In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Dilettanti | Serie D

Il punto del D...irettore

Di Mirco Mariotti 12/02/2019


Il punto del D...irettore

 

Nulla di nuovo dopo l'ultima giornata del campionato di Serie D. Nel girone D la Pergolettese rimonta lo svantaggio iniziale e surclassa la Vigor Carpaneto, tenendo a distanza il Modena che sistema la pratica Axys Zola nel primo tempo, mentre il pareggio ottenuto allo scadere a Lentigione allontana sempre di più dal vertice la Reggio Audace, a questo punto, salvo clamorosi sviluppi, dalla lotta per la promozione diretta. Nel girone F invece il Cesena vince senza problemi il derby contro il Santarcangelo e mantiene otto punti di vantaggio sul Matelica, vittorioso di misura ad Avezzano. Ma andiamo ad analizzare partita per partita quello che è accaduto sui campi che hanno visto protagoniste le formazioni emilianoromagnole nel campionato di Serie D.

Partiamo dal girone D e dalla sfida del "Voltini" di Crema dove la Pergolettese batte in rimonta per 4-1 la Vigor Carpaneto. I piacentini partono forte, al 3' Rantier, con un tiro-cross dalla destra, scheggia la traversa, ed al 6' passano addirittura in vantaggio sugli sviluppi di un corner dalla destra battuto da Mauri, Mastrototaro tira violentemente dal limite dell'area con la palla, complice la deviazione di Okyere Gullit, che termina in rete. Alla prima occasione, la Pergolettese ottiene il pareggio, esattamente al 20', grazie ad un bella conclusione di Villa che, dal limite dell'area, indovina un tiro a rientrare che infila nel sette alla sinistra di Vagge. I padroni di casa trovano il vantaggio al primo minuto della ripresa, cross dalla sinistra di Morello, Vagge smanaccia, ma di gran carriera sul secondo palo arriva Piras che con un forte rasoterra spedisce la palla in rete. Al 69', sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto dalla destra, è Bortoluz a siglare di testa la terza rete, con la palla che si infila sul primo palo. La quarta rete arriva al 94' con un contropiede finalizzato dal giovane Russo, fortunato nel rimpallo con Vagge, prima di appoggiare la palla nel sacco.
Il Modena batte per 2-0 l'Axys Zola del neomister Roberto Notari e mantiene quattro punti di distacco dal vertice della classifica. Al 12' canarini in vantaggio, splendido assist sulla trequarti di Sansovini per Ferrario che, solo davanti a Melillo, non fallisce l'appuntamento con la rete. Al 21' i gol potrebbero diventare due, ma il tiro di Calamai viene deviato sul palo dal portiere dell'Axys. I bolognesi non sono timidi ed ogni tanto si fanno vedere dalle parti di Piras, ma a raddoppiare è il Modena al 42', cross di Falanelli dalla sinistra per Sansovini che di sinistro manda rasoterra nell'angolino basso alla sinistra di Melillo. Lo stesso Sansovini, ad inizio ripresa, scheggia la traversa con un bel pallonetto, poi al 53' Falanelli interviene energicamente su di un giocatore avversario, il giovane gialloblù si vede sventolare il secondo giallo lasciando il Modena in dieci uomini. L'Axys prende coraggio e cerca di sfruttare la situazione, ma sono i padroni di casa a rendersi pericolosi, al minuto 81 Dierna trova anche la terza segnatura, ma il gol viene annullato per fuorigioco.
Termina 2-2 il derby reggiano del "Levantini" tra Lentigione e Reggio Audace, risultato che allontana i granata dal vertice della classifica. Al 4' la squadra di mister Salmi passa in vantaggio con un eurogol di Bernasconi che dai venti metri manda imparabilmente la palla sotto l'incrocio dei pali alla destra di Rossi. A questo punto entrano in cattedra gli ospiti che agguantano il pareggio al 37', cross dalla destra di Staiti ed imperioso stacco di testa di Zamparo che si infila in rete. Passano pochissimi secondi dal fischio d'inizio della ripresa e Tamagnini dal vertice destro dell'area calcia verso la porta, palla che incoccia il palo opposto difeso da Rossi, un minuto dopo è Zagnoni, stavolta di testa, a sfiorare il gol per i padroni di casa. Al 75' il Lentigione torna in vantaggio, Roma recupera un pallone respinto dalla difesa ospite e spedisce la palla nell'angolino alle spalle di Rossi. Al minuto 82 Rossi salva il risultato deviando sul palo la conclusione di Denti. La Reggio Audace al 91' agguanta il pari con il giovane Bardeggia che raccoglie una sfera arrivata dalle retrovie ed anticipa in uscita Faccioli. In pieno recupero lo stesso Bardeggia manca clamorosamente sotto porta il gol del possibile 2-3.
Il Fiorenzuola batte nettamente per 4-0 il Classe e mantiene la zona play off. Valdardesi già in vantaggio dopo due minuti su penalty guadagnato per fallo subito in area da Kacorri, dal dischetto Anastasia spiazza Giannelli e palla in rete. Al 19' arriva il raddoppio, cross di Guglieri dalla sinistra, Kacorri di testa non lascia scampo al portiere dei ravennati. Il Classe si sveglia ed ha due opportunità per riaprire la partita, ma proprio nel recupero della prima frazione di gioco, rimane in inferiorità numerica per l'espulsione di Ceroni che protesta per un mancato rigore assegnato e si vede sventolare il secondo giallo ed il conseguente rosso. Al 51' i gol diventano tre con una punizione calciata da Anastasia che sorvola la barriera e su cui Giannelli nulla può fare. Al terzo minuto di recupero Saporetti si guadagna un rigore che lo stesso attaccante del Fiorenzuola trasforma siglando il definitivo poker.
San Marino e Mezzolara si dividono la posta sullo 0-0, risultato che muove la classifica di entrambe, per ora al riparo dalla zona play out. La partita inizia con dieci minuti in ritardo a causa di un dischetto del rigore malsegnalato. Sagra del gol annullato a Castiglione di Ravenna, al 3' Gasperi segna per il San Marino con un colpo di testa, ma l'assistente alza la bandierina vanificando il tutto, al 30' segnano ancora i Titani con Spadafora, ma viene segnalato fuorigioco a Cannoni, autore del cross per l'attaccante del San Marino, mentre al 50' è Bertani a segnare per i bolognesi, ma l'arbitro annulla per un fallo commesso in area da Sereni. Nel finale il Mezzolara sfiora il colpaccio con Kharmoud ma Pozzi compie un autentico miracolo.
Vittoria di misura, ma di peso notevole, per il Sasso Marconi che batte per 1-0 il Ciliverghe Mazzano. Il gol decisivo arriva al minuto 8, batti e ribatti in area su cui Serra, dal vertice sinistro dell'area piccola, colpisce il palo opposto, sulla ribattuta Barranca serve al centro Tonelli che si libera di un difensore e, dal limite dell'area di porta, scarica la palla in rete (nella foto la rete). I bresciani spingono alla ricerca del pareggio, ma in maniera disordinata e sfortunata, rischiando in un paio di occasioni di subire il gol del raddoppio.
Nelle altre partite della 23esima giornata quarta vittoria consecutiva per l'Adrense che batte in rimonta l'Oltrepovoghera per 4-1, mentre terminano 1-1 le sfide Calvina Sport-Fanfulla e Pavia-Crema.
Domani alle 14.30 si recupereranno Vigor Carpaneto-Lentigione ed Oltrepovoghera-San Marino, aggiornamenti live sulla nostra homepage.

Passiamo al girone F e partiamo dal successo del Cesena per 3-0 sul Santarcangelo nell'anticipo disputato sabato pomeriggio al "Manuzzi". Passano solo trenta secondi ed i bianconeri sono già in vantaggio, sponda di Ricciardo per Campagna che anticipa in uscita Battistini, realizzando il suo primo sigillo con la maglia del Cavalluccio. Al minuto 8 clamorosa opportunità per i clementini con Peroni che, a portiere battuto, colpisce un clamoroso palo da ottima posizione. Due giri d'orologio ed il Cesena raddoppia, fuga sulla sinistra di Munari che mette al centro per Tortori che deve solo appoggiare la palla in rete. Al 58' i gol diventano tre, pallonetto morbido di Alessandro a centro area per Fortunato che calcia al volo in rete, e la partita di fatto si chiude qui, con gli ospiti che tentano qualche timida incursione alla ricerca della rete della bandiera, ma con la retroguardia cesenate che controlla la partita senza patemi.
La Sammaurese sogna il colpaccio, nell'anticipo di sabato pomeriggio, sul campo della terza della classe SN Notaresco, ma soccombe per 3-2. Al 21' romagnoli in vantaggio, punizione dai venti metri calciata da Scarponi deviata dalla barriera sufficientemente per spiazzare Monti. Gli abruzzesi reagiscono, ma il gol del pari arriva al 56' con un'azione personale di Marcelli che calcia dal limite, la palla si infila sul primo palo con Battistini non esente da colpe. Passano soltanto due minuti e Minella, sugli sviluppi di un angolo battuto dalla destra, di piatto spedisce la palla nell'angolino opposto realizzando il gol del sorpasso. Finale incandescente, al minuto 87 un diagonale di Zuppardo sibila il palo alla destra del portiere abruzzese, un minuto dopo Minella raccoglie in area un cross dalla trequarti di Fabriani, si gira all'altezza del dischetto del rigore e segna la terza rete per i locali. Al 92' la Sammaurese accorcia con una bella punizione dai venti metri calciata da Errico, ma tardivamente per sperare nel pari.
Il Pineto interrompe la serie positiva della Savignanese, che durava da sei partite, vincendo nel finale per 2-1. Nel primo tempo meglio i romagnoli, giocano meglio e sfiorano il vantaggio al 25' con Noschese che sottoporta si mangia un gol fatto, ma al 43' a segnare sono i padroni di casa, cross di Fratangelo in area, sponda di Tomassini per Esposito che, al secondo tentativo, mette la palla in rete. La Savignanese impatta al 58', Marianeschi stende Rossi in area sugli sviluppi di un corner, rigore generoso che l'arbitro decreta ai romagnoli, dal dischetto Longobardi spiazza Shiba. Il Pineto a questo punto attacca alla ricerca del successo, il gol decisivo arriva a sette minuti dal termine, Angolo di Marianeschi, Pazzini esce male e Pomante, che aveva segnato anche nella gara d'andata, di testa deve solo appoggiare in rete.
Pareggio per 2-2 tra Real Giulianova e Forlì, risultato che sta stretto alla squadra di mister Protti che perde un'altra opportunità per avvicinarsi concretamente alla salvezza diretta. Al 18' i padroni di casa passano in vantaggio con una bellissima azione personale di Di Paolo che parte dalla destra, supera un avversario, entra in area, si accentra ed indovina un pallonetto che non lascia scampo ad Aglietti. Reazione veemente dei Galletti, passano soltanto due minuti ed arriva il pari, Cenci dalla destra serve al limite dell'area Ambrosini che si gira e tira verso la porta, palla che rimbalza davanti a Pagliarini infilandosi nell'angolino alla sua destra. Passano altri tre minuti ed il Forlì passa in vantaggio, Cenci crossa al centro dalla destra ed Ambrosini, in semirovesciata dal limite dell'area piccola, sorprende ancora Pagliarini. Al 32' tiro di Napolano dalla sinistra, Aglietti respinge, ma sui piedi di di Paolo che, in scivolata, colpisce il palo sfiorando il gol del pareggio. Nella ripresa meglio i romagnoli, anche se la partita scende si intensità, poi nel finale si svegliano i giallorossi locali, Napolano al 79' colpisce la traversa direttamente da calcio d'angolo, mentre all'85' arriva il pari, sponda di Tozzi Borsoi per Di Paolo che si libera di Vesi e scarica in porta alle spalle di Aglietti.
Nelle altre partite della 26a giornata, il Matelica espugna Avezzano per 0-1 e rimane ad otto punti dalla vetta, la Sangiustese viene bloccata sull'1-1 a Castelfidardo ma mantiene la quarta posizione in classifica, stesso risultato tra Olympia Agnonese e Francavilla, mentre termina a reti bianche il derby marchigiano tra Montegiorgio e Recanatese. Il Città di Campobasso continua la sua rincorsa verso la zona play off regolando per 3-0 l'Isernia nel derby molisano disputato sabato pomeriggio, mentre in chiave salvezza importantissimo successo della Jesina per 0-2 sul terreno della Vastese.
Domani turno infrasettimanale, alle 14.30 in programma Francavilla-Castelfidardo, Jesina-Pineto, Matelica-Olympia Agnonese, Recanatese-Vastese, Sammaurese-Avezzano, Sangiustese-Real Giulianova, Santarcangelo-Montegiorgio, Savignanese-Città di Campobasso. Alle 15.00 invece in campo Isernia e SN Notaresco, mentre alle 20.30 al "Morgagni" il derby romagnolo tra Forlì e Cesena. Anche queste partite le potrete seguire live sulla homepage del nostro sito.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'