In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

L'uomo della domenica: Nicolò Cesari

29/01/2019


L'uomo della domenica: Nicolò Cesari

 

A tu per tu con Nicolò Cesari, centrocampista del Persiceto 85 classe 1994 vice capitano di questa squadra. In questa stagione, i biancoazzurri sono stati inseriti nel girone B di Promozione e ora si trovano a metà classifica con 3 punti di vantaggio sulla zona playout.

 

Nicolò che differenza vedi tra il girone B e il C?

“Questo girone B è molto complicato, le partite sono tutte molto tirate con squadre difficili da affrontare.

Lo scorso anno il girone C era molto livellato. A parte quelle 3-4 squadre nettamente più forti delle altre, c'era molto equilibrio. La qualità è presente in entrambi i gironi, il B mi sembra molto più fisico.”

 

Cosa vi ha dato il cambio di allenatore?

 

“Il cambio di allenatore ci ha dato la scossa, Casarini lo conoscevamo molto bene in quanto era allenatore della Juniores e preparatore dei portieri e questo ci ha aiutato molto. Probabilmente è servito a farci rendere al meglio, anche se dispiace per Barbieri.”

 

Quali sono, secondo te, le squadre più forti di questo girone?

 

“Sicuramente San Felice, Castellarano e Modenese. Queste tre, insieme alla Pieve sono per me le squadre più forti, quelle con cui abbiamo sofferto di più. Se dovessi fare un pronostico, punterei sul San Felice per la vittoria finale.”

 

Il fatto di essere vice capitano ti porta ad avere una bella responsabilità!

 

“Essere vice capitano è una bella soddisfazione, sono qui da 5 anni e fa piacere aiutare i ragazzi che escono dal settore giovanile. Siamo un gruppo molto affiatato e cerchiamo di aiutare i nuovi ad integrarsi in questo gruppo e in questa categoria. Oltretutto io sono anche di San Giovanni in Persiceto, come alcuni miei compagni e questo è uno stimolo in più.”

 

Qual è il tuo obiettivo personale?

“Detto che l'obiettivo della squadra è la salvezza, poi se dovesse arrivare qualcosa in più come lo scorso anno, lo accetteremmo volentieri, il mio obiettivo è quello di continuare ad essere un elemento importante per la squadra. Spero di poter dare un contributo maggiore anche a livello realizzativo!”

 

 

 

Alessandro Marzocchi



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'