Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | DNB

Presentazione Liofilchem Roseto- Virtus Basket Rossella Civitanova Marche

Di Marco Pagliariccio 30/01/2021

Presentazione Liofilchem Roseto- Virtus Basket Rossella Civitanova Marche

Seguici su Facebook : MARCHE SPORT

 

Civitanova Marche , 30 gennaio 2021

 

Presentazione Liofilchem Roseto- Virtus Basket Rossella Civitanova Marche

 

“Impossible is nothing” recitava lo slogan di una nota marca di articoli sportivi. Con questo spirito la Rossella Civitanova è chiamata domani pomeriggio (palla a due ore 18) a tentare l’impresa sul parquet del PalaMaggetti contro la capolista Liofilchem Roseto.

Gli abruzzesi, tra le squadre più accreditate al via della stagione, ci hanno messo un po’ a carburare: ma dopo l’inatteso stop casalingo di inizio 2021 contro Montegranaro (una delle due sconfitte stagionali dei rosetani, l’altra è quella contro la Rossella nel match di andata), hanno infilato una serie di tre vittorie consecutive che, complici le frenate di Ancona e Fabriano, è valsa la vetta solitaria nel girone C2.

Innegabile che l’accelerata della squadra di coach Tony Trullo con il ritorno ad altissimo livello di Valerio Amoroso: il grande ex (come ex sono, sul fronte civitanovese, i nostri Casagrande e Lusvarghi) è stato frenato da covid-19 e qualche acciacco fisico in avvio di stagione, ma ora ha decisamente ingranato la marcia giusta: le sue cifre dicono 12,7 punti (col 48% da 3) e 4,0 rimbalzi ma l’impennata di rendimento dell’ultimo mese lo rende ovviamente il pericolo pubblico numero uno. Ma guai a pensare che, fermato il fuoriclasse campano, il più sia fatto. Perché Roseto di talento ne ha a pacchi. A partire dalle due ali multidimensionali Jacopo Lucarelli (14,0 punti col 65% da 2, 4,8 rimbalzi e 2,0 assist) e Aleksa Nikolic (12,9 punti col 42% da 3 e 4,9 rimbalzi), passando per il roccioso lungo Alberto Serafini (10,8 punti col 67% da 2 e 4,5 rimbalzi) e arrivando fino al tris di esterni composto dal funambolo Andrea Pastore (10,1 punti e 3,8 rimbalzi a gara), dal regista tutto fosforo Edoardo Di Emidio (10,0 col 68% da 2 e il 44% da 3 più 4,1 rimbalzi e 4,4 assist) e dall’altro veterano Antonio Ruggiero (8,0 punti, 2,8 rimbalzi e 2,5 assist). Il tallone d’Achille della Liofilchem è certamente quello di una panchina non così profonda, visto che dietro ai sette “big” gli under non trovano molto spazio: l’unica parziale eccezione è l’esterno Fabio Sebastianelli, che comunque non va oltre i 2,6 punti in poco meno di 12’ sul parquet.

La Rossella, dal canto, suo, ovviamente non ha nulla da perdere su un campo del genere. Ma ha bisogno quantomeno di cancellare la brutta prova di Giulianova con una prestazione gagliarda, all’arma bianca. I biancoblu dovrebbero essere al completo, nonostante le scorie delle tre partite in una settimana inizino a farsi sentire.

La gara, come ormai triste consuetudine, si giocherà a porte chiuse, ma sarà trasmessa in diretta per gli abbonati su LNP Pass (https://lnppass.legapallacanestro.com/). Aggiornamenti live come solito sui nostri canali social: Facebook (https://www.facebook.com/virtuscivitanova), Twitter (https://twitter.com/VirtusCVT) e Instagram (https://www.instagram.com/virtusbasketcivitanova/).

 

Ufficio stampa Virtus Basket Civitanova Marche

Marco Pagliariccio

Liofilchem Roseto- Virtus Basket Rossella Civitanova Marche 77-75

Di Marco Pagliariccio 31/01/2021

Liofilchem Roseto- Virtus Basket Rossella Civitanova Marche  77-75

Seguici su Facebook : MARCHE SPORT

 

Civitanova Marche, 31 gennaio 2021

 

Liofilchem Roseto- Virtus Basket Rossella Civitanova Marche  77-75

Il risultato è casuale, la prestazione no, avrebbe detto Zdenek Zeman. E al PalaMaggetti la Rossella Civitanova sfodera una prestazione da urlo, ma alla fine è la capolista Liofilchemo Roseto a prendersi i due punti, lasciando agli aquilotti solo gli applausi. Peccato perché la Rossella aveva fatto vedere di essere in palla sin dall’avvio nonostante la sfortuna, ricomparsa nelle vesti di un infortunio muscolare occorso a Milani nel riscaldamento, continui a martellare sulla squadra di coach Mazzalupi. 

Volando sulle ali del pick and roll Andreani-Lusvarghi e di un frizzante Casagrande, la Virtus nel primo periodo tocca anche il +8 (10-18 all’8’). Neanche i prematuri due falli che portano in panchina il play portorecanatese (sostituito alla grande da Cognigni, 11 punti nel solo primo tempo) placano gli ardori di una Civitanova che sembra avere tutta un’altra energia rispetto alla capolista. Coach Trullo si gioca presto la carta dell’acciaccato Valerio Amoroso, ma la musica sembra non cambiare nel secondo quarto, perché la difesa funziona e anche piedi per terra Roseto non punisce. Un rimbalzo offensivo di Lusvarghi vale addirittura il +11 (21-32 al 15’) nel cuore del secondo periodo, poi sale in cattedra l’Amoroso rosetano e all’intervallo lungo il vantaggio virtussino è ridotto a sette lunghezze (33-40). La Liofilchem aumenta i giri nella ripresa, con capitan Ruggiero a suonare la carica, ma la Rossella pare tenere botta. Almeno fino a quando Lusvarghi non commette il suo terzo fallo. La Rossella sbanda senza il suo punto di riferimento interno e Roseto, punto dopo punto, arriva a sorpassare (55-54 al 28’ col il 19° punto di Amoroso). Gli abruzzesi prendono in mano la gara e salgono fino al +7 (70-63 al 36’), Civitanova ha il merito di non crollare tornando più volte a -2, con Lusvarghi che a 30” dalla sirena fallisce anche il tiro per pareggiare. Il tourbillon dei falli sistematici non fa altro che consolidare il successo rosetano e certificare per la Rossella una sconfitta che fa male per come è arrivata ma che zavorra anche la classifica, che vede i civitanovesi in coda affiancati alla sola Teramo.

Queste le parole di coach Mazzalupi a fine partita: «C’è molta delusione e rammarico perché abbiamo fatto una grande partita, lottando come dei leoni con grande spirito di sacrificio. Non posso davvero recriminare nulla ai ragazzi. C’è molto dispiacere per un finale che ci ha visto sconfitti e per qualche episodio che non ha girato a nostro favore. Qualche tiro aperto, qualche disattenzione in difesa in meno, qualche fallo regalato nel momento di difficoltà, ma anche qualche fischio arbitrale che non mi è piaciuto per niente hanno fatto la differenza. Non è mia consuetudine parlare di arbitri, ma nel finale oggi qualche dubbio me l’hanno lasciato. Milani out? Ha avuto un problema muscolare in riscaldamento, nei prossimi giorni andremo a verificare le sue condizioni, in questo momento non possiamo dire nulla. Cerchiamo di essere fiduciosi perché domenica a Jesi ci aspetta un’altra battaglia. Se giochiamo come oggi non mi preoccupa nessun avversario e non mi preoccupa neanche la classifica. Chiedo solo un briciolo di fortuna sul fronte degli infortuni. Se l’atteggiamento è quello di oggi, non quello di mercoledì a Giulianova, la strada si farà sicuramente meno difficile». 

 

LIOFILCHEM ROSETO-ROSSELLA CIVITANOVA 77-75

ROSETO: Pedicone ne, Valentini ne, Di Emidio 2, Cocciaretto, Sebastianelli 1, Palmucci ne, Ruggiero 18, Pastore 5, Amoroso 21, Nikolic 17, Serafini, Lucarelli 13. All.: Trullo. 

CIVITANOVA: Montanari ne, Ciarapica ne, Cognigni 11, Andreani 9, Felicioni 3, Vallasciani 6, Amoroso 4, Lusvarghi 12, Casagrande 18, Rocchi 12, Milani ne. All.: Mazzalupi.

ARBITRI: Quadrelli, Manco.

PARZIALI: 17-20, 16-20, 26-17, 18-18.

 

Ufficio stampa Virtus Basket Civitanova Marche

Marco Pagliariccio

Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'