In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Professionisti | Lega 2

Feli Pharma Ferrara-Sporting Club Juvecaserta 94-78

Di Lorenzo Montanari 08/12/2019


Feli Pharma Ferrara-Sporting Club Juvecaserta 94-78

FERRARA. Dopo il ko a Imola, la Feli Pharma ritrova contro Caserta due punti di capitale importanza nell’economia del proprio campionato: all’MF Palace finisce 94-78, con una grande prestazione di squadra dei biancazzurri.
Caserta sale a Ferrara priva di tre pedine super come Giuri, Allen e Cusin, dall’altra parte del campo la Feli Pharma deve fare a meno di Campbell, ma all’inizio pare non sentirne la mancanza. È di capitan Fantoni il canestro che fa piovere in campo gli orsacchiotti del Teddy Bear Toss. Applausi. Al 2’ è 8-0, al 5’ 16-5, con i lunghi biancazzurri davvero mattatori. Ebeling è bravissimo, ben coadiuvato da Baldassarre e Fantoni. Al 7’, Wiggs insacca il 21-7 e la gara pare in discesa. Caserta c’è, sotto i colpi di Hassan e Turel soprattutto, bravi a riaprire di fatto le sorti della gara: al 14’ è 29-24. Il Kleb resta concentrato e riprende la propria marcia offensiva, trovando con Wiggs (che bravo!), Ebeling e Beretta i punti che significano di nuovo +14 e 40-26.
La Feli Pharma deve restare concentrata e proseguire a giocare con il giusto piglio. Al 22’, Hassan manda a bersaglio la tripla che significa di nuovo -8 Caserta (47-39), prima di beccarsi il tecnico che, sommato all’antisportivo di qualche azione prima, significa espulsione per l’ex Imola. Gli ospiti, già minati dalle assenze, pagano questa ennesima mancanza, così la Feli Pharma ne approfitta: Panni buca la zona decisa da coach Gentile, Wiggs è bravo (60-47 al 27’), come del resto brava è la difesa biancazzurra che, unita ai canestri di Vencato ed Ebeling, significa 70-55 con 10’ da giocare. In avvio degli ultimi 10’ si capisce che il match non è ancora finito, anche perché Carlson e Turel non ci stanno (72-63 al 33’), ma la Feli Pharma è più forte di tutto, con Panni, Vencato e Baldassarre trova le triple della staffa e centra due punti di capitale importanza nel momento biancazzurro. Adesso, viaggio a Roseto con l’imperativo di ritornare a gioire lontano dall’MF Palace, con il focus sulle finali della Coppa Italia.

Feli Pharma Ferrara-Sporting Club Juvecaserta 94-78 (22-15, 43-32, 70-55)
Feli Pharma: Wiggs 24, Vencato 12, Petrolati, Fantoni 10, Baldassarre 19, Beretta 6, Panni 9, Buffo, Balducci, Ianelli ne, Campbell ne, Ebeling 14. All.Leka.
Sporting Club: Mastroianni 2, Sousa 9, Bianchi 13, Valentini 6, Paci 7, Carlson 11, Hassan 14, Del Vaglio, Gervasio, Turel 16. All.Gentile.
Arbitri: Bartoli, Lupelli e Almerigogna.
Note: spettatori oltre 1500. Fallo antisportivo comminato a Hassan al 22’. Tecnico a Hassan al 23’. Espulso Hassan al 23’. Usciti per 5 falli: Turel al 35’ e Valentini al 36’.

Ufficio Stampa
Kleb Basket Ferrara
Lorenzo Montanari

Seguici su BASKET EMILIAROMAGNA




Kleb Basket Ferrara : Battere Caserta per riprendere a sorridere

Di Lorenzo Montanari 07/12/2019


Kleb Basket Ferrara  : Battere Caserta per riprendere a sorridere

FERRARA. Con o senza Folarin Campbell, la Feli Pharma deve mantenere inviolato il catino bollente dell’MF Palace. Contro Caserta, guidata da Nando Gentile, beh, non sarà affatto facile, anche perché quella bianconera è una delle compagini del momento, a maggior ragione dopo aver vinto quattro gare consecutive, andando ad espugnare campi ostici come Udine e Forlì, anche senza titolari del calibro di Allen e Cusin (anche domenica in dubbio).
All’MF Palace, domani pomeriggio (ore 18, diretta LNP PASS), ci vorrà un Kleb brutto, sporco e cattivo, per usare termini cari a coach Spiro Leka, che durante la settimana ha dovuto fare fronte all’assenza di Campbell, che dovrebbe non essere presente contro i campani, onde evitare pericolose ricadute. Il mondo biancazzurro non si piange addosso, anzi, ha lavorato forte affinchè chi andrà in campo dia il 110% delle possibilità. Contro il miglior attacco del torneo bisognerà difendere duramente, cosa che domenica scorsa a Imola è mancata per centrare il secondo colpaccio esterno della stagione dopo quello a Milano.
Battere Caserta per riprendere a sorridere, anche grazie all’apporto del pubblico, che mai come domani pomeriggio dovrà colorare il palace, per spingere alla vittoria capitan Fantoni e compagni, chiamati dall’ennesima gara tosta del campionato.

Le parole della vigilia:

Spiro Leka – “Mi aspetto una gara dura, contro un’avversaria di qualità, che sta attraversando il miglior momento in stagione. Per battere Caserta servirà il Kleb migliore che si potrà avere, nonostante gli acciacchi e le difficoltà. Dobbiamo fare vedere che ci siamo, a Imola siamo mancati pure per colpe nostre. Contro Caserta dovremo ritornare brutti, sporchi e cattivi, affronteremo una compagine che ha qualità in più uomini, che non sto neanche a nominare. Pure senza due titolari come Allen e Cusin loro stanno vincendo e, paradossalmente, hanno trovato un equilibrio migliore. Campbell? Chi ci sarà deve avere in testa una cosa: dobbiamo ritornare a dare il massimo, cominciando dalla difesa, dallo sbucciarsi le ginocchia”.
Luca Vencato – “Affronteremo una compagine ricca di talento, anche perché ha la possibilità di fare molti canestri da fuori e anche con discreta continuità per la maggior parte dei giocatori. Contro Mantova era priva di due colonne portanti come Allen e Cusin. Avendo visto come Caserta ha vinto domenica scorsa, dico che per batterla dovremo limitare il loro tiro da fuori, arma che dovremo usare il più possibile a nostro vantaggio. Davanti al nostro pubblico dovremo pensare alla nostra gara, sia a livello offensivo, ma soprattutto a livello difensivo, per riscattare la prestazione incolore di domenica a Imola. Dobbiamo dare un’impronta, anche perché questo tipo di sfide in questo momento della stagione può essere un crocevia su che direzione possiamo prendere in questo campionato: domenica, vincere o perdere non farà solamente la differenza di due punti in più o meno in classifica, ma potrà fare davvero molto di più”.

Area Comunicazione e Stampa
Kleb Basket Ferrara
Lorenzo Montanari



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'