In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Femminile | Serie A1 Femminile

Lega Basket Femminile dice:No alla violenza sulle donne

Di Ufficio Stampa Lega Basket Femminile 25/11/2020


Lega Basket Femminile dice:No alla violenza sulle donne

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Lega Basket Femminile dice:No alla violenza sulle donne 

 

La Lega Basket Femminile contro la violenza sulle donne: oggi, 25 novembre 2020, è la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne e tutta la LBF, il Presidente Massimo Protani, il Consiglio Direttivo e l'intero movimento della pallacanestro femminile, scendono in campo per sensibilizzare su un male che affligge da tempo immemore la nostra società.

In Italia, nel periodo tra gennaio e settembre 2020, sono stati 88 i casi di femminicidio con un aumento dell’incidenza delle vittime-donne in ambito familiare/affettivo che passa dal 62% al 70%. A distanza di un anno dalla sua introduzione, la normativa del Codice Rosso, che prevede una corsia preferenziale per le denunce per violenza di genere, si registrano tra agosto 2019 e luglio 2020 per i quattro nuovi reati (violazione dei provvedimenti di allontanamento, costrizione o induzione al matrimonio, deformazione dell’aspetto e revenge porn) 3.932 indagini e, per quanto riguarda quelle concluse, in 686 casi c’è la richiesta di rinvio a giudizio. Sono inoltre 90 i processi che si sono già conclusi e sono già state inflitte 80 condanne. Fra agosto 2019 e luglio 2020 si è registrato un incremento del numero dei procedimenti iscritti per il reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi, passato da 36.539 a 40.726 (+11%). Per quanto riguarda i "reati-spia" (atti persecutori, stalking, maltrattamenti contro familiari e conviventi e violenze sessuali) si registra un andamento altalenante con un picco massimo a luglio, dopo il lockdown, di 3646 reati denunciati.

Numeri che, nonostante una lieve flessione rispetto al passato, testimoniano come il problema sia ancora reale e purtroppo fortemente radicato nella nostra società e nel paese, che deve mettere in campo tutti gli sforzi possibili per evitare ogni tipo di violenza di genere.

La Lega Basket Femminile dice un perentorio "NO", lo fa con la forza e lo spirito delle sue atlete, lo fa con l'impegno nel valorizzare giorno per giorno la figura della donna, la sua emancipazione e la forza di volontà nel fermare pregiudizi e ogni tipo di umiliazione. Scendiamo in campo, per stoppare la violenza sulla donne: noi diciamo NO!

Area Comunicazione e Stampa

Lega Basket Femminile

 

 

 

 

 

 

 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'