In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Futsal

Coppa finita per l'Imolese

Duello alla pari col Città di Massa: Imolese esce a testa alta.

Di Stefania Avoni 07/11/2019


Coppa finita per l'Imolese

Citta di Massa vs Imolese-Coppa della Divisione


 

CITTA’ DI MASSA - IMOLESE CALCIO 1919 : 3 – 2
 
CITTA’ DI MASSA: Fubiani, Quintin, Manfredi, Ussi, Borges, Garrote, Berti, Perciavalle, Dodaro, Bertoldi, Cattani, Lari. All. Garzelli.
IMOLESE: Vittori, Pieri, Vignoli, Paganini, Castagna, Foglia, Liberti, Pica Pau, Butturini, Ansaloni, Radesco, Paciaroni. All. Bottacini.
ARBITRI: Scarafia di Casale Monferrato e Pasquino di Nichelino; cronometrista, Scarfone di Genova.
RETI: p.t. 13’43” Manfredi (C), 16’00” Pieri (I); s.t. 1’32” Castagna (I), 2’38” Garrote (C), 13’59” Perciavalle (C).
AMMONITI: Paganini, Pica Pau, Quintin, Ussi, Pieri, Ansaloni.
ESPULSI: Foglia, Ussi.
 
Massa, 6 novembre 2019 – Sono i colpi di scena a fare da leimotiv nella gara fra Città di Massa e Imolese: rigori, espulsioni, tiri liberi, che, infine, fanno pendere l’ago della bilancia verso i padroni di casa. I rossoblu escono dalla Coppa della Divisione, colpiti al cuore dal pesante rosso a Foglia, ma rinfrancati dalle emergenti giovanissime leve. I toscani passano il turno, con uno score che conta due rigori realizzati e un solo goal, quello di scarto, su azione. Entrambe giocano aperte, scambiandosi i ruoli fra attacco e difesa e mantenendo uno stato di equilibrio in campo. Al 13’ arriva la prima rete: fallo di mano, Manfredi s’incarica del rigore e non sbaglia. L’Imolese rimane opaca: l’afflato coraggioso della fase offensiva si esaurisce sempre alle soglie dell’area. E’ l’ingresso, al 16’, del 2002 Pieri a portare uno spiraglio di luce: assist di Castagna davanti alla porta, Pieri è tempestivo nel mettere sul primo palo. Sullo scadere, la traversa colpita in pieno dai locali è presagio di un secondo tempo dall’esito incerto. I rossoblu della ripresa intensificano da subito le ostilità, trovando, dopo un minuto, il raddoppio: Imolese tutta in avanti, Castagna, da fermo, insacca con un centrale basso. Passa poco, troppo poco: Foglia viene espulso per fallo di mano e Garrote, al 2’, non manca l’appuntamento col rigore numero due. L’Imolese non si ferma e non si piega: arriva a cinque falli all’8’ e, schierati in toto i propri giovanissimi, mette sotto pressione la difesa locale. I rossoblu rischiano, incappando in falli potenzialmente letali e incantando con giocate a cui manca solo il suggello del goal. Vittori, di fronte agli attacchi ospiti, para colpo su colpo, inclusi i tiri liberi per sesto e settimo fallo, calciati da Lari e Garrote al 10’ e 15’. Non può nulla, peró, sul contropiede di Piercivalle del 14’. Il Città di Massa, arrivato anch’esso a cinque falli, arretra, mentre i rossoblu si lanciano col portiere di movimento. Al 19’ Ussi viene espulso: Pica Pau s’incarica del tiro libero, ma spara fuori. Se il Città di Massa esulta davanti ai propri tifosi, è difficile per l’Imolese trovare consolazione: gli episodi premiano l’una e tradiscono l’altra. 
 
 
Prossimo turno – campionato (Imola, 09/11 ore 17.00): IMOLESE CALCIO 1919 – FUTSAL PISTOIA GISINTI MONTECATINI
 
 


Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'