Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Femminile | Serie B Femminile

Elisa Gavagna e la sua immensa passione per la pallacanestro

Di Enrico Ferranti 04/05/2021

Elisa Gavagna e la sua immensa passione per la pallacanestro

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Elisa Gavagna e la sua immensa passione per la pallacanestro

"Il basket - per me - rappresenta una valvola di sfogo: non potrei farne a meno. Nel parquet penso solo a dare il massimo e fare del mio meglio". Elisa Gavagna, classe 2000, ha la palla a spicchi nel DNA. "Sono ala, ma posso giocare anche sotto canestro", le sue parole, "mi reputo una cestista versatile, capace di "misurarmi" in più ruoli....adattandomi facilmente a ciò che il Coach mi richiede. Mi piace lavorare sodo e migliorare costantemente: fosse per me starei sempre in palestra ad allenarmi. Non mollo mai, anche quando magari la partita è persa continuo a dare tutto quello che ho. Sono una testa calda (e molto autocritica), mi arrabbio molto facilmente: ciò mi porta a giocare istintivamente. Inoltre devo migliorare il tiro da fuori, aspetto su cui sto lavorando il più possibile". Entriamo più nel dettaglio di questa talentuosa cestista, ferrarese doc. "La mia passione per la pallacanestro è nata fin da quando ero piccola: mio papà era un allenatore e per tanti anni è stato proprio lui il mio Coach, in pratica sono cresciuta con la palla da basket in mano". Una carriera - quella di Elisa Gavagna - già prestigiosa. "Finchè è stato possibile ho giocato nella società maschile Scuola Basket Ferrara (SBF), tranne l'ultimo anno che ho fatto sia il campionato U14 maschile - sempre con la casacca SBF - sia quello femminile con la squadra di Vigarano. In seguito ho fatto molti anni nella Bonfiglioli, la squadra femminile di Ferrara, allenandomi anche con la prima squadra di serie A2. Nel 2018 - insieme ad altre mie due compagne - sono stata chiamata a giocare nella squadra U18 di Faenza, dove ho potuto finire la stagione. Successivamente la Bonfiglioli è diventata quella che è ora la Vis Rosa, dove l'anno scorso ho disputato la serie C e - sporadicamente - qualche partita in CSI". Infine l'approdo a Finale Emilia, in serie B. "Il Royal Basket è una bellissima esperienza di crescita personale: sono arrivata da poco e ciò che voglio fare è imparare il più possibile. Sto ancora cercando di abituarmi ai ritmi diversi di gioco che ci sono rispetto alla serie C e al modo di giocare con le mie compagne, però mi sto impegnando molto e spero di vedere presto i risultati. A mio parere questa squadra ha del grande potenziale....è ovvio che ci siano ancora molte cose su cui dover migliorare, ma tutte hanno voglia di fare, di lavorare e crescere". Fuori dal campo? "Sono una ragazza normalissima, molto timida e introversa: mi ritengo fortunata di far parte di un gruppo così accogliente con cui mi sto trovando veramente bene. Studio Scienze dell'Educazione a Ferrara e alleno alcune squadre di minibasket. Mi piace leggere, guardare film e serie TV....preferisco fare una serata tranquilla con i miei amici piuttosto che andare in discoteca". La conclusione. "Voglio terminare l'Università e continuare a giocare, per il resto non ho nulla di specifico in mente. Non ho un vero e proprio motto; cerco solo di essere la versione migliore di me, che sia nella pallacanestro o nella vita di tutti i giorni".

 

Enrico Ferranti.

Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'