In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | DNB

Coach Marco Andreazza analizza l’identikit di Paffoni Omegna - Andrea Costa Imola

Di Ufficio Stampa Fulgor Omegna 28/11/2020


Coach Marco Andreazza analizza l’identikit di   Paffoni Omegna - Andrea Costa Imola

Seguici su Facebook :BASKET EMILIAROMAGNA

Coach Marco Andreazza analizza l’identikit di   Paffoni Omegna - Andrea Costa Imola

Quest’oggi nasce un nuovo spazio che guarda dritto al match del week end: analizziamo, infatti, assieme a coach Marco Andreazza, la partita e i prossimi avversari della Paffoni Fulgor Basket. Dopo settimane di incertezze, ci siamo, il campionato parte e i rossoverdi si stanno preparando per affrontare la Andrea Costa Imola, una delle squadre più attrezzate del girone A1. Palla a due alle ore 20:30 di sabato.  

Qual è il punto focale della vostra partita coach?

“L’obiettivo primario è quello di approcciarsi con umiltà e attenzione alla sfida, perché giochiamo la prima di campionato a 42 giorni di distanza dall’ultima partita giocata. Questo è un aspetto fondamentale, ma ho fiducia nel gruppo perché è formato da giocatori di grande esperienza. Giocheremo contro una squadra abbastanza rodata, che ha giocato tanto e senza interruzioni a differenza nostra. In attacco dovremo rimanere agganciati alla gara, non forzare troppe palle perse e giocare con i quintetti più adatti a ciascuna situazione”.

Che tipo di squadra andremo ad affrontare?

“Imola è una formazione molto lineare, che ha un fuoriclasse per la categoria come Robert Fulz, un giocatore abile a leggere le situazioni di gioco e i momenti della partita, mettendo sempre nelle mani giuste i palloni a disposizione. Sono una squadra – ripeto – già rodata che ha anche delle gerarchie ben definite”.

Quali sono i principali pericoli da fermare?

“Fulz sicuramente è un loro punto di riferimento, ma soprattutto per innescare gli altri, dunque direi occhio a Preti, giocatore con tanti punti nelle mani. Poi dovremo fare molta attenzione a Morara, giocatore di energia che sta dando tanto ad Imola”.

Dunque, dopo questo piccolo identikit, anche da casa sapremo chi tenere d’occhio durante la partita. Ricordiamo l’appuntamento, sabato sera, ore 20:30, in diretta TV su Azzurra VCO. 

 

Area Comunicazione e Stampa

Paffoni Omegna

 




La Paffoni lotta, ma l'Andrea Costa Basket Imola si dimostra più solida vincendo con merito

Di Ufficio Stampa Fulgor Basket Paffoni Omegna 29/11/2020


La Paffoni lotta, ma l'Andrea Costa Basket   Imola si dimostra più solida vincendo con merito

Seguici su Facedbook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

La Paffoni lotta, ma l'Andrea Costa Basket Imola  Imola si dimostra più solida vincendo con merito

La Paffoni Fulgor Basket apre con una sconfitta il campionato 2020-2021. La miglior condizione fisica della Andrea Costa Imola e una strepitosa partita della coppia Fultz-Sgorbati consentono ai biancorossi di vincere 80 a 95 al PalaBattisti.

Il primo quintetto della stagione rossoverde vede sul parquet Procacci, Prandin, Scali, Sgobba e Balanzoni Imola invece si affida a Fultz, Sgorbati, Toffali, Preti e Quaglia. Dai blocchi esce decisamente meglio la squadra di coach Moretti, che vola 9-3 dopo 3’. Prandin nel primo quarto è incontenibile ed in attacco la Paffoni è essenzialmente lui: gioco da tre punti, bomba e canestro dalla media per il vantaggio cusiano sul 13-11. Dalla panchina però, Moretti pesca Banchi che risponde presente: 6 punti filati per lui ed a 10’ guidano gli emiliani 24-18.  Il secondo quarto vede Imola scappare: fisicamente i biancorossi sono più in palla e tre contropiedi facili e la fiammata targata Corcelli significano più 12 per gli ospiti.  La Paffoni rimane attaccata al match con le unghie e con i denti: colpiscono dall’arco Artioli e Del Testa, ma è Neri, sulla sirena, a regalare un insperato meno 5 all’intervallo lungo (40-45).

Dopo il riposo Prandin prova a cambiare l’inerzia dopo il +8 emiliano: Omegna arriva a meno due, ma Fultz, autore di una partita da capogiro, la ricaccia indietro con uno dei suoi dardi. Imola riprova ad allungare ed il suo vantaggio torna in doppia cifra grazie a Corcelli, altro splendido protagonista del match. Artioli, un leone, non ci sta e coadiuvato da Scali consente alla Fulgor di tornare ad un possesso di distanza: 57-60 al 29’. Imola però non perde la calma, mai, e dopo il canestro del nuovo più 5 del 30’, confeziona il break decisivo. Fultz è semplicemente spaziale:  tre triple, due assist e l’Andrea Costa molla gli ormeggi definitivamente.  Il vantaggio cresce a dismisura: Imola sale anche a più 22, con 31 punti segnati nell’ultimo quarto. Termina 80-95 per la squadra di Moretti.

 

PAFFONI FULGOR BASKET OMEGNA - ANDREA COSTA BASKET  IMOLA 80-95

(18-24; 40-45; 59-64)

Fulgor: Artioli 16, Procacci 5, Scali 7, Del Testa 10, Segala NE, Balanzoni 11, Prandin 23, Sgobba 4, Giardini, Neri 5.

Imola: Fultz 20, Quaglia 12, Corcelli 12, Morara 4, Preti 10, Banchi 8, Fazzi, Toffali 7, Sgorbati 22, Alberti, Zanetti.

 

 

Area Comunicazione e Stampa

Paffoni Fulgor Basket  Omegna



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'