In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Femminile | Serie B Femminile

Virginia Furlani " Da questa pandemia ne usciremo più forti che mai"

Di Enrico Ferranti 25/04/2020


Virginia Furlani " Da questa pandemia ne usciremo più forti che mai"

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

VIRGINIA FURLANI: "DA QUESTA PANDEMIA NE USCIREMO PIÙ FORTI CHE MAI".

"La pallacanestro mi ha sicuramente insegnato a porre le necessità della
squadra prima di quelle del singolo, perchè solo insieme si può arrivare
alla vittoria. Mi ha anche permesso di comprendere quanto sia importante
lavorare quotidianamente e costantemente sugli obiettivi, per poi
raggiungere il risultato atteso". Virginia Furlani, classe 1999, parte
dalla palla a spicchi per esprimere il suo pensiero in merito a questa
emergenza sanitaria, con la lucidità che da sempre contraddistingue una
campionessa come lei. "Questo periodo - indubbiamente - è particolare per
tutti", incalza la pivot ferrarese da due stagioni in forza alla Rhodigium
Basket, "ci siamo dovuti adattare a ritmi più lenti e spazi più stretti.
Personalmente ero abituata ad una routine abbastanza frenetica, fra le
lezioni universitarie a Padova e gli allenamenti a Rovigo. Adesso le
lezioni si tengono sulla scrivania in camera e gli allenamenti in salotto.
Non nego che mi sia dispiaciuto dover terminare il campionato prima del
previsto, visti anche gli ottimi risultati... ma ciò è stato necessario ed
inevitabile. Cerco di occupare le mie giornate tra studio, attività fisica
e videochiamate con amici e parenti". "Le nostre priorità e necessità si
sono ridimensionate", prosegue Virginia Furlani, "penso che tutti sentano
la mancanza delle persone care, ma è indispensabile attenersi alle nuove
regole e restrizioni. A mio avviso è   fondamentale non sottovalutare tale 
situazione e soprattutto quella verso cui stiamo andando. Spesso - da
giocatrice - ho srntito la frase: "la partita è ancora lunga".... e ora è
più vero che mai, visto che il nostro avversario questa volta è
particolarmente ostico". Come ne usciremo? "Con maggior consapevolezza,
sapendo che i nostri sforzi saranno serviti. Sicuramente ci saranno
cambiamenti e novità ad aspettarci ma, come una squadra, affronteremo anche
questi. Se guardo al futuro non posso fare a meno di pensare alla prossima
stagione, agli obiettivi e alle soddisfazioni che ci stanno aspettando.
Penso che questo periodo ci porterà ad apprezzare di più le piccole cose, e
anche la preparazione atletica! Da una visione più generale - invece -
penso che fare tesoro di questa lezione sarà anche una forma di rispetto
verso chi ogni giorno sta combattendo contro il nostro avversario, in modo
che i loro sacrifici non siano stati inutili". In conclusione un consiglio
ed un incitamento davvero speciali: "Ritengo essenziale dedicare più tempo
ad attività e abitudini prima magari trascurate, così da scoprire una nuova
quotidianità. Condivido anche a pieno il messaggio di positività e speranza
che si è diffuso ultimamente: andrà tutto bene".

Foto realizzata da Paolo Duner (Dunerphoto).

Enrico Ferranti.

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'