Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Dilettanti | Serie D

Il punto del D...irettore

Di Mirco Mariotti

Pagina 1 di 2

20/10/2021

Il punto del D...irettore

Fonte Corriere Romagna


"Ne rimarrà soltanto uno" dichiarò Highlander. Per ora "uno" si chiama Rimini, solo al comando della classifica del girone D dopo sei turni di campionato. I romagnoli espugnano San Mauro Pascoli, mentre il Mezzolara si fa rimontare e sconfiggere tra le mura amiche dalla Correggese. Al secondo posto balza il Lentigione, vittorioso a Bagnolo in Piano nel derby reggiano, mentre nelle zone sottostanti governa l'equilibrio (15 squadre in 4 punti), con Aglianese e Sasso Marconi (ottimo il pareggio in quel di Ravenna, ma perde per infortunio Fiorentini, nda) un pelo sopra alle altre. Male invece il Cattolica in terra friulana nel girone C. Ma andiamo ad analizzare partita per partita quello che è accaduto sui campi che hanno visto protagoniste le formazioni emilianoromagnole partecipanti al campionato di Serie D.

Partiamo dal girona C e dalla sconfitta, la quarta in cinque partite di campionato, del Cattolica SG per 4-1 sul terreno del Cjarlins Muzane, al primo successo casalingo. Partono forte gli arancioazzurri: minuto 12, Rocco, ex Imolese e Lentigione, lancia in profondità Michelotto che, appena entrato in area, viene atterrato da Scotti, il direttore di gara non ha dubbi e decreta il calcio di rigore alla formazione friulana, dal dischetto si presenta Rocco che realizza con un tiro forte e centrale che spiazza l'estremo difensore del Cattolica. Al 20' ancora Rocco pericolosissimo con una bordata che si stampa sulla traversa, con Scotti battuto. Al 25', alla prima incursione offensiva, i giallorossi pervengono al pareggio con Abubakar che, dopo essersi liberato da Bran, entra in area e scarica un preciso diagonale che sbatte sul palo prima di infilarsi in fondo alla rete. Ma al 40' i padroni di casa ritornano in vantaggio: calcio di punizione battuto da Michelotto, il quale scodella in area e Bussi, di testa, infila la sfera alle spalle di Scotti. Dopo nemmeno un minuto dall'inizio della ripresa, Michelotto, in piena area, lascia partire una conclusione a giro che incoccia in pieno l'incrocio dei pali. E' il preludio alla terza marcatura, che arriva al 48' , con Rocco che recupera palla a centrocampo e lancia Agnoletti che, solo davanti a Scotti, lo trafigge anticipando l'uscita del portiere giallorosso. Al 66' Rocco si libera della marcatura di Strasser e, dal limite, colpisce il palo. Al minuto 80 è l'ex giocatore Forlì D'Appolonia a colpire il quarto legno di giornata. Al minuto 87 è un diagonale di Forestan a chiudere la partita sul definitivo 4-1.
Cattolica che rimane penultimo in classifica a 3 punti, assieme all'Ambrosiana, unica squadra finora battuta. Girone C che, dopo cinque giornate, vede un padrone assoluto, l'Arzignano Valchiampo, ancora a punteggio pieno e con quattro punti di margine sulla Luparense.
Ecco gli altri risultati della 5a giornata del girone C: Ambrosiana-Campodarsego 0-1, Caldiero Terme-San Martino Speme 3-0, Cartigliano-Union Clodiense 1-2, Delta Porto Tolle-Arzignano Valchiampo 0-4, Dolomiti Bellunesi-Este 2-2, Mestre-Levico Terme 1-1, Montebelluna-Adriese 1-0, Spinea-Luparense 0-3.

Passiamo al girone D e partiamo dal Rimini, vittorioso per 1-2 al "Macrelli" nel derby romagnolo disputato contro la Sammaurese. Al minuto 11, Germinale, ben servito da Piscitella sulla sinistra, viene ostacolato in area da Casadio, l'arbitro vede gli estremi del penalty per i biancorossi, dal dischetto si presenta lo stesso Germinale che spiazza Adorni e porta in vantaggio il Rimini. Sei minuti più tardi è lo stesso attaccante del Rimini a causare un rigore, a favore dei padroni di casa, per un nettissimo fallo di mano su un tiro ravvicinato di Gurini, dal dischetto si presenta Merlonghi che trafigge Marietta, che aveva comunque intuito il tiro dell'attaccante della Sammaurese, ed impatta il risultato. Al 25' ancora Germinale protagonista con un colpo di testa che si stampa sul palo. Ma al 34' Piscitella sulla sinistra serve Gabbianelli (nella foto l'esultanza) che, da ottima posizione, di sinistro fredda Adorni e porta in vantaggio nuovamente il Rimini. Nella ripresa la Sammaurese cerca, ma mai con troppa convinzione, di pareggiare l'incontro, ma la difesa ospite controlla senza patemi e porta a casa tre punti che significano primato solitario in classifica.
Il Lentigione batte per 0-2, al "Fratelli Campari", la Bagnolese nel sentitissimo derby reggiano e si issa al secondo posto in classifica. Partono bene i padroni di casa che, al minuto 11, sugli sviluppi di un corner, segnano con un colpo di testa di Dembacaj, ma il secondo assistente annulla per offside. A passare in vantaggio, al minuto 52, è invece la formazione di mister Serpini, anche in questo caso da calcio d'angolo, battuto da Staiti, con Sala che, di testa, dall'altezza del dischetto del rigore, fulmina Corradi. Al 60' si complica la partita per la formazione rivierasca, Rossini commette fallo a centrocampo ai danni di Marani, secondo giallo e doccia anticipata. I padroni di casa spingono alla ricerca del pareggio, ma la concretezza premia il Lentigione che, al minuto 94, chiude il match con un tiro dal limite di Adusa che si insacca nel sette alle spalle di Corradi.
Il Mezzolara viene sorpreso dalla Correggese e viene sconfitto allo "Zucchini" per 1-2, prima sconfitta in campionato per la squadra di Michele Nesi, salutando così il primato in classifica. Al 21' Triggiani, ben servito da Rossi, viene steso in area da Mora in uscita, rigore netto che l'arbitro non ha difficoltà a concedere ai padroni di casa, dal dischetto si presenta Cortesi che trafigge l'estremo difensore ospite con una conclusione rasoterra, non angolatissima. Al 32' i padroni di casa vanno vicinissimi al raddoppio con Triggiani che, all'altezza del dischetto, calcia al volo e colpisce la base inferiore della traversa. Al 41' la formazione di Graziani perviene al pareggio grazie ad una percussione sulla sinistra di Damiano che, dopo aver superato in velocità un difensore, entra in area e spara una fucilata, dall'altezza del vertice sinistro dell'area, che si infila sotto l'incrocio dei pali. Al 49' secondo legno di giornata per il Mezzolara, lo colpisce Rossi, direttamente da calcio piazzato dai venticinque metri. Al 55' Damiano recupera dall'out sinistro un pallone destinato a fondo campo, palla tesa al centro per Lucatti che, da pochi centimetri, deve solo appoggiare in rete il gol che varrà il successo per i reggiani. Al 63' Notari commette fallo a metà campo su Triggiani, il direttore di gara gli mostra il secondo giallo e lascia la Correggese in dieci uomini. Nonostante ciò, gli ospiti sono ben messi in campo e si difendono con ordine. Al minuto 83, su calcio piazzato dalla distanza, Simoncelli colpisce il palo alla destra di Malagoli, sfiorando un clamoroso tris. Ma il Mezzolara, che avrebbe meritato decisamente il pari, trova uno strepitoso Mora in almeno tre circostanze, con Rossi che, a porta sguarnita, si mangia nel finale il gol del possibile 2-2.
Termina 1-1 la sfida del "Ballotta" di Fidenza tra Borgo San Donnino ed Aglianese. I padroni di casa passano in vantaggio proprio allo scadere della prima frazione di gioco grazie a Salami che, da ottima posizione, ben assistito da Rossi, infila Ricco. Un'Aglianese più in palla nel secondo tempo, ed i neroverdi agguantano il pari al 74' sugli sviluppi di un corner battuto dalla sinistra dall'ex Mezzolara Artioli, Brega risolve una mischia in area e la butta dentro alle spalle di Frattini, che pochi istanti prima aveva respinto una conclusione ravvicinata di un giocatore ospite.

 

Commenti

PUBBLICITA'