Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Dilettanti | Eccellenza

Eccellenza, istruzioni per l'uso

Di Fulvio Delnevo

Pagina 1 di 1

02/07/2022

Eccellenza, istruzioni per l'uso

Cambierà pelle l'Eccellenza dell'Emilia Romagna nella prossima stagione. Dopo la ripartenza a tre gironi post Covid 2021/2022, i vertici del calcio dilettanti hanno imposto un mutamento di rotta che pone diversi interrogativi e una montagna di dubbi. Si tornerà a giocare su due gironi, ma con un organico complessivo di 41 squadre, al momento. Al momento, perchè il Colorno ha concrete possibilità di essere ripescato in serie D, essendo terzo nella graduatoria nazionale dei ripescaggi. Ci potremmo quindi ritrovare con un girone A d'Eccellenza a 21 squadre e un girone B a 20. In un'ipotesi di due gironi a 20 squadre, vorrebbe dire che le Società dovrebbero programmare una stagione con 38 partite di campionato. Da fine agosto 2022 a metà maggio 2023 non ci saranno però domeniche sufficienti per giocare 38 gare, considerando la breve pausa invernale e quella pasquale. E senza tener conto delle varie ed eventuali meteorologiche. Conclusione: le società di Eccellenza dovranno scendere in campo per diversi mercoledì, anche se non ci fossero i recuperi. Procedendo in questa direzione l'Eccellenza, categoria di competenza regionale ma di interesse nazionale, diventerà una specie di serie D light. Infinita e dura come la serie D, ma senza la struttura e i budget della serie D. E sempre più lontana dagli altri campionati regionali, a partire dalla Promozione. Passare dalle 26 gare del 2021/2022 alle 38 del 2022/2023 comporterà un cambiamento radicale, dall'esito incerto, che metterà a dura prova la struttura organizzativa delle Società. Per restare in categoria, saranno necessarie rose più ampie ben assortite. Ma per avere rose più ampie e competitive serviranno budget adeguati e sponsor disponibili. I venti di guerra che stiamo vivendo spingono al contrario, facendo lievitare i rimborsi spese e tutti i costi di gestione. Prima o poi bisognerà fare i conti con la realtà. Quindi non è difficile immaginare le dinamiche di un prossimo girone a 20 squadre in Eccellenza. 2 o 3 corazzate designate, dalle spalle robuste, prenderanno rapidamente il largo e si giocheranno la vittoria del campionato. La quarta terminerà la stagione a trenta punti di distanza. Le altre 16 squadre cercheranno solo di non retrocedere. E per non retrocedere, con un budget limitato e sostenibile, conterà tantissimo pescare il biglietto giusto nella lotteria degli infortuni e del calendario giusto al momento giusto. Fa una differenza enorme potere giocare il mercoledì al pomeriggio o essere costretti a farlo in notturna. Allenarsi al pomeriggio o alla sera. Fare turn over o fare come si può. Parliamo o dovremmo parlare di dilettanti, persone che al di fuori del campo per lo più lavorano o studiano. Sarà una navigazione avventurosa.

Commenti

PUBBLICITA'