Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Giovanili | Allievi

Alfonsine – Accademia Rimini calcio 1 – 1 sorpasso fallito.

22/01/2018

Alfonsine – Accademia Rimini calcio 1 – 1 sorpasso fallito.
Giornata soleggiata ma contraddistinta da un fastidioso ventro freddo trasversale (che quindi ha dato fastidio più che altro a noi del pubblico :) )Si gioca nel campo 2 del Brigata Cremona data l’indisponibilità del Bendazzi.
Mister Soprani si è rimesso dalla recente malattia e presenta una nuova formazione iniziale nel classico 4-3-3: Babini in porta, Calì a destra, Mariani e il rientrante Boattini al centro, Bucchi a sinistra. Centrocampo a 3 con Verità, Pasi e Celli, tridente offensivo Strocchi, Sibilio, Monti.
CRONACA DELLA PARTITA:
Alfonsine forse ancora frastornato dalla sconfitta di domenica scorsa visto che l’Accademia comincia forte, e già al 1° minuto, sugli sviluppi di un corner, un giocatore colpisce di testa ma mette abbondantemente fuori. Poi al 6° ha una ghiottissima occasione su una discesa a sinistra che vede la difesa Alfonsinese impreparata, palla in mezzo per un giocatore che sotto misura e in solitudine apre troppo il piatto e mette a lato. Il pericolo risveglia finalmente l’Alfonsine che finalmente comincia a giocare.
Al 9° Verità ci prova da fuori ma il tiro è centrale e la parata è abbastanza semplice.
Al 13° sugli sviluppi di un corner, Pasi appoggia a Calì che mette al centro dove Mariani colpisce di testa ma mette altro.
AL 16° altro corner pericoloso per l’Alfonsine con la palla che danza pericolosamente in area piccola prima di venire calciata via da un difensore.
Al 18° è Monti da destra ad andare al cross trovando Strocchi pronto a colpire di testa dalla parte opposta ma mette fuori.
Al 22° si fa di nuovo viva l’Accademia con un tiro da fuori finito largo un paio di metri.
Al 23° il gol che sblocca la partita, Verità recupera palla in mezzo al campo, Scambio con Sibilio sulla fascia e appena dentro l’area leggermente decentrato sulla sinistra tira in porta scavalcando il portiere. 1-0
Al 27° Sibilio prova a scavlacare con un pallonetto il portiere ma è corto e viene parato.
Al 29° discesa di Cali sulla destra, palla al centro per Sibilio che da ottima posizione mette alto (occasione simile a quella iniziale dell’Accademia).
Al 32° un errore difensivo dell’accedemia regala palla di nuovo a Calì che dal fondo mette di nuovo in mezzo, trova di nuovo Sibilio ben piazzato ma stavolta mette fuori alla destra del portiere.
Al 35° è Celli a scendere sulla destra e mettere in mezzo per il terzo tentativo di SIbilio, forse il più difficile, bella conclusione al volo anche abbastanza angolata ma stavolta è il portiere a compiere un bell’intervento in tuffo e a mettere fuori.
Primo tempo chiuso con uno striminzito(viste le occasioni avute) 1-0
Il secondo tempo riparte con l’Accademia che riparte di nuovo forte pressando alto e al 4° minuto ha una buona occasione con un bel tiro da fuori che finisce a lato di poco.
Al 3° in contropiede l’Accademia spreca un ottima occasione in 4 contro due tentando una conclusione da fuori (finita larga) invece di cercare la penetrazione.
Al 5° le prime sostituzioni: entrano Selva e Manara per Celli e Monti.
Al 6° Bel filtrante di Selva per Strocchi che viene però anticipato da una bella e tempestiva uscita del portiere.
All’ 8° entra Corrado per Babini. Appena riprende il gioco bella discesa di Pasi che dall’incrocio destro tenta un pallonetto lungo che sfiora la traversa.
Al 13° entra Prezioso per Verità
Al 21° altra ghiottissima occasione per chiudere la partita sui piedi di Strocchi la cui conclusione finisce prima sul palo poi sul corpo di un difensore e rimbalza fortunosamente (per i Riminesi) fuori.
Al 24° entra Di Tommaso per SIbilio
Al 26° altra ghiotta occasione in contropiede, Calì recupera palla a centro campo e si invola verso la porta, appena al limite potrebbe scaricare sulla destra su un compagno libero ma preferisce tentare il tiro (comunque da buona posizione) che purtroppo finisce a lato di poco.
Al 27° entra Melchionda per Calì.
Al 28°, come spesso succede nel calcio quando si falliscono troppe occasioni per chiudere la partita, l’Accademia perviene al pareggio. Batti e ribatti pochi metri fuori dall’area dell’Alfonsine e un giocatore dell’Accademia trova il classico “gol della domenica” con un tiro a palombella che finisce a fil di traversa scavalcando Corrado. 1 – 1
Al 31° entra Rossi per Bucchi
Al 35° viene ammonito Strocchi per proteste
Al 37° Pasi appoggia per Rossi che leggermente defilato sulla sinistra dai 10 metri sfiora la traversa.
Al 40° sugli sviluppi di un corner l’Accademia riprova il tiro da fuori ma la palla finisce abbondantemente lontano dalla porta.
AL 41° è di nuovo Pasi a provarci da fuori ma il tiro è di nuovo (anche se di poco) alto.
Al 44° la partita finisce dopo 4 minuti di recupero.
POSITIVO: Si è cominciato a vedere qualche meccanismo di giro palla e giocatori che cercano lo scambio. Visto poi la serie negativa precedente era importante almeno non perdere.
NEGATIVO: Come al solito si finalizzano troppo poco le occasioni che si hanno, un po’ per sfortuna (non passa una partita che non si colpisca almeno un palo) e un po’ per imprecisione sotto porta. Ci sono anche momenti così purtroppo.
ARBITRO: normali errori di gioventù (era molto giovane). Punto di merito: questo dava retta ai guardalinee quando segnalavano la palla fuori, è già molto di questi tempi…

Era uno scontro diretto, eppure, come all’andata è stata una partita tranquilla, agonismo si, ma mai contrasti eccessivamente duri o proteste esagerate che esasperano gli animi, come avvenuto in altre partite. Complimenti alle due squadre per questo. Purtroppo se non si chiudono le partite prima (come avvenuto all’andata) e le si tiene in bilico fino alla fine, può succedere che gli avversari riescano a pareggiare, soprattutto se sei in un periodo dove sembra che giri tutto storto. Poi paghiamo sicuramente il fatto che, oltre al nuovo modulo, il nuovo mister debba fare ora quegli esperimenti che di solito si fanno nel precampionato. Però è un lavoro da fare se si vuole crescere e avere buoni frutti per i tornei primaverili e soprattutto l’anno prossimo quando, se si arriverà come si spera ai gironi regionali, le squadre saranno tutte molto forti.
CAMPIONATO: Il San Marino è ormai “in fuga per la vittoria”. Purtroppo non si è approfittato dello stop casalingo del Pietracuta per accorciare la classifica (e scavalcare l’Accademia) comunque dalla 2° alla 6° è ancora tutto possibile. In coda il Miramare continua la serie positiva racimolando la 5° vittoria in casa del Bagnacavallo, se si togliessero le prime 5 giornate dell’andata sarebbe tra le prime in classifica.
LA PROSSIMA: Vista la serie positiva del Miramare (avversario già ostico all’andata nonostante il periodo per noi positivo e per loro negativo) bisognerà fare molta attenzione.
Buona fortuna ragazzi.
A.J.F.
P.s. Quest’articolo è un opinione puramente personale di quello che vedo e sento durante la partita. Se qualcuno si sente offeso mi dispiace e non era certo mia intenzione farlo. E’ semplicemente il mio punto di vista personale e tutti possono dire come la pensano.



Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'