Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | DNB

Simone Aromando è un giocatore dei Raggisolaris Faenza

Di Luca Del Favero

Pagina 1 di 1

15/10/2021

Simone Aromando è un giocatore dei Raggisolaris Faenza

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA 

 

Bentornato Simone Aromando! L’ala 24enne ritorna a vestire la canotta dei Raggisolaris dopo tre anni, avendola già indossata nella stagione 2017/18. La sua seconda avventura faentina inizierà alla grande, dato che debutterà domenica nel derby casalingo contro i Tigers Cesena. Aromando ha iniziato la stagione in serie A2 a Chieti, società con cui ha rescisso consensualmente il contratto nei giorni scorsi per firmare  con i Raggisolaris.

Nato a Monza il 2 settembre 1997, Aromando passa nel 2015 all’Olimpia Milano che lo manda in prestito a Bernareggio, dove vince la C Gold lombarda nel 2016/17. Nella stagione successiva passa ai Raggisolaris con cui debutta in serie B e proprio in Romagna inizia un percorso che lo porta a giocare sempre più vicino al canestro grazie al fisico e all’incredibile esplosività atletica. Dopo l’esperienza faentina gira l’Italia giocando a Teramo (2018/19), a Vicenza e a Vigevano nel campionato 2019/20 per poi passare a Bernareggio nel 2020/21, dove disputa una grande stagione. Nei play off si mette in luce risultando decisivo nel quarto di finale vinto proprio contro i Raggisolaris e nella semifinale persa con la Libertas Livorno, chiudendo la post season con 13,6 punti di media e 9,1 rimbalzi. Annata che gli apre le porte dell’A2 ed infatti si accasa a Chieti dove gioca la Supercoppa e due gare di campionato prima di sposare nuovamente i Raggisolaris.

“Sono contentissimo di essere ritornato – afferma Aromando - Già questa estate avevo ricevuto una proposta dalla dirigenza, ma per la prima volta mi ha cercato anche una società dall’A2 e ho voluto fare il salto di categoria. Purtroppo non è andata come speravo poi ho avuto ancora la possibilità dai Raggisolaris e l’ho subito accettata.

Rispetto a tre anni fa sono cresciuto molto come giocatore e come persona. Nel 2017 ero alla mia prima esperienza lontano da casa ed ero anche un ragazzino che aveva paura di giocare e mettere in mostra quello che aveva, poi negli anni ho acquisito sempre più fiducia e sono maturato. Ora voglio mettermi al servizio dei Raggisolaris già da domenica quando affronteremo Cesena, un derby molto sentito e che conosco bene avendolo giocato due volte. Sarà una gara tosta ed emozionante dentro e fuori dal campo. 

Non vedo l’ora di rivedere i tifosi di Faenza che mi hanno sempre voluto bene anche quando sono venuto a giocare da avversario come è accaduto lo scorso maggio quando ero a Bernareggio”.

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Raggisolaris Faenza

 

Rekico Faenza – Tigers Cesena 66-69 (14-17; 19-15; 20-20; 13-17)

Di Massimo Framboas

Pagina 1 di 1

18/10/2021

Rekico Faenza – Tigers Cesena 66-69 (14-17; 19-15; 20-20; 13-17)

Seguici su Facebook :  BASKET EMILIAROMAGNA

 

E’ di Cesena il derby del PalaCattani, un derby vinto con carattere e mostrando ancora margini di miglioramento per i ragazzi di coach Tassinari che, nel momento clou del match pescano due canestri di Mascherpa che valgono la strepitosa vittoria sull’ostico campo dei vincitori della Supercoppa.

Partenza stordente per Cesena che sciorina una pallacanestro fluida in attacco e chiude molto bene la strada verso il canestro ai Raggisolaris. Nasce così il parziale di 9-0 per Mascherpa e compagni nei primissimi minuti di primo quarto. Nella seconda metà di quarto però coach Serra ridisegna il quintetto manfredo e Faenza cambia faccia. L’intensità in difesa dei padroni di casa manda in difficoltà una Cesena ancora incostante in fase offensiva e la partita si mette sul perfetto equilibrio. Ottimo il contributo dalla panchina di Fabio Bugatti, a chiudere il primo tempo con 8 punti e l’ottimo 2/2 da 3 punti. Brava Faenza ad approfittare di alcune amnesie difensive bianconere nelle ultime azioni di primo tempo, che consentono ai padroni di casa di mettere il muso avanti per la prima volta nel match proprio sul finire dei primi 20 minuti di gioco.

Il terzo quarto non sfugge all’equilibrio con Anumba a prendersi la scena con un parzialino di 5-0 e rimbalzi ed assist. Ma l’equilibrio regna sovrano ed il match s’indirizza così verso l’ultimo quarto. A 6’36’’ dl gong lo 0/2 di Mascherpa sul 57-59 sembra lanciare oscuri presagi, ma è solamente l’inizio di una serie di palle perse da una parte e dall’altra, interrotte dall’1/2 di Vico ai tiri liberi a 5’33’’. Tassinari ridisegna nuovamente il quintetto affidandosi a 5’00’’ al quintetto base mentre Faenza va sul 60-59. Cesena continua a non segnare e a 4’37’’ per coach Tassinare arriva il momento di parlarci su. Per i bianconeri è ancora notte fonda in attacco e serve un Simona Anumba lanciato in contropiede per dare una opportunità in attacco ai Tigers, A 3’46’’, davanti ai suoi ex tifosi, il numero 3 cesenate fa ½ per il 60 pari e Faenza palla in mano. La tensione si taglia a fette. Reale segna sui 24’’ e Genovese risponde da sotto. Il cronometro corre. A 2’12’’ Genovese sbaglia da sotto dopo il canestro di Reale. Sull’altro lato del campo, a rimbalzo, Mascherpa commette fallo su Poggi mandandolo in lunetta a 1’59’’. E’ 66-62 e Petrucci ommette un fallo sciocco sulla transizione di Macherpa. Il capitano, in faccia alla curva manfreda, non trema e imbuca i liberi del 66-64. Continua a correre il cronometro. L’errore di Poggi dall’arco lancia Mascherpa con fade away del 66 pari a 1’05’’. Ancora un errore di Reale e rimbalzo Cesena. Genovese sbaglia il 66-69, ma è pronto il capitano che s’inventa la bomba del 66-69 a 1’’ e 9 decimi. Time out Faenza, ma dalla rimessa non arriva il canestro del pareggio.

I Tigers Cesena espugnano così il PalaCattani e inanellano la seconda vittoria consecutiva in attesa della seconda trasferta di fila, ad Ancona, prima di riabbracciare i propri tifosi al Carisport.

Rekico Faenza – Tigers Cesena 66-69 (14-17; 19-15; 20-20; 13-17)

Rekico Faenza: Aromando 10, Siberna 10, Vico 4, Ballabio 10, Poggi 8, Reale 13, Morara 2, Petrucci 4, Ugolini 5, Bianche NE, Cortecchia NE, Rosetti NE. All.: Serra.

Tigers Cesena: Bugatti 12, Nwokoye 10, Anumba 8, Mascherpa 17, Moretti 2, Genovese 11, Gallizzi 2, Ndour 2, Brighi 5, Arnaut NE. All.: Davide Tassinari.

 

 

Massimo Framboas - Ufficio Stampa Tigers Cesena

Raggisolaris Faenza 66 Tigers Cesena 69

Di Luca Del Favero

Pagina 1 di 1

17/10/2021

Raggisolaris Faenza 66   Tigers Cesena 69

Seguici su Facebook - BASKET EMILIAROMAGNA  

 

 

I RAGGISOLARIS PERDONO IL DERBY AL FOTOFINISH

 

Raggisolaris Faenza 66   Tigers Cesena 69

(14-17; 33-32; 53-52)

FAENZA: Bianchi ne, Aromando 10, Siberna 10, Vico 4, Ballabio 10, Poggi 8, Reale 13, Morara 2, Petrucci 4, Ugolini 5, Cortecchia ne, Rosetti ne. All.: Serra

CESENA: Bugatti 12, Nwokoye 10, Anumba 8, Mascherpa 17, Moretti 2, Genovese 11, Gallizzi 2, Ndour 2, Arnaut ne, Brighi 5. All.: Tassinari

ARBITRI: Grappasonno e Giambuzzi

Se lo aggiudicano i Tigers il derby del PalaCattani, gara combattuta ed intensa risolta da un canestro di Mascherpa ad un secondo dalla fine. In una stupenda cornice di pubblico le due squadre si danno battaglia per quaranta minuti senza mai risparmiarsi.

Partono forte i Tigers portandosi subito sul 9-0 poi i Raggisolaris trovano le giuste contromisure soprattutto in difesa e si portano ad una sola lunghezza (12-13) grazie ai liberi di Ballabio. Cesena prova ancora ad allungare questa volta con Bugatti (27-22), ma la squadra di Serra strappa con la forza l’inerzia del match affidandosi ad Ugolini. L’ala segna prima la tripla del 27-28 finalizzando un’azione nata da una sua palla recuperata poi a fil di sirena segna il 33-32, primo vantaggio faentino del match.

Il punteggio basso non deve trarre in inganno, perché il derby continua all’insegna delle emozioni e dell’equilibrio ed infatti al 37’ il punteggio è di perfetta parità: 60-60. Due liberi di Poggi portano i Raggisolaris sul 66-62 a 1’50’’ dalla fine, ma a salire in cattedra è Mascherpa prima segnando i punti della parità e poi con la tripla del 69-66 a 1’’ dallo scadere. Serra chiama time out e l’ultimo tiro è affidato a Petrucci: la sua conclusione non trova il bersaglio.

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Raggisolaris Faenza

Tigers Cesena a Faenza dopo il pieno di fiducia contro Rieti

Di Massimo Framboas

Pagina 1 di 1

17/10/2021

Tigers Cesena a Faenza dopo il pieno di fiducia contro Rieti

Davide Tassinari - Photo Virtus Imola

Seguici su Facebook - BASKET EMILIAROMAGNA  

 

Nuovamente sul parquet e nuovamente di fronte ad un match dall’elevato tasso di difficoltà con in più l’insidia del match “away” e nemmeno su un campo qualunque. È nuovamente derby per i bianconeri di coach Tassinari che domenica risaliranno la via Emilia con destinazione Faenza, dove ad attendere Mascherpa e compagni ci saranno i Raggisolaris di coach Alberto Serra, ovvero una delle squadre più in forma del campionato.

 

Pur non sfuggendo al pronostico, cosa riuscita invece molto bene ai Tigers contro la Sebastiani Rieti, domenica scorsa Petrucci e compagni hanno venduto cara la pelle sui legni del Flaminio contro la corazzatissima Rimini. Dopo tutto la fresca affermazione in Supercoppa fregia i neroverdi di un biglietto da visita di tutto rispetto. Tutto merito del tecnico manfredo che in pochissimo tempo è riuscito a trovare la giusta alchimia per far coesistere un gruppo di giocatori di assoluto rilievo per la categoria. Su tutti, non ce ne voglia il succitato capitano, Sebastian Vico, vero gioiello del mercato faentino e che certo non ha bisogno di presentazioni. Che dire poi di Giacomo Siberna, ben conosciuto dalle parti di Cesena con indosso la maglia di Orzinuovi. Non solamente esterni. Faenza si è ben copertata sul mercato anche per quanto concerne il reparto lunghi, assicurandosi i servigi dell’ala Giovanni Poggi, 24 primavere ma già reduce da 3 stagioni al piano di sopra. I tifosi romagnoli se lo ricorderanno in maglia Crema 4 anni orsono. Accanto a lui l’ex Ozzano e Imola Marco Morara, anch’egli avversario dei Tigers ormai di lungo corso. Non solo giocatori esperti o espertissimi, ma anche giovani di prospettiva al servizio di coach Serra. Ne è l’esempio il classe 2000 Pietro Ugolini che, pronti e via, ha iniziato a viaggiare nei primi 80 minuti di campionato a 11 punti di media tirando da 3 con il 60%. Thomas Reale e Riccardo Ballabio chiudono la batteria di giovani terribili. Perso l’infortunato Ferrari, cui va il più sincero in bocca al lupo cesenate, i manfredi non hanno invece perso tempo e hanno richiamato dalla A2 Simone Aromando, già in maglia Rekico nella stagione 2017/18.

Coach Tassinari continua a non guardare in faccia a nessuno pur rispettando tutti e, dopo aver chiesto e ottenuto dalle sue tigri il primo colpo della stagione, ora chiede ai suoi di tentare l’impresa lontano dal Carisport: “Veniamo da un’ottima settimana e da un’ottima prestazione che ci ha dato tanta energia e convinzione. Chiaro che in questo campionato è sempre più difficile vincere in trasferta e per di più incontriamo una squadra che prima di perdere con Rimini, non chiunque, ha vinto ben 7 partite di fila e si è portata a casa la Supercoppa. Noi però dobbiamo fare la nostra partita. Ci siamo preparati bene e dobbiamo cercare di andare a prenderci i due punti su campo difficilissimo. Faenza è in fiducia, gioca bene, fa girare molto bene la palla. Dovremo dare continuità al nostro gioco in attacco e mettere in pratica quanto ben preparato in settimana. Carichi!”

Il match sarà trasmesso in diretta streaming in esclusiva su LNP Pass, mentre per i tifosi che si fossero ancora abbonati alla piattaforma, l’ufficio stampa Tigers Cesena metterà a disposizione una radiocronaca live sulla pagina Facebook Tigers Cesena. Palla a due alle ore 18:00 al PalaCattani di Faenza, arbitrano Fulvio Grappasonno di Lanciano (CH) e Umberto Giambuzzi di Ortona (CH).

 

 

Massimo Framboas

UFFICIO STAMPA & COMUNICAZIONE

 

 

 

Presentazione partita Raggisolaris Faenza - Tigers Cesena

Di Luca Del Favero

Pagina 1 di 1

16/10/2021

Presentazione partita Raggisolaris Faenza - Tigers Cesena

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

 

AL PALACATTANI SI GIOCA IL DERBY TRA RAGGIDSOLARIS E TIGERS CESENA

 

La grande classica della pallacanestro romagnola è pronta a scrivere un nuovo ed emozionante capitolo. Domenica alle 18 al PalaCattani si giocherà il derby tra Raggisolaris e Tigers Cesena, quattordicesimo atto di una sfida avvincente inizia nel lontano 2014 in C Gold. In maglia faentina debutterà Simone Aromando, arrivato in settimana da Chieti (serie A2), già ai Raggisolaris nella stagione 2017/18.

Lo spettacolo sarà anche fuori dal campo, perché si prevede una grande cornice di pubblico al PalaCattani; i biglietti si possono acquistare sabato dalle 10 alle 12 in sede e dalle 17 di domenica alla biglietteria del palasport oppure on line sul circuito di Liveticket.

L’AVVERSARIO Il graffio della tigre ha già colpito la prima vittima illustre. Scottati dal ko dell'esordio con l'Andrea Costa Imola, i Tigers si sono riscattati superando 61-58 la Real Sebatiani Rieti, una delle corazzate del girone, giocando una partita di grande lucidità mentale. Dopo essere andata avanti di qualche punto, infatti, Cesena ha respinto tutti i tentativi di rimonta degli avversari grazie al gioco di squadra e alle qualità di un gruppo che ha confermato tutto il proprio valore.

E pensare che l'inizio stagione non era stato dei più positivi per i bianconeri di coach Davide Tassinari, subito eliminati in Supercoppa da Imola, e alla ricerca dei migliori equilibri considerando anche che l'0rganico ha visto cambiati tutti i dieci giocatori. Al primo esame di maturità però i Tigers hanno risposto alla grande.

Fiore all'occhiello del mercato cesenate è l'esperta coppia arrivata da Reggio Calabria (serie B) formata dal playmaker Giulio Mascherpa, 19 punti di media con 7.5 rimbalzi nelle prime due gare, e dall'ala Salvatore Genovese, secondo miglior marcatore dei suoi con 12.5 punti di media. Alle loro qualità si uniscono la fisicità del centro Obinna Nwokoye, ex Cecina (serie B), terzo miglior realizzatore dei suoi con 10 punti, e l'atletismo dell'ex di turno Simon Anumba, già messosi in luce con 7.5 rimbalzi di media.

Giocatori importanti per la serie B sono anche Antonio Brighi, play\guardia ex Fiorenzuola (serie B), l'ala Fabio Bugatti, nella scorsa stagione a Vigevano (serie B), e la guardia\ala sammarinese Gioele Moretti, compagno di nazionale di Ugolini.

Il reparto under è composto dal playmaker classe 2000 Ezio Gallizzi, reduce dal campionato in B alla Sutor Montegranaro, dal centro Renè Maurice Ndour (2000), giocatore di grande impatto fisico e alto 2.06 m, e dalla guardia\ala bosniaca Vladan Arnault (2001), salito dalla C Silver laziale dove nella scorsa stagione militava con colori della Virtus Valmontone.

I PRECEDENTI Quella di domenica sarà la quattordicesima volta che Raggisolaris e Tigers si affronteranno in un incontro ufficiale, una sfida iniziata in C Gold nella stagione 2014/15 quando ancora 'le tigri' erano a Forlì. Il bilancio vede i cesenati avanti 8-5.

IL PREPARTITA “Il derby con Cesena è da sempre una partita molto sentita dai nostri tifosi – spiega la guardia Sebastian Vico – e faremo di tutto per vincerla per loro, ma soprattutto per noi, perché in palio ci sono punti davvero importanti. Arriviamo carichi e motivati a questa gara e con tanta voglia di riscattare la sconfitta con Rimini, volendo mostrare ancora una volta tutte le nostre qualità.

Cesena è una squadra di valore con due o tre giocatori molto bravi in attacco, anche se è tutto il gruppo ad avere qualità come si è visto nella vittoria contro Rieti, partita che ha dato loro ancora maggiore fiducia.

Noi dovremo essere sfacciati come lo siamo stati durante la Supercoppa, ovvero giocare la nostra pallacanestro sempre a viso aperto e mantenendo alta l’intensità. La chiave sarà come sempre la difesa, perché da lì parte la nostra carica offensiva ed emotiva come si è visto a Rimini nei primi trenta minuti e in tutte e sette le gare di Supercoppa. A rendere il derby ancora più bello sarà la cornice di pubblico e credo proprio che sarà una bella sfida dentro e fuori dal campo”.

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Raggisolaris Faenza

Raggisolaris Faenza - Conosciamo il prossimo avversario : Tigers Cesena

Di Luca Del Favero

Pagina 1 di 2

14/10/2021

Raggisolaris Faenza  -  Conosciamo il prossimo avversario : Tigers Cesena

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA 

 

 

Cesena: Mascherpa E Genovese Guidano Un Gruppo Che Ha Già Battuto La Big Rieti

Il graffio della tigre ha già colpito la prima vittima illustre. Scottati dal ko dell’esordio con l’Andrea Costa Imola, i Tigers si sono riscattati superando 61-58 la Real Sebatiani Rieti, una delle corazzate del girone, giocando una partita di grande lucidità mentale. Dopo essere andata avanti di qualche punto, infatti, Cesena ha respinto tutti i tentativi di rimonta degli avversari grazie al gioco di squadra e alle qualità di un gruppo che ha confermato tutto il proprio valore.

E pensare che l’inizio stagione non era stato dei più positivi per i bianconeri di coach Davide Tassinari, subito eliminati in Supercoppa da Imola, e alla ricerca dei migliori equilibri considerando anche che l’0rganico ha visto cambiati tutti i dieci giocatori. Al primo esame di maturità però i Tigers hanno risposto alla grande.

Fiore all’occhiello del mercato cesenate è l’esperta coppia arrivata da Reggio Calabria (serie B) formata dal playmaker Giulio Mascherpa, 19 punti di media con 7.5 rimbalzi nelle prime due gare, e dall’ala Salvatore Genovese, secondo miglior marcatore dei suoi con 12.5 punti di media. Alle loro qualità si uniscono la fisicità del centro Obinna Nwokoye, ex Cecina (serie B), terzo miglior realizzatore dei suoi con 10 punti, e l’atletismo dell’ex di turno Simon Anumba, già messosi in luce con 7.5 rimbalzi di media.

Commenti

PUBBLICITA'