In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Dilettanti | Serie D

Il punto del D...irettore

Di Mirco Mariotti 21/01/2020


Il punto del D...irettore

Foto Barbara Bastoni


 

Mantova e SN Notaresco mantengono salde la vetta anche dopo la 20a giornata di campionato. Nel girone D i virgiliani si devono accontentare di un pari esterno contro il Lentigione e mantengono cinque punti di vantaggio sul Fiorenzuola, vittorioso in rimonta a San Mauro Pascoli. Nel girone F gli abruzzesi espugnano Jesi e riallungano a + 8 sul Matelica, stoppato a Giulianova. Ma andiamo ad analizzare, partita per partita, quello che è successo sui campi che hanno visto protagoniste le formazioni emilianoromagnole.

Partiamo dal girone F e dal pareggio interno per 1-1 del Cattolica SM contro l'Olympia Agnonese. Molisani già in vantaggio dopo 8', Pejic di tacco serve Minicucci che, dal limite dell'area, indovina un angolatissimo rasoterra che non lascia scampo a Piai. Al 15', sugli sviluppi di un corner battuto da sinistra, è Ferraro di testa a sfiorare l'immediato pari, conclusione che lambisce il palo opposto con Mejri battuto. Al 26' è Battistini, sempre di testa, a colpire sottomisura, ma è Allegra, a portiere battuto, ad evitare il pareggio spazzando via la sfera dalla linea di porta. Al 59' vicinissima al raddoppio l'Olympia con Frabotta che, all'altezza del vertice destro dell'area piccola, si libera di un difensore e calcia in porta, ma il suo tiro viene ribattuto dal palo. Al minuto 83 il Cattolica SM perviene al pareggio, cross di Croci dalla sinistra raccolto da Gasperoni che, in tuffo di testa, batte il portiere avversario. Padroni di casa sempre penultimi in classifica, ma sempre vicinissimi alla zona play out.
Nelle altre partite della 20a giornata, il SN Notaresco torna al successo vincendo per 0-2 sul campo del fanalino di coda Jesina e riallunga a +8 sul Matelica, stoppato sullo 0-0 esterno sul terreno del Real Giulianova. La Recanatese mantiene la terza piazza facendo suo, fuoricasa, il derby con il Montegiorgio per 1-2, respingendo così gli assalti del Città di Campobasso, netto 4-0 sul Tolentino. Il Pineto mantiene il quinto posto in classifica, espugnando il terreno della Sangiustese per 0-1, allungando, tra le altre, anche sulla Vastese, sconfitta nettamente in campo esterno per 3-0 da un'Atletico Terme Fiuggi in grande ascesa. Il Vastogirardi regola per 2-0 l'Avezzano mentre fa scalpore, in negativo, la sconfitta interna del Chieti per 0-5 contro l'Atletico Porto Sant'Elpidio.

Passiamo al girone D e partiamo dall'ottimo pareggio per 2-2 del Lentigione contro la capolista Mantova. Ospiti in vantaggio già al 12', calcio piazzato battuto da destra da Guccione, Galazzini è il più lesto di tutti ad intervenire di testa mandando la sfera nell'angolino opposto. Al 24' i rivieraschi, alla prima occasione, pervengono al pareggio, cross di Martino da destra, Ferri spizza in area per Zagnoni, in corsa verso il secondo palo, fulmina Athanasiou. Al 51' il Mantova torna in vantaggio, Guccione scodella una punizione in area dalla trequarti destra, Scotto si lancia solitario sul palone e di prima intenzione, sul primo palo, fa secco Rossi. Il Lentigione non molla ed ottiene il pareggio al 68', cross dalla sinistra di Barranca per Zagnoni che, di testa (nella foto), batte nuovamente Athanasiou. A tre minuti dal termine grande occasione per i virgiliani per poter portare a casa il bottino pieno, ma il tiro di Guccione viene respinto da Rossi sulla traversa.
Il Fiorenzuola, in rimonta, batte al "Macrelli" la Sammaurese per 1-2 ed accorcia le distanze dalla vetta della classifica, portandosi a -5 dalla capolista. Dopo un primo tempo non memorabile, la partita si sblocca nella ripresa, esattamente al 49' quando Pieri, agevolato da un rimpallo, si trova solo davanti a Battaiola, trafiggendolo, portando così in vantaggio i padroni di casa. Al 60' entrambe le squadre rimangono in dieci uomini a causa di una scaramuccia a gioco fermo tra Lisi ed Amore che costringe il direttore di gara a mostrare il cartellino rosso ad entrambi. Al 67' i valdardesi pervengono al pareggio, Corbari raccoglie un cross dalla line di fondo e, di prima intenzione, insacca alle spalle di Baldassarri. Al 70' ripartenza di Tognoni che serve Piraccini in area, ma il numero 10, prima che possa tirare in porta, viene steso in area da un difensore, l'arbitro concede il penalty che lo stesso Piraccini trasforma realizzando così il gol del decisivo sorpasso.
Continua lo splendido 2020 della Correggese, vittoriosa per 0-1 a Breno. Partita gestita molto bene dalla formazione di mister Serpini che affonda il colpo al minuto 70, con una bellissima azione, tutta di prima, conclusa da Carrasco che, prima brucia sullo scatto il difensore avversario, per poi battere di giustezza Serio. Breno generoso ma mai seriamente pericoloso dalle parti di Sorzi.
Pareggio per 1-1 tra Vigor Carpaneto e Mezzolara, risultato che può certamente accontentare i bolognesi, meno i piacentini. Al 21' ospiti in vantaggio, Rizzi ruba palla a centrocampo servendo lo scattante Sereni che insacca anticipando in uscita Luppi. Al 28' vicinissimi al pareggio gli uomini di Rossini con una bordata di Bruno che colpisce in pieno la traversa, ma Malagoli verrà impegnato severamente in almeno due circostanze prima della chiusura di primo tempo. La Vigor ottiene il meritato pareggio al 51' con Favari, bravo a finalizzare al meglio l'assist al bacio fornitogli da Mastrototaro. Due minuti più tardi i piacentini potrebbero completare la rimonta: fallo di mano di El Bouhali in area, il direttore di gara decreta il penalty, ma dal dischetto lo specialista Mastrototaro, pur spiazzando Malagoli, calcia a lato. Al 71' è il Mezzolara a sfiorare il colpaccio con una punizione di Ianniello, ma la sua conclusione colpisce in pieno la traversa.
Uno sfortunato Forlì soccombe in casa per 0-1 col Fanfulla. Dopo un ottimo avvio, i Galletti alla mezz'ora subiscono il gol che costerà a loro la sconfitta: cross di Belleri dalla destra, la sfera attraversa tutta l'area piccola prima di impattare su Vesi che cerca il rinvio, ma calcia male e batte, suo malgrado, il proprio portiere. Forlì che per tutta la partita cercherà il pareggio, scoprendosi molto e rischiando, in almeno due circostanze, il raddoppio da parte dei lodigiani.
Colpo importante in chiave salvezza del Progresso che espugna il campo di un rimaneggiato Ciliverghe Mazzano per 0-1. Il gol vittoria arriva al 40', azione nata dagli sviluppi di un corner con la sfera che perviene a Fiore che, dalla destra, serve Cestaro che, ben appostato sul primo palo, con un rasoterra anticipa Valtorta ed infila nell'angolino opposto. Al 57' bresciani vicini al pari con un colpo di testa di Andriani che scheggia il palo alla sinistra di Bruzzi. Ma è il Progresso, nel corso del secondo tempo, a sfiorare il gol del raddoppio sfruttando i varchi aperti lasciati da un Ciliverghe lanciatosi con generosità alla ricerca del pareggio.
Vittoria insperata per il Sasso Marconi Zola che, allo scadere, espugna per 1-2 il terreno dello Sporting Franciacorta. I padroni di casa partono forte ed al 17' passano con merito in vantaggio, Zambelli serve in area Bardelloni che calcia direttamente in porta, Cheli respinge, ma sulla ribattuta il più veloce a raggiungere la sfera è Boschetti che può depositare con sicurezza la palla in rete. Bolognesi che al 33' sfiorano il pari con un tiro dalla distanza di Seck che sbatte contro la trasversale. Al 54' il Sasso agguanta il pari grazie a Draghetti, lasciato colpevolmente solo dalla difesa bresciana e libero di colpire di testa mandando la sfera alle spalle di Viotti. Quando il risultato sembra incanalarsi sul pareggio, il neoentrato Olonisakin (che fino ad un mese fa giocava e segnava nel Sasso Marconi in Promozione, nda), entra in area dalla sinistra e tira verso la porta, conclusione che, complice una deviazione di Ferri, colpisce il palo e poi si infila in fondo alla rete regalando un successo che porta la squadra di mister Franco Farneti lontano dai guai.
Anche un altro Farneti merita di festeggiare. Qui parliamo di Oscar, mister della Savignanese, che con la sua squadra espugna Alfonsine per 1-2 e vede la zona play out molto più vicina, inguaiando così la formazione allenata da Mattia Gori. Derby romagnolo intenso e combattuto con tante occasioni da rete, la più nitida è dei padroni di casa, esattamente alla mezz'ora quando Saporetti, dopo un'azione personale, scarica un forte diagonale da destra che colpisce in pieno il primo palo. Cinque minuti più tardi a concretizzare in gol è la Savignanese grazie a Peluso, anche in questo caso dopo un'azione solitaria, che, solo davanti a Carroli, lo anticipa con un morbido pallonetto. Al 40' i gol diventano due: Francesco Manuzzi, da destra, serve dalla parte opposta Jassey che controlla e poi scarica un forte diagonale che non lascia scampo al portiere. L'Alfonsine nella ripresa cerca di riordinare le idee, ma la Savignanese chiude molto bene gli spazi. Tuttavia, al 67', i padroni di casa riescono ad accorciare le distanze con Savelli che, sottomisura, anticipa Pazzini. Ma sarà un fuoco di paglia, perchè saranno gli ospiti, in un paio di occasioni a sfiorare il tris.
Chiude la 20a giornata lo 0-0 tra Calvina Sport e Crema.



Mirco Mariotti



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'