi che aprono il campo spesso e volentieri (16-6). Alessio Baracchi e Mattia Folloni spingono il ritmo locale, a cui si oppone la verve di Pasini. Anche la zona ospite, in una giornata non particolarmente brillante al tiro per i padroni di casa, non crea grossi grattacapi ed al 15' il punteggio è un netto +20 (32-12). Nella ripresa Federico Bertani, Bagni ed un Mariani Cerati al piccolo trotto menano le danze fino al massimo vantaggio al 26' (66-30). Novellara a quel punto alza vistosamente il piede dall'acceleratore e gli ospiti, che hanno il pregio di non smettere di lottare, ne approfittano per risalire fino a -23 al 34' con le buone iniziative di Cagnolati e Mazzola (71-48), ma vengono prontamente rimpallati a debita distanza fino alla sirena finale. Per Nubilaria è l'ottavo sigillo in altrettante partite. Per Luzzara, che deve valutare l'infortunio occorso a capitan Altomani, il terzo stop consecutivo ma non sono queste le gare da vincere in ottica salvezza.

Mvp del match: Mariani Cerati

 

REGGIOLO 42

CORREGGIO 56

Correggio: Messori G., Conte L. 14, Valli 3, Manicardi 5, Guardasoni L. 13, Riccò Francesco 4, Rustichelli 15, Sacchi 2, Riccò Federico n.e., Merighi n.e. All. Lodi

Arbitri: Guidi e Politi.

Parziali: 13-16, 21-32, 30-40.

Mvp del match: Conte

 

 

 

CLASSIFICA 1 Nubilaria 16 2 Scandiano 2012 14 3 Correggio 14 4 Radiobruno Campagnola 12 5 Schiocchi Ballers 8 6 Aquila 6 7 Boiardo Scandiano 6 8 Sport Club Casina 4 9 Reggiolo 4 10 Magreta 2 11 PGS Smile 2 12 Gazze Canossa 0

 

 

Simone Rivasi

Ufficio Stampa FIP

Comitato Provinciale RE



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'