In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Professionisti

Virtus Segafredo Bologna : pre - partita contro Monaco

Di Jacopo Cavalli 20/10/2020


Virtus Segafredo Bologna : pre - partita contro Monaco

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

 

Bologna, 20 ottobre 2020

Le parole del Direttore Generale di Virtus Pallacanestro Bologna Paolo Ronci, alla vigilia della gara con Monaco:

“Ho voluto accompagnare il coach, sia perché è un po’ che non vengo, sia per stare vicino a lui, cosa che mi fa grande piacere. Anche per dimostrare l’unità che c’è nel club. Ieri abbiamo parlato con l’AD Baraldi, le parole sono state riprese dalla stampa, e anche io volevo stare vicino a Sasha nel prepartita di una gara importante, in una manifestazione onorata l’anno scorso e anche quest’anno. Sapete che per noi l’Eurocup ci dà una finestra per l’Eurolega che è uno dei nostri obiettivi primari, siamo partiti bene, e per questo voglio portare un po’ di positività rispetto a quanto visto e letto. Le due sconfitte non ci hanno fatto piacere, ma all’interno di un percorso che parte da lontano io mi sono guardato i numeri e da quando è arrivato il coach abbiamo il 75% di vittorie su tutte le gare giocate. E’ un bel numero, con tre finali di cui una vinta, per cui penso che sia giusto spargere positività nell’ambiente senza dipingere le cose come non sono, con catastrofismo. Poi siamo i primi a sapere che non abbiamo giocato al nostro livello, che ci sono tante cose da migliorare, ma ricordo che l’anno scorso, a marzo, tanti pareri illustri dicevano che essere primi a marzo non contava niente. E allora non c’è bisogno di essere così negativi ad ottobre.”

Le parole di Coach Djordjevic alla vigilia della gara con Monaco:

“Io apprezzo moltissimo la maniera in cui la società opera e mi aiuta, stiamo costruendo, con due intoppi che non ci aspettavamo. Abbiamo approfondito io e Paolo, io con il nostro AD, ma anche i giocatori mi hanno sentito. Dopo Reggio Emilia sono uscito dicendo che mi prendevo io la responsabilità facendomi un esame di coscienza. Riguardando le partite si vede che ai nostri ragazzi manca ancora lo sprint e la freschezza: mi dispiace quando qualcuno molla nei momenti di difficoltà, senza riuscire a rispondere colpo su colpo. Questa cosa non mi ha fatto dormire la notte. Il nostro sistema è noto e il nostro rendimento dipende ovviamente anche dalla prestazione dei singoli. Troveremo sempre difficoltà, non finiranno mai. Affrontandolo insieme alla società, come ha detto Paolo, ci potremmo distinguere più avanti. Domani giochiamo contro forse la miglior squadra del nostro girone, sono al vertice del campionato francese ormai da anni, hanno giocato finali, una squadre e una società che è cresciuta tantissimo. Dopo Andorra abbiamo affrontato alcuni problemi fisici, in primis Teodosic che si è allenato a sprazzi. Non dobbiamo aspettare che sempre i soliti risolvano i problemi, ognuno di noi deve prendere la propria parte nella costruzione di una vittoria: ci vorrà tempo, stiamo lavorando e ci vuole pazienza e tanto lavoro mentale.”

 

Area Comunicazione e Stampa

Virtus Segafredo Bologna

Jacopo Cavalli

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'