In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Nettuno

29/04/2019


Nettuno

 

CAMPIONATO PROVINCIALE C.S.I. PROMOZIONE CALCIO A 11

 

                                                                                           NETTUNO

 

La faccia tosta che ha questo Stato nella gestione della legiferazione non ha l’uguale in tutta la galassia (e forse oltre). Si prenda, per esempio, la normativa cosiddetta “agevolativa” riguardata alle associazioni sportive dilettantistiche [in realtà l’unico vero agevolato è proprio lui, lo Stato, chè, in assenza drammatica di mezzi, uomini, competenze [non sa distinguere un cane da un cavallo] ed impianti (quelli che ha sono in gran parte non omologati ed infarciti di rischi e se ne guarda bene, prima di affibbiarli a sprovvedute entità dilettantistiche di esplicitarne le rogne che accolla), senza l’ausilio di un esercito di volontari naif ed idealisti, col piffero che potrebbe perseguire gli obiettivi insiti nell’articolo 32 della Costituzione !!. Non ha ancora concesso una (presunta) agevolazione (per lo più formale) che già s’affretta e s’adopra (più della “donzelletta che vien dalla campagna”) con ogni tipo di pretesto o di distinguo a smantellarla fino a coprire poi di multe, per presunte violazioni, quanti si siano “fidati” [e, con l’ecatombe di entità sportive che abbandonano la scena per l’insostenibilità dei pesi loro rifilati, piange lacrime di coccodrillo sulla circostanza che aumenta esponenzialmente il numero dei ragazzini obesi, sbandati, bulli o video-giochi dipendenti, sordo anche alle garbate esternazioni del Presidente Mattarella che, nel messaggio di fine anno, chiede “quando la si farà finita col tassare la bontà”]. Ma non è così solo per le Entità Sportive Dilettantistiche: se la tempra e lo stile sono, come in realtà sono, quelli, come si sarebbe potuto auspicare che, per  i più recenti “parti”, le ispirazioni e gli atteggiamenti fossero diversi ?!?! Un ulteriore esempio ? L’approccio al regime forfetario dei professionisti. Siamo a fine aprile, per un regime che è formalmente entrato in vigore 4 mesi fa e l’Agenzia delle Entrate, non ha ancora finito, dopo 127 interventi al 23 aprile, di definire-enumerarne gli oneri e le cause ostative per l’accesso [Ah la certezza !!!! Ah la chiarezza del diritto !!!] Non è però, a ben vedere, ancora arrivato il momento di preoccuparsi : il Ministero “competente” (uh, uh, uh uh –per proseguire reprimo le sghignazzate-)ha esternato che la lista sarà certamente pronta entro il 2089 o comunque entro l’insediamento umano su Nettuno.  No, no, no, non sulla ridente cittadina del litorale laziale, ma sul pianeta Nettuno !!! Intanto, le uniche certezze paiono sussistere nell’accessibilità al regime per quanti, dotati di un neo a non più di due centimetri dall’orecchio sinistro, siano capaci, tuffandosi dalla piattaforma a 10 metri d’altezza, di approdare  su un asciugamani bagnato e purchè non abbiano più di uno zio gay, essendo comunque in grado di esibire un abbonamento di parterre del Foggia Incedit o della Pro Vercelli degli anni d’oro.                                                                              Solo ora, dopo cotanta rassicurazione, posso avventurarmi, smaltita la delusione per il colpo basso costituito dalla sconfitta col Bacaro per 1-2 (d’altra parte, neanche un elefante avrebbe potuto superare indenne quanto  narrato negli ultimi articoli precedenti) con la paziente assistenza delle maestranze di TFC (Alfonsine), Autocarrozzeria Standard e Imola Assicurazioni, sul campo del Plastro, dove la Felsner proverà a leccarsi qualche ferita con il ritorno dell’Universal (a volte ritornano).                                                                     


FELSNER A.S.D. :  Dansoko; Saliou, Bakary; Jallow, Sacko , Sauraboro ; Conde , Gyan Martin , Kane, Mbalo, , Colley 13),Fassou , 14) Abdoulie, 15), Kone, 16) Coulibaly, 17) Darboe Ousainou, 18) Darboe Bamba,  19) Nouhoun. Guardalinee : Taiwou; Dirigente Accompagnatore : Maccari Maria Luisa;  ; Dirigente addetto all’arbitro : Fiori Suzzi Luigi. Allenatore : Patelli Bruno; Allenatore in seconda : Pelliconi; Wilmer; Allenatore Portieri : Matteucci Christian; Preparatore Atletico : Patelli Barbara.

 

Così come un gas troppo compresso finisce per esplodere, anche la squadra cara a Cristofori Roberto non meno che a Patelli, erutta fuoco e fiamme e dopo un lasso di tempo non biblico ha già piazzato sul tavolo un poker servito. Il portierino di Matteucci si esibisce di poi nella neutralizzazione di un calcio di rigore e l’apoteosi arriva con la quinta rete realizzata “con un filo di gas”. Ora più che una muraglia ci attendono Due Torri.

 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'