Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Professionisti | Serie A

Intervista concessa alla Gazzetta dello Sport al Presidente di Virtus Segafredo Bologna Massimo Zanetti

Di Jacopo Cavalli

Pagina 1 di 1

28/06/2022

Intervista concessa alla Gazzetta dello Sport  al Presidente di Virtus Segafredo Bologna Massimo Zanetti

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Intervista concessa alla Gazzetta dello Sport  al Presidente di Virtus Segafredo Bologna Massimo Zanetti

Zanetti: “Sono più che orgoglioso della stagione della nostra pallacanestro, sia maschile sia femminile”

In una lunga intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, il Presidente di Virtus Segafredo Bologna Massimo Zanetti ha parlato a 360° tra basket e ciclismo (l’altra sua grande passione con la Trek-Segafredo), questo un estratto delle sue dichiarazioni.

Da dove nasce la sua passione per il ciclismo? “Sono di Treviso…. La città più ciclistica d’Italia. Abitavo vicino a Giovanni “Nani” Pinarello, leggendaria maglia nera del Giro, e grande costruttore di bici. Con una Pinarello con le rotelle ho imparato ad andare in bici e ci vado ancora adesso. Da piccolo tifavo per Gino Bartali, contrariamente almio amico Leo Terraneo, che ha sempre avuto il culto per Fausto Coppi. Ho amato la tenacia di Felice Gimondi, capace di vincere tutto nonostante quel Cannibale di Merckx. E poi ho ti fato per Francesco Moser, del quale sono amico”.

Dove porta i suoi sogni a pedali? “Mi piacerebbe tanto scoprire un giovane italiano capace di vincere un Giro o un Tour: sono le corse che scaldano il cuore di tutti. E confido molto in Luca Baraldi, che sta a capo di tutte le nostre iniziative sportive, e in Luca Guercilena, regista del progetto. Ha attraversato un tunnel per

gravi problemi di salute, ma ne è uscito più forte e più lucido di prima. Noi di Segafredo continueremo a investire e so che John Burke, presidente della Trek, è altrettanto orgoglioso dei nostri risultati”.

Che cosa chiede ai suoi atleti? “Un po’quello che chiedo a tuyti quelli che lavorano per me. Impegno, onestà esacrificio. Con un’immagine, direi, un atteggiamento intelligente. Ma tutti i campioni che ho conosciuto lo sono. Chi non ha un approccio intelligente puòavere tutto il talento possibile, ma non sarà mai un campione”.

Sulla stagione della Virtus Segafredo Bologna: “Sono più che orgoglioso anche della stagione della nostra pallacanestro, sia maschile sia femminile. I ragazzi hanno dominato la stagione regolare e hanno perso solo in finale con Milano, ma hanno conquistato la Supercoppa Italiana e grazie al successo internazionale nella Eurocup si sono guadagnati il diritto di giocare in Eurolega. Anche questo è un obiettivo raggiunto. Così le ragazze, che in 3 anni hanno già raggiunto il secondo posto in campionato e giocheranno nell’Eurolega femminile.

Con Milano c’è una rivalità sempre più infuocata. Lo scorso anno li abbiamo battuti noi 4-0, questa volta hanno vinto, meritatamente, loro. Sono stati più forti. Mi dispiace che una mia frase sugli arbitraggi sia stata male interpretata. Non volevo fare polemica, semmai avrei voluto smussare i toni: si stavano alzando troppo. Non ho nulla contro Milano, anzi… Sono tra gli sponsor del Milan e del Monza. Amo la città, e credo fermamente nel fair play. Il prossimo anno sarà ancora sfida tra Virtus e Olimpia, in Italia e spero pure in Europa. Siamo come Bartali e Coppi, la rivalità è inevitabile e fa crescere entrambi”

 

Area Comunicazione e Stampa

Virtus Segafredo Bologna

Jacopo Cavalli

Commenti

PUBBLICITA'