In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanili | Allievi

Alfonsine – Fya Riccione 1 – 0

21/01/2019


Alfonsine – Fya Riccione 1 – 0

Mattinata fredda e campo Bendazzi nuvoamente in pessime condizioni, perché come sempre basta un po’ di pioggia per renderlo fangoso, partita quindi difficile da gestire visti gli equilibri sempre precari.
Alfonsine di mister Baldini in campo con un solido 4 -4 – 2: Babini in porta, linea di difesa con Calì, Mariani, Bucchi, Rossi, centrocampo con Manara, Celli, Pasi, Selva; duo di punta Monti e Guerra.
Dopo le prime fasi di studio con poche emozioni arriva al quindicesimo la prima occasionissima per l’Alfonsine, Pasi lanciato in contropiede sulla fascia crossa in mezzo, deviazione di Guerra che mette Manara libero di calciare verso la porta dal limite dell’area piccola ma alza troppo il piattone mettendo alto.
Al 24° sugli sviluppi di un calcio d’angolo Mariani insacca ma l’arbitro annulla per aver colpito la palla con la mano (dalla tribuna non si era proprio capito).
Al 25° di nuovo Manara libero dal limite prova la conclusione ma alza di nuovo la mira e pochi minuti dopo ci prova Pasi dalla stessa posizione ma il portiere mette in angolo.
Al 32° poi il gol sembra sicuro ma la palla rimbalza più volte nell’area piccola tra molte gambe ma alla fine viene rinviata.
Al 39° occasionissima per il Fya Riccione (l’univa vera di tutta la partita). Su corner il centravanti si trova libero di colpire di testa sul secondo palo ma Babini si distende e riesce a respingere con un grande intervento, brava poi la difesa a non farsi trovare di nuovo impreparata e rinviare.
Passato il pericolo della beffa il secondo tempo sia pre con l’Alfonsine arrembante che ottiene tanti calci d’angolo e calci piazzati ma continua a faticare a realizzare.
Al 3° Pasi da limite colpisce la traversa vicino all’incrocio con il portiere fermo a guardare.
Al4° Mariani servito sul secondo palo dall’ennesima punizione dalla trequarti apre troppo il piatto e mette a lato.
Al 5° primo cambio di mister Baldini per aumentare la pressione su un Fya in difficoltà, fuori Rossi per il rientrante Sibilio che sostituisce Monti in avanti che scala a fare il terzino.
Al 6° Selva riesce a rientrare presso il vertice sinistro ma il destro viene deviato in calcio d’angolo.
Al 13° Marinai di testa su corner mette di nuovo fuori
Al 14° nuovamente su calcio d’angolo nuovo colpo di testa pericoloso ma rinviato prima che entri in porta.
Al 21° Cumali prende il posto di Manara
Al 23° Sibilio dal limite fa partire un bel tiro ma il portiere è pronto a parare.
Al 29° di nuovo Pasi da fuori inquadra bene lo specchio ma il portiere è di nuovo bravo ad allungarsi e respingere.
Al 30° l’occasione migliore, Sibilio si incunea in area e dal lato destro mette in mezzo superando il portiere in uscita ma Guerra manca la deviazione a porta vuota.
Al 31° nuovo cambio da offensivo per prendere i 3 punti con Fabbri Matteo che prende il posto di Celli e passaggio al 4-3-3 per il forcing finale.
Al 32° la palla danza nell’area piccola ma nessuno riesce a centrare il varco giusto per segnare.
Al 35° Pasi lanciato in contropiede solitario viene platealmente falciato a forbice dall’ultimo difensore prima di entrare in area ma l’arbitro, fiscalissimo per contatti minimi, concede un fallo laterale.
Al 37° finalmente la partita si sblocca dall’ennesima punizione nei pressi della linea di fondo all’altezza del vertice sinistro, parabola alta e sul secondo palo di Pasi che si insacca vicino all’incrocio dei pali. Se fosse un tiro o un cross non è dato saperlo ma in ogni caso ha reso giustizia a una partita che sarebbe dovuta finire con un ben più largo successo e molto condizionata dal campo scivoloso e da un arbitraggio troppo fiscale.
Al 44° la partita finisce senza ulteriori sussulti.
Risultato meritato anche se i ragazzi hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per ottenerlo. Come va di moda dire oggi, secondo “clean sheet” consecutivo, se le difficoltà a concretizzare le tante occasioni create perdurano ormai da tanto tempo, riuscire a mantenere la porta inviolata per due partite di fila è comunque un buon segno, visto che non ci era riuscito neppure nel girone provinciale dove tanti avversari venivano battuti di goleada.
ARBITRO: Decisamente insufficiente (probabilmente un arbitro alle prime armi) non tanto per i presunti errori di valutazione, quanto per il continuo spezzettare la partita con continui fischi per semplici appoggi. Avrà fischiato come minimo un fallo al minuto di media. Già il campo scivoloso rendeva spesso le entrate spigolose e quindi spesso fallose (anche se poi i falli più evidenti non li ha fischiati) se ci si mette a fischiare ogni volta che un giocatore si appoggia semplicemente all’altro a braccia larghe, la partita è sempre ferma e rompe continuamente il ritmo. Qualcuno spero gli spieghi che il calcio è un gioco in cui è previsto anche il contatto ovviamente entro certi limiti. Di positivo c’era che era quasi sempre ben piazzato.
CAMPIONATO: Forlì che grazie al successo di oggi sul Santarcangelo tenta già la fuga solitaria, secondo posto per i nostri ragazzi in coabitazione con Sammaurese e Sanpaimola (che ha battuto con un rotondo 5-0 la Comacchiese) in coda come da previsioni Fya Riccione e Comacchiese.
LA PROSSIMA: Arriva un trittico veramente tosto (ma in questo girone le partite teoricamente facili sono bene poche) domenica prossima in casa della Sammaurese che dopo aver strapazzato la Comacchiese ha strappato un buon pari in casa della quotata Virtus Faenza, poi il Forlì ci farà visita al bendazzi (in quel caso un campo come quello di oggi andrebbe meglio a noi… :P ) infine trasferta in casa della Virtus Faenza. Tre partite toste che ci faranno capire in che zona della classifica potremo stare. Sulla carta difficile poter lottare per uno dei due posti validi per le finali visto che si affrontano squadre più quotate e che ricevono anche innesti da squadre di categoria superiore, ma con la grinta e la forza di gruppo mostrata in queste due prime partite “mai dire mai”. Sicuramente potremmo fare da ago della bilancia per chi in teoria è partita per arrivare alle finali, il Sanpaimola ne sa già qualcosa per esempio.
AMMONITI: Selva, Monti, Guerra.
Andrea Selva
N.b. Ricordo che il presente articolo è un’opinione puramente personale, non pretende di essere una verità assoluta perché nessuna opinione lo è, tanto che se la chiedete a 10 persone che hanno guardato la stessa partita, avrete dieci opinioni diverse, molte volte anche antitetiche.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'