In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Professionisti

Grassani: "La serie B non può essere assegnata da un dado o una monetina"

Di La Redazione 21/04/2020


Grassani: "La serie B non può essere assegnata da un dado o una monetina"

 

Riportiamo le dichiarazioni rilasciate a "La Gazzetta di Modena", con articolo a firma Fabio Garagnani, dall'avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo, che, nelle scorse ore, ha mandato una lettera di diffida alla Lega Pro per conto di Bari e Carpi dopo la diffusione di un'ipotesi di sorteggio in caso di quarta promozione in Serie B:

«Una proposta bislacca che prima si rimette in quarantena e meglio è».

«Questo calcio ormai sfuggito ad ogni controllo ci ha abituato a tanti colpi di scena, ma questo supera ogni più deviata fantasia. Non si può calpestare un campionato, seppur non completato ma giocato sul campo, con una monetina o con un dado. La meritocrazia e il risultato al novantesimo devono comunque prevalere. Anche se non ci fossero le condizioni per tornare sul campo, ci sono almeno dieci formule più intelligenti del sorteggio per decretare la quarta promossa».

«Storia sportiva, bacino d'utenza, impiantistica, punti conquistati negli ultimi dieci anni. Valori e parametri che riportano al campo. La formula di questo bizzarro sorteggio non è chiara, ma potrebbe accadere che una squadra arrivata con 30 punti di svantaggio rispetto ad un'altra con quattro monetine lanciate per aria potrebbe andare in Serie B. Pensiamo alla differenza tra la seconda e la decima. Tutto questo è in insanabile contrasto con qualunque principio sportivo».

«Il giocattolo calcio è sfuggito di mano a tutti, e chiunque una mattina si alza e comunica la sua formula per riformare il mondo del calcio. E' una proposta sulla quale deciderà l'Assemblea, ma questo ordine del giorno non compatta, è divisivo e spacca le società. Il Borgorosso football club arrivato decimo con questa formula ha due benefici: risparmia gli stipendi perché i giocatori non tornano in campo e supera attraverso il sorteggio gap tecnici che verosimilmente non l'avrebbero mai visto vincere. Quindi ci sarà un gruppo di squadre che sarà d'accordo, ma quelle che hanno investito di più vorranno giocarsela, o comunque vada non vorranno essere parificati al Borgorosso».

 «Se l'Assemblea di Lega dovesse approvare la proposta, questa dovrà comune passare per il Consiglio federale della Figc. E hanno capito tutti che si tratta di un'ipotesi bislacca».

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'