Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Dilettanti

Punto alla decima della Promo D

Pagina 1 di 1

16/11/2021

Punto alla decima della Promo D

 

Seguici su Facebook: DILETTANTI BO

Passione e Promozione

Il Bentivoglio in Settebello sempre piu’solo al comando ;il Faro cede allo Zola nel big match del Filippetti.

Capolista implacabile; alle spalle Faro,  e lo  Zola in risalita,  l’Atletico raggiunto a Trebbo nel finale, Portuense bloccata in casa dalla Libertas. Osteria corsara a Porretta.

La capolista comanda a -28-, Faro a 21 , Zola a 20, Atletico Castenaso 18, , Portuense a 17 , ecco la prima fascia. A centro classifica  Libertas CSP a 15 , Osteria Grande, Trebbo e Porretta a 13, Sesto Imolese  a 11, Fossolo e Sasso Marconi a 10 , Funo a 4 e chiude la classifica l’Airone,  con 3 punti.

22 reti segnate , 2 vitttorie esterne, 3 pareggi.

D’Este entra nel guiness 3 gol in mezzora,Budriesi arriva a Osteria e piazza la doppietta vincente a Porretta.

Ma scendiamo in campo….

 Nella legge dei numeri domina  il sette per il Bentivoglio rullo compressore, sempre piu’ solo al comando del campionato con sette punti di vantaggio , ne rifila sette al Funo che non si scompone ben sapendo che le sue battaglie di salvezza saranno ben altre. E’ una carrellata di sette reti in una partita senza storia dove la forza del team di Galletti fa fatica ormai  ad estorcere aggettivi che non siano scontati . Nick Shark D’Este ne fa tre in 28 minuti  poi Colle e Fratangelo mandano le squadre al riposo gia’ sul 5 a 0. Nella ripresa tocca a Lipparini fare doppietta per il Settebello Rossoblu’ che si avvicina al titolo invernale dal quale lo separa solo un po’ di matematica…

 

 Sul sintetico del Filippetti lo Zola emerge con merito  nel big match battendo col  classico punteggio il Faro che registra la prima sconfitta stagionale. Sul campo amico i padroni di casa con in panchina Mister Zaza nuovo tecnico in sostituzione di Mister Pani dimissionario in settimana, esibiscono la prestazione sopra le righe e solo con questa avrebbero avuto difatti ragione sulla seconda forza del torneo. Decisa e determinata la prova dello Zola che prende fin dall’inizio il comando delle operazioni,  grazie al gioco ed al grande spessore tecnico della squadra. Dopo il primo tempo in bianco , l’inizio di ripresa e’ fatale al Faro quando Marzillo batte Masinara e porta in vantaggio la squadra di Zaza. La reazione del Faro non si concretizza ed anzi lo Zola ribadisce in raddoppio quasi a meta’ frazione con Gilli , uno dei suoi gioielli, ancora in gol. Per il Faro di Cristian Cati giunge la prima sconfitta che li chiama al pronto riscatto in un’altra temibile trasferta bolognese, nella tana fossoliana.

 

 

Al Trebbo Stadium Atletico Castenaso raggiunto nel recupero e pareggio finale  tra gli orange di  Vito Melotti ed i blaugrana di Gianni Mazzoni. E’ l’Atletico, orfano di assenze molto importanti, a fare la gara sin dall’inizio disputando un primo tempo notevole per supremazia territoriale e conduzione di manovra . Albertazzi e’ bravo e in un paio di occasioni  dice di no. Il Trebbo con Arteritano si fa pericoloso in due circostanze ma Musiani e’ molto attento. Primo tempo blaugrana con Trebbo attento e sornione e si va al riposo in bianco. Al rientro gli ospiti spingono sul gas e al decimo di gioco, grazie ad Andrea Sani si procurano un penalty che il neo acquisto Meacci trasforma battendo Albertazzi. Per l’Atletico in vantaggio si prospetta un’attenta gestione e Neri colpisce il palo fallendo il raddoppio. Passano i  minuti e per gli ospiti sembra vittoria, ma il Trebbo ha la grande dote di non mollare mai e con carattere , grinta e forza di volonta’, al cospetto di un’avversaria di grande valore, ci crede fino alla fine e vede premiato lo sforzo quando al 91’ nell’ultima chance, guadagna il corner ; Gabriel Tondi la mette in mezzo e Pasolini riesce a battere Musiani per l’insperato pareggio.

 

 Al Bellini Portuense e Libertas danno vita ad un bel pareggio. I locali partono forte con ritmo e manovra e i rossoneri, in velocita’ ed in aggressione,  concretizzano a meta’ frazione quando da una importante  iniziativa di Karapici,  Nordi e’ molto bravo ad anticipare Stanzani dribblandolo e a  portare i vantaggio i padroni di casa. E’ una frazione nella quale la Portuense e’ lo specchio di un grande Mattia Filippi, autentico mattatore , che sale in cattedra e ne detta tutte le manovre avanzate. I locali pero’ non riescono a chiuderla e questo sara’ fatale nel proseguo di gara . Nel secondo tempo, difatti, passano i minuti e  cambia tutto , si abbassano i rossoneri e la Libertas , sale di campo, tono e ritmo e dopo un palo di Contri , la squadra di Evangelisti concretizza e raggiunge il meritato pareggio  con Formisano che con un bellissimo piazzato batte Savut. Poi lo stesso Formisano e Bonfieni hanno sui piedi altre due palle gol che non sfruttano e si va al  fischio finale con un pareggio che aldila’ delle recriminazioni di parte, risulta giusto per le compagini in campo.

 

Gara bellissima, intensa e palpitante a Porretta . L’ Osteria Grande e’ sugli scudi in una battaglia agonistica porta via dal Sabattini la posta piena piegando in 10 uomini per l'intero secondo tempo un Porretta, giovane, veloce e determinato che dimostra in pieno il proprio ottimo stato di salute. Pronti via sul biliardo del Cesare Sabattini , verde smeraldo per la copiosa pioggia della notte, e Genuario,felicemente imbeccato, incredibilmente mette a lato da un metro . Squadre che si affrontano a viso aperto senza risparmiarsi colpi proibiti . L'Osteria manovra come abituata in modo avvolgente ,affondando sia per vie laterali che per vie centrali, mostrando il terminale di ruolo, fisico ed esperienza che le mancava, Michael Budriesi, fresco biancoblu’. Ed e' proprio il nuovo centrattacco biancoblu' a sbloccare il match: sulla catena di sinistra si evidenzia la ditta Dongellini & Gabrielli che confezione un corner. Dalla bandierina Genuario pennella, breve rimpallo, spizzata e palla a Michael Budriesi che come un cobra piazza il morso e gonfia la rete di destro. Vantaggio Biancoblu' .La reazione blu orange e' veemente e corposa .

Alle manovre biancoblu' il Porretta ribatte colpo su colpo con grinta, determinazione, velocita' ed un assetto tecnico tattico dove brilla il talento di Adeyemi Abayomi, un continuo pericolo su ogni pallone giocato. Sull'ennesima manovra di attacco blu orange, che fa insistente la propria reazione e pressione, la difesa biancoblu'commette fallo da rigore sull'ottimo Paselli che il direttore di gara sanziona senza indugio. Dal Dischetto Adeyemi non fallisce e pareggia le sorti. Si arriva all' intervallo in pieno equilibrio.

Al rientro in campo il Direttore di gara prende una decisione che dalla reazione di tutti sembra poco felice e molto contestata e che rischia di cambiare il volto della gara. Cane',  viene espulso direttamente per un fallo sulla mediana apparso a tutti da ammonizione. In 10 uomini Mister Marrese riorganizza l'assetto e lo scacchiere ,che non e' di contenimento ma col passare dei minuti prende piu' corpo ed in 10 l'Osteria aumenta i giri del motore. Il Porretta cala fisicamente dopo aver speso tantissimo e i biancoblu accellerano sul gas. Entra lo spagnolo Ismail Chaabouchi , nuovo acquisto con Budriesi, e l' iberico al primo pallone sfiora il gol e al secondo ,con una veronica viene atterrato platealmente in area. Mancano una decina di minuti al termine e Michael Budriesi si presenta sul dischetto. Glaciale piatto di destro, raddoppio , doppietta e importante vittoria che va in porto dopo le ultime apprensive battute finali di gestione della gara col Porretta che si butta a capofitto ma rischia anche in contropiede. Prova corale di grande spessore ed impatto tecnico agonistico del collettivo biancoblu' per questa'Osteria che vince su un campo storico e difficile, contro un grande Porretta, forte e giovane .

 

 

 Tra Sesto Imolese e Fossolo e’ pareggio finale nella splendida cornice della  bombonera del Romeo Galli di Imola.Parte molto deciso il Fossolo di Santaniello prendendo subito in mano le redini della partita con una buona gestione di palla e imprimendo un ritmo molto alto sull'asse Bufo-Gabrielli-Crisci.Le azioni insistite del Fossolo sono comunque ben contenute dal Sesto e da un ottimo Piticchi che si rileverà il migliore in campo per i rossoblù .Al 15 da segnalare una occasionissima per il Fossolo: percussione sulla fascia sinistra, cross al centro e, da buonissima posizione, il giovane e bravo Manieri colpisce la traversa di testa quando sembrava un gol fatto.Sul finire del primo tempo si registra una timida reazione del Sesto che riesce a portare qualche minaccia in area avversaria.Il secondo tempo riparte sulla falsa riga del primo e al 57' Crisci, inossidabile squalo di Vasto, porta il meritato vantaggio al Fossolo attaccando una palla sporca sul filo del fuorigioco e superando l'attento Calzolari con un preciso pallonetto.I padroni di casa provano a riorganizzarsi  aumentando il ritmo ma il Fossolo gestisce bene la gara e anzi crea un paio di mischie in area che per poco non portano al raddoppio.Si arriva all'80' quando, da una ripartenza del Sesto sulla trequarti avversaria, Lorenzo Spada  punta la difesa e serve in area Nicolò Conti che entra in contatto con il portiere ospite Mantovani; per il Direttore di gara è rigore tra le veementi proteste dei giocatori del Fossolo.Si incarica della battuta Piticchi che, con un preciso rasoterra, spiazza Mantovani e realizza il pareggio che rimarrà tale fino al termine della gara. Un ottimo punto per il Sesto Imolese  di Mister Andrea Merenda , in una gara faticosa e sofferta, orfano del suo alfiere Marco Tattini,  ma con il grande merito di non aver mai mollato, con grinta e carattere da vendere,  rimanendo in partita fino alla fine mentre per il Fossolo un risultato che sta un po' stretto per quanto visto in campo…

 

 Al Gino Pederzini di Calderara scoppiettante ed emozionante  gara tra l’ Airone di Mister Sbarra ed il Sasso Marconi di Mister Collina. Hanno la meglio i giovani gialloblu’ ospiti in una gara aperta e combattuta, a tratti anche spigolosa, dove i padroni di casa hanno sempre reagito raggiungendo ed inseguendo per ben due volte la partita e cedendo solo nel finale. E’ il Sasso ad andare in vantaggio,attorno al 20’ con Visintainer su calcio di rigore. All’inizio di ripresa l’Airone molto determinato raggiunge subito il pari con Capizzi. Ma poi a meta’ frazione e’Corvino protagonista del nuovo vantaggio  gialloblu’. Capitan Pasquini ,come di sovente, si carica la squadra sulle spalle e pareggia per i compagni di squadra. Per l’Airone l’impresa del doppio pareggio  sembra fatta,  ma il Sasso Marconi e’ come sempre straordinariamente  vivo e spumeggiante e vuole la posta piena, che  a cinque dal termine raggiunge con la rete di Fini.

 

La copertina e’ per Nicholas Shark D’Este 

Suona la campanella dell’11’ mo round ….e quindi anticipo di notevole interesse al Ferrante Ungarelli di Osteria Grande  alle 20.30 di sabato 20  tra l’Osteria e lo  Zola, terza forza del campionato in una gara tutta da seguire.

Altro match da seguire al Comunale di Castel San Pietro dove la Libertas ospitera’ il Porretta. Capolista ospita l’Airone ,Faro scende a Fossolo,  Atletico Castenaso ospita il Sesto Imolese, Superderby Funo- Trebbo e conclude Sasso Marconi –Portuense al Carbonchi.

Allacciamo le cinture …..Passione e Promozione…

 Gianfilippo Rossi

Redazione ERS

Commenti

PUBBLICITA'