Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Giovanili | Allievi

Edelweiss Jolly -Alfonsine

16/01/2018

Edelweiss Jolly -Alfonsine

Mi chiedo perché i genitori non si limitano a fare il loro ruolo e cioè tifare per la propria squadra e non criticare pesantemente sia la prestazione dei ragazzi evidenziando alcuni errori e sopratutto la propria società. Ora la società dovrebbe prendere seri provvedimenti per il danneggiamento dell immagine nei confronti di chi scrive solo stupidate. Evidentemente brucia la sconfitta e non poco. Ora parlo della partita. Partita giocata su un campo pesante (di questi periodi è normale) gara giocata intensamente da entrambe le formazioni, equilibrata con chiare occasioni da gol dell una a dell altra parte con una traversa e un palo colpite da entrambe le compagini. Da segnalare un rigore sbagliato dai padroni di casa (capita anche in serie A). Risultato sbloccato su punizione. Da segnalare un inizio di rissa fra i giocatore a partita finita, forse caricare troppo dagli ospiti convinto di fare risultato. Un plauso va fatto al mister Marco Donati che non ha mai avuto la squadra al completo tra molti infortuni squalifiche e problemi vari, è riuscito a sistemare la squadra cambiando di ruolo all ottanta per cento dei ragazzi. Bravi ragazzi noi saremo sempre al vostro fianco a tifare sia se si vince sia che si perda. Continuate così.

Una precisazione sulla gara Edelweiss Jolly vs Alfonsine

16/01/2018

Una precisazione sulla gara Edelweiss Jolly vs Alfonsine

Una precisazione è giusto farla perché vedo che c’è gente che come sempre si ferma a leggere un episodio e a focalizzarsi su quello invece di prendere tutto il contesto di un commento generale che si limita a raccontare la storia di una partita, senza che per forza ci sia una caccia al colpevole come pensano alcuni.
Tutti (genitori e ragazzi) ricordino sempre che: non si perde solo per un errore del proprio portiere (che magari in un'altra occasione ti ha invece salvato il risultato, come avvenuto proprio domenica, ma lo si dimentica in fretta, soprattutto con i portieri che è il ruolo più difficile per antonomasia) come non si vince solo per un errore del portiere avversario. Non si perde perché l’attaccante ha sbagliato un gol facile o un rigore e non si vince solo perché l’attaccante ha segnato un gol o un rigore. Non si perde per un rigore contro che non c’era e non si vince solo per un rigore a favore che non c’era. Non si perde per un gol in fuorigioco e non si vince solo per un gol in fuorigioco.
Una partita è fatta di tantissimi episodi ed è impossibile che l’errore di uno dei partecipanti decida il risultato finale. Gli errori di tutti fanno parte del gioco (anche quelli dell’arbitro, chi si lamenta per un fuorigioco di un metro non fischiato lo manderei in mezzo al campo ad arbitrare…) e quando si perde, avviene solo perché l’avversario è stato più bravo (magari a volte anche fortunato, succede a tutti prima o poi) e ha fatto almeno un gol in più della propria squadra.
Ricordate che trovare scritti gli errori non è MAI un cercare “il colpevole” perché non esiste nessun colpevole, è solo la cronaca di una partita e il calcio deve essere solo un divertimento, soprattutto a questi livelli.
C'è chi mi ha fatto i complimenti perché non era presente e leggendo il commento gli è sembrato di assistere alla partita, lo scopo dei miei commenti è solo questo. Raccontare la storia della partita. Punto. Chi ci vuole leggere altro sbaglia e mi dispiace per lui.

Edelweiss-Alfonsine 1-0: errori sotto rete, parate, papere e… la mancanza del mister in panchina portano in dote la 4° sconfitta.

15/01/2018

Edelweiss-Alfonsine  1-0: errori sotto rete, parate, papere e… la mancanza del mister in panchina portano in dote la 4° sconfitta.

 

 

Mi scuso subito se il commento è un po’ lungo… avevo parecchie considerazioni da fare…

 

Partita nata sotto una cattiva stella sin dalla settimana a causa di una malattia che ha messo fuori causa mister Soprani, proseguita scoprendo che il vecchio mister Innocenti inviato in sostituzione aveva un tesserino non più in regola e finita con una brutta partita dove l’edelweiss l’ha messa sul piano della grinta agonistica (anche eccessiva) a cui i nostri hanno risposto con la confusione e l’improvvisazione (la mancanza di un mister in panchina si è fatta sentire molto) dove però si è visto di tutto: un palo, una traversa, un paio di miracoli del portiere dell’edelweiss, alcuni errori clamorosi sotto rete e l’errore del portiere dell’Alfonsine da cui è nato l’unico gol della partita. Dall’altra parte: oltre al gol, un rigore sbagliato e un palo: Che sia finita quindi solo 1-0 è veramente incredibile.

 

COMMENTO GIORNATA E FORMAZIONE: Giornata freddina e campo parecchio pesante e sconnesso che portava la palla a fare dei rimbalzi veramente a volte imprevedibili (forse ha anche causato la papera che ha deciso la partita).

 

Mister Innocenti cambia nuovamente la formazione iniziale riproposta però sempre con il solito 4-3-3 del post-Mercuriali che porta inevitabilmente la squadra ad essere sbilanciata, se non perfettamente organizzata. Casali in porta, Bucchi a sinistra, Prezioso e Mariani al centro, Calì a destra. Centrocampo a 3 con Pasi-Mariani-Selva e tridente d’attacco Strocchi-Sibilio-Guerra.

 

CRONACA DELLA PARTITA:

 

Parte subito forte l’Alfonsine che al 2° minuto vede Pasi tirare appena da fuori area con il portiere che effettua una grande parata in volo, non lontano dall’incrocio (e mette subito in chiaro che sarebbe stata dura superarlo).

 

Al 3° però l’Edelweiss risponde subito a sua volta con un tiro da fuori finito, però abbastanza largo.

 

Al 7° Selva lanciato sulla fascia prolunga di tesa per Sibilio che poco dentro l’area dal vertice sinistro cerca di superare il portiere con un pallonetto, ma mette largo di mezzo metro.

 

Al 13° è Strocchi dalla fascia destra a mettere dentro una bella palla tesa su cui Selva non arriva ad intervenire in spaccata per pochissimo.

 

Al 14° è Guerra a far partire un cross al centro leggermente arretrato trovando Manara che tira da fuori, ma la palla viene deviata in angolo. Sul successivo angolo di Pasi è Mariani a colpire di testa ma a mettere fuori di un metro.

 

Al 15° punizione da fuori di Pasi e nuovamente il portiere a dire no togliendo la palla da sotto la traversa. Sul successivo angolo sempre di Pasi è di nuovo Mariani a deviare di testa ma sempre fuori dallo specchio.

 

Al 19° L’Edelweiss si fa di nuovo vivo con tiro da fuori area che però finisce fuori (di poco)dallo specchio della porta difesa da Casali.

 

Al 21° Cross di Bucchi dalla sinistra, sponda di Strocchi dalla destra al centro per Pasi che dal limite fa partire un tiro che il portiere può solo guardare, ma questa volta è il palo a salvarlo.

 

Al 24° una mischia nel vertice di destra dell’area dell’Alfonsine trova un giocatore dell’Edelweiss girare intorno a Calì che nel girarsi compie un ingenuo sgambetto all’avversario. Rigore giusto che però viene messo appena alto da un giocatore dell’Edelweiss.

 

Al 34° altra punizione di Pasi che costringe il portiere Forlivese alla terza super parata di giornata.

 

Al 38° scambio ripetuto sulla fascia sinistra Selva-Guerra con quest’ultimo che mette in mezzo un bel cross ma nessuno è pronto alla deviazione vincente.

 

Dopo due minuti di recupero finisce un primo tempo con una decisa prevalenza (nelle occasioni) dell’Alfonsine ma a reti inviolate.

 

All’inizio del secondo tempo i primi due cambi: Babini per Casali e Monti per Prezioso (con arretramento di Strocchi a terzino destro e accentramento di Calì). La partita sembra ricominciare da dov’era terminata e già al secondo un contropiede vede Guerra lanciare in profondità sulla sinistra Selva che mette in mezzo un bel cross che viene ribattuto. Pasi ci prova di nuovo da fuori ma stavolta mette largo. Ma è un fuoco di paglia.

 

Al 4° primo brivido vero (rigore a parte) per l’Alfonsine che si fa sorprendere centralmente da un imbucata da metà campo dove Babini compie una bella parata in uscita alla disperata salvando il risultato.

 

Al 6° però una punizione dai 25 metri vede lo stesso Babini farsi putroppo sfuggire la palla dalle mani e l’Edelweiss si porta abbastanza immeritatamente (fino a quel momento), in vantaggio e aumenta l’aggressività nei contrasti (numerosissimi scontri metà dei quali non fischiati da ambo le parti e senza nessun cartellino giallo a calmare gli animi), da quel momento l’Alfonsine va in difficoltà mentale e sembra sparire dal campo .

 

Al 10° un cross dalla destra trova nuovamente Babini incerto (forse anche colpa del fango che gli ha fatto perdere il passo),  la palla attraversa tutta l’area piccola non trovando fortunatamente nessuno pronto alla deviazione.

 

Al 14° nuovo cross pericoloso dalla destra dell’Edelweiss che ancora una volta non trova nessuno pronto alla segnatura a centro area.

 

Al 17° entra Fabbri Luca per Sibilio, al 20° Celli per Manara e al 23° DI Tommaso per Bucchi e passaggio del modulo a un improponibile 3-4-3 con Calì, Mariani e Di tommaso nella linea di difesa.

 

Al 26° angolo di Pasi dalla sinistra, Strocchi mette giù la palla e tira ma la palla finisce fuori di poco.

 

Al 31° l’occasione più ghiotta per pareggiare la partita. Selva scatta sulla sinistra, mette in mezzo per Calì che appoggia a Fabbri che solo, dal discetto del rigore cicca la conclusione che lemme lemme finisce fuori.

 

Al 31° entra Verità al posto di Strocchi e al 35° Melchionda per Guerra

 

Al 39° una Punizione di Pasi ribattuta trova Monti pronto al tiro ma la palla finisce fuori.

 

Al 41° E’ l’Edelweiss a colpire la parte superiore della traversa con una punizione dai 35 metri.

 

Al 46° e ultimo minuto punizione di Pasi da metà campo, testa di Mariani e nuova traversa per l’Alfonsine, segno forse che in questa partita, il miglior attacco del girone non doveva proprio segnare.

 

POSITIVO:  A voler  proprio cercare qualcosa di positivo c’è il fatto che nonostante si sia vista una partita molto confusa e con pochi schemi di gioco (causati probabilmente dall’assenza del mister unita al modulo sempre mal digerito da questa squadra e all’avversario ostico e falloso a cui noi, come sempre, ci adeguiamo) le occasioni per segnare sono state tante e più di quelle di un avversario che, seppure sembrava cercare di giocare la palla maggiormente, ha creato veramente poche occasioni nitide e vinto solo con un colpo di fortuna e deve ringraziare anche la buona sorte (vedi i due pali) e il proprio portiere per alcuni interventi veramente “miracolosi” soprattutto nel primo tempo ma anche nelle numerose uscite provvidenziali.

 

NEGATIVO:  Soprattutto l’assenza di un gioco che tende a sparire quando la partita è molto “agoniistica” ogni volta che si usa questo modulo sbilanciato e che crea voragini in mezzo al campo. Le occasioni sono tante ma quasi sempre create da alcune giocate individuali o lanci lunghi. Poi c’è anche il limite psicologico che viene a galla ogni volta che si va sotto nel risultato, la squadra sembra sparire dal campo e le giocate individuali inutili aumentano.  Ovviamente con il mister in panchina probabilmente queste cose non si sarebbero viste ( o almeno in misura minore) ma quando non c’è un mister in campo, sarebbe bene mettere la squadra con un modulo semplice come il 4-4-2 che i giocatori ormai avevano imparato bene e aveva fruttato molto nelle precedenti 12 partite, perché in questa partita sembravano messi in campo a caso liberi ognuno di fare quello che volevano senza una guida esterna. E la scusa che debbano imparare a giocare con quel modulo in questi casi non regge proprio visto che non c’è nessuno a spiegarglielo, fa solo demoralizzare la squadra.

 

ARBITRO:  Un altro arbitro troppo molle, che sin dal primo minuto non ha fischiato nessuna spinta (da ambo le parti) e che appena sono cominciati i contrasti duri, invece di fischiare un po’ di più e tirare fuori qualche cartellino, ha pensato bene di smettere di fischiare o fischiare un po’ a caso. L’unico cartellino per Mariani è stata per la solita “reazione” a una sbracciata dell’avversario e anche in questo caso i cartellini sarebbero dovuti essere due...

 

CAMPIONATO: Chiudiamo il girone d’andata con un onorevole 4° posto (viste anche le traversie degli ultimi due mesi) e con il terzo ad appena un punto.

 

LA PROSSIMA: Prima giornata di ritorno che vedrà subito la sfida con l’Accademia Rimini che ci ha appena scavalcato in classifica. I ragazzi facciano bene attenzione a ricordare che il 5-1 dell’andata non può essere un risultato indicativo, se oggi ci hanno sorpassato e sono gli unici ad aver battuto il San Marino. Quindi attenzione!

 

Buona fortuna ragazzi.

 

A.J.F.

 

 

P.s. Quest’articolo è un opinione puramente personale di quello che vedo e sento durante la partita. Se qualcuno si sente offeso mi dispiace e non era certo mia intenzione darlo. E’ semplicemente il mio punto di vista personale e tutti possono dire come la pensano. Grazie a tutti per la lettura.

 

Commenti



I commenti dei nostri lettori:


Luciano: 17 gennaio 2018 alle 23:32

Leggere questi articoli fa male al calcio... e ai ragazzi. Non si capisce la nota extra assolutamente volta solo a far sfigurare la propria società e a raccontare problematiche che non hanno alcun interesse verso le altre persone e che trovo decisamente poco corretto nei confronti delle persone che sono parte di una società. Spero che l'Alfonsine prenda seri provvedimenti nei confronti di questa persona e che si disassoci da tanta pura diffamazione con il chiaro scopo di ledere l'immagine delle persone e null'altro

Fai login o registrati per rispondere al commento


PUBBLICITA'

PUBBLICITA'