In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Professionisti | Lega Pro

Ravenna, è il momento di tornare a fare punti

21/10/2017


Ravenna, è il momento di tornare a fare punti

 

 

Dopo 4 ko di fila, Coppa Italia compresa, i giallorossi hanno bisogno di invertire la tendenza e cercheranno l’impresa contro l’Albinoleffe, in arrivo domani al Benelli

 

Dopo tre sconfitte consecutive (quattro se si aggiunge la partita di Coppa Italia di mercoledì) il Ravenna è arrivato ad un momento cruciale della sua stagione. E nel match di domani (ore 14.30) contro l’Albinoleffe (un solo precedente tra le due squadre che risale all’ultima serie B disputata dai giallorossi, nel 2007/08, con doppia vittoria bergamasca), che chiude il trittico di gare al Benelli in una settimana, la compagine di Antonioli cerca fortissimamente un risultato positivo che dia più slancio e colore alla classifica e che eviti quello che sarebbe un record negativo storico: quattro sconfitte al Benelli nelle prime sei partite giocate in campionato.

“Pensiamo positivo – sottolinea l’allenatore giallorosso, Mauro Antonioli – e cerchiamo di trovare quel risultato che possa cambiare la rotta del nostro campionato e invertire questo momento negativo. Abbiamo bisogno di fare una buona partita sotto il profilo dell’intensità, dell’attenzione, di tante cose, abbiamo bisogno che qualche episodio giri a nostro favore. Abbiamo lavorato tanto in settimana sul campo e nella testa proprio per tornare ad esprimere in pieno quello che abbiamo di buono e che è nelle nostre corde”.

Dopo una falsa partenza (due sconfitte iniziali), l’Albinoleffe, guidato dal tecnico Alvini che al Benelli ha già vinto col Tuttocuoio nella D 2011/12,  ha incasellato 14 punti nelle successive sette partite, con una sola sconfitta (a Bassano) ma anche con una vittoria a tavolino a Modena. Sul campo identico bottino di gol: 8 segnati (come il Ravenna) e 8 subiti (ottava difesa). “L’Albinoleffe è una squadra difficile da affrontare – avverte Antonioli – essendo molto ben organizzata, forte fisicamente, che fa della compattezza e dell’intensità una delle sue armi migliori. Dopo la nostra promozione, è la prima squadra che ho visto, nella prima fase dei playoff, a Padova, e mi fece una grande impressione. Questo non significa che dobbiamo avere paura o che siamo rassegnati, anzi: massimo rispetto per loro come per tutti gli avversari, ma fin qui abbiamo lasciato per strade punti in partite che non meritavamo di perdere. Mettiamo, pertanto, in campo tutto quello che abbiamo;: vorrei fare una partita meno attendista e più coraggiosa”.

Per l’occasione, il tecnico del Ravenna rinnova l’appello ai tifosi. “Fin qui sono stati esemplari e ci hanno dato una grande mano – ammette – ma domani chiedo a loro un ulteriore sforzo; abbiamo bisogno che stiano vicini ai ragazzi, che diano una volta di più il sostegno e il calore che servono in un momento come questo”.

 

Le ultime dal campo Dopo il riposo precauzionale di mercoledì, rientra Papa, che ha smaltito il lieve fastidio muscolare, mentre dopo venti giorni è tornato ad allenarsi col gruppo Barzaghi, che ritorna tra i convocati. Restano scritti nella lista degli assenti Capitanio, Lucarini e Tabacchi.

 

 

Sfilata rosa Nell’intervallo della partita tra Ravenna e Albinoleffe, che sarà diretta da Valerio Maranesi di Ciampino (il 24 gennaio 2016 fischiò l’incredibile rimonta dei giallorossi contro il San Marino da 0-2 a 2-2), assistito da Segat di Pordenone e Miniutti di Maniago, ci sarà la passerella sul terreno di gioco delle ragazze del Ravenna Woman: un’occasione per presentare alla tifoseria l'altra "metà" calcistica della città bizantina, impegnata nel massimo campionato femminile dove, dopo due giornate, occupa l’8° posto con 1 punto.

 

L’elenco dei convocati

 

Portieri: Gallinetta, Venturi.

Difensori: Barzaghi, Ierardi, Lelj, Magrini, Ronchi, Venturini.

Centrocampisti: A. Ballardini, E. Ballardini, Cenci, Papa, Piccoli, Sabba, Selleri.

Attaccanti: Broso, De Sena, Maistrello, Portoghese, Samb Fallou, Severini.

 

Ufficio stampa Ravenna FC 1913

Massimo Montanari




Ravenna vs AlbinoLeffe 0-1

Il Ravenna cade ancora al "Benelli"

22/10/2017


Ravenna vs AlbinoLeffe 0-1

 

 

 

 

La solita disattenzione e il Ravenna aggiorna uno scomodo dato statistico: mai nella sua storia aveva perso 4 gare al Benelli nelle prime sei partite di campionato. L’Albinoleffe sbanca il Benelli come fece nella B 2007/08 e conferma il suo momento felice (17 punti in 8 partite), il Ravenna, che per la terza partita di fila in campionato incassa gol negli ultimi dieci minuti, invece prolunga il suo momento buio: sette ko in dieci partite, tre nell’ultima settimana, e una sola rete messa a segno nelle ultime 4 gare, cinque considerando la Coppa Italia. Eppure il primo tempo di oggi è tra i migliori in assoluto della squadra di Antonioli per intensità, qualità di gioco e interpretazione del match al cospetto di un avversario organizzato e solido, ma quando poi arriva l’occasione manca il tocco vincente. Poi la “punizione” nella ripresa, che costringe i giallorossi a fare i conti con un’altra battuta d’arresto immeritata.

La cronaca del match Alla vigilia mister Antonioli aveva chiesto un Ravenna più aggressivo e viene accontentato. La pressione dei giallorossi, schierati col tridente Samb-De Sena-Severini, sull’Albinoleffe si fa subito sentire e Coser è chiamato ad intervenire già al 2’ e all’8’ su Samb. In mezzo, c’è la risposta dell’Albinoleffe, con un tiro al volo di Gonzi, rintuzzato da Venturi, e un diagonale largo di poco di Sbaffo. Poi c’è il doppio tentativo di De Sena – da applausi la girata la volo all’11’ – che però non inquadra il bersaglio. Il Ravenna insiste nella sua offensiva e al 23’ Severini in percussione centrale smarca al tiro Cenci, su cui Coser fa valere tutta la sua esperienza. Samb chiede un rigore al 28’ per una spinta poderosa ai suoi danni da parte di Zaffagnini, per l’arbitro si può proseguire. Finale di tempo con Gonzi che disegna una parabola perfetta per Kouko, che di testa manda fuori di un niente, e con De Sena, al culmine di una bella azione sull’asse Papa-Samb, anticipato di giustezza in angolo sul primo palo.

La ripresa vede la crescita dell’Albinoleffe che comincia a prendere quota e il calo progressivo dei padroni di casa, che faticano di più nel controllo e nella gestione della palla. Venturi blinda la porta sulla conclusione da posizione defilata di Gonzi al 15’, su Kouko, smarcato al tiro da Giorgione dopo una lunga sgroppata per vie centrali, quattro minuti dopo e soprattutto sulla botta di Kouko, deviata in angolo con l’aiuto della traversa, al 21’. Al quarto tentativo, però, l’Albinoleffe passa: passaggio filtrante di Nichetti, la difesa del Ravenna pasticcia e Sbaffo da centro area scarta il regalo e giustizia i giallorossi.

Gli spogliatoi “Rischiamo di essere ripetitivi nel commento - dice Mauro Antonioli nel dopo gara - e di dire le stesse cose come analisi della gara. I ragazzi hanno fatto una buona partita; soprattutto nel primo tempo ci sono stati impegno, occasioni, più sviluppi di gioco, più trame offensive, abbiamo creato ma purtroppo non siamo riusciti a segnare; nel secondo tempo abbiamo concesso qualcosa a loro, ma ci eravamo sistemati anche con un cambio di modulo, ma nel momento in cui sembrava che la partita potesse andare verso il pareggio, anche se la speranza di vincere c’era sempre, l’abbiamo persa per la solita disattenzione che ci capita da un po’ di tempo a questa parte. Non si può mettere in croce chi fa l’errore individuale perché capita a  tutti i livelli; i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano, in questo momento questo è quello che abbiamo. Siamo delusi e demoralizzati e dobbiamo continuare a lavorare per far cambiare questa situazione”.

 

Il tabellino della partita

 

Ravenna-Albinoleffe 0-1

 

RAVENNA (4-3-3): Venturi; E. Ballardini, Lelj, Ronchi, Venturini; Selleri (17’ st Broso), Papa, Cenci; Samb Fallou, De Sena (35’ st Maistrello), Severini (27’ st Magrini). A disp.: Gallinetta, Barzaghi, Portoghese, A. Ballardini, Ierardi, Sabba, Piccoli. All.: Antonioli.

ALBINOLEFFE (3-5-2): Coser; Zaffagnini, Gavazzi, Mondonico; Gonzi (38’ st Scrosta), Agnello, De Ceglie (31’ st Nichetti), Giorgione, Gelli (31’ st Coppola); Kouko (46’ st Sibilli), Sbaffo. A disp.: Esposito, Gusu, Montella, Ravasio, Cortellini, Zucchetti. All.: Alvini.

ARBITRO: Maranesi di Ciampino.

RETE: 37’ st Sbaffo.

NOTE: Ammoniti: Broso, Scrosta. Spettatori 1100. Angoli: 5-3. Recupero: 1’ e 6’.

 

Ufficio stampa Ravenna FC 1913

Massimo Montanari



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'