Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | DNB

Pallacanestro Senigallia - Luciana Mosconi Ancona. Domenica arriva il derby NR.30

Di Alessandro Elia

Pagina 1 di 1

05/10/2022

Pallacanestro Senigallia - Luciana Mosconi Ancona. Domenica arriva il derby  NR.30

Seguici su Facebook :   MARCHE SPORT    

 

Pallacanestro Senigallia - Luciana Mosconi Ancona. Domenica arriva il derby  NR.30

 

Cifra tonda per il DERBY. Domenica la sfida tra la Goldengas Senigallia e la Luciana Mosconi Ancona conoscerà il suo 30°capitolo di una storia ormai lunga 18 anni e che nelle ultime stagioni è ormai diventata una classica del campionato di Serie B.

Il bilancio complessivo (tra campionato e coppe varie) è tuttora favorevole ai senigalliesi che hanno vinto 17 volte a fronte dei 12 successi dorici. Ma il trend negli ultimi anni è sbilanciato dalla parte dorica con Ancona che ha vinto 4 degli ultimi 5 derby. Al PalaPanzini, teatro della sfida di domenica 9 ottobre, la formazione anconetana ha vinto solo tre volte nei 12 incontri disputati, con mini-striscia positiva aperta da due partite.

Ecco Tutti i precedenti Ancona-Senigallia

BILANCIO TOTALE

GIOCATE: 29 (campionato: 21 Coppa/Supercoppa: 8)

VINTE ANCONA: 12 (campionato 9 – Coppa/Supercoppa: 3) in casa: 9 fuori: 3

VINTE SENIGALLIA: 17 (campionato 12 – Coppa/Supercoppa 5) in casa 9: fuori 8

2004-2005

Senigallia-Stamura76-67

Stamura-Senigallia 98-94

2005-2006

Stamura-Senigallia 75-71

Senigallia-Stamura 86-65

2006-2007

Coppa Italia: Senigallia-Stamura 68-61

Coppa Italia: Stamura-Senigallia 94-73

Stamura-Senigallia 73-80

Senigallia-Stamura 85-84 

2007-2008

Coppa Italia: Senigallia-Stamura 78-74 

Coppa Italia: Stamura-Senigallia 71-75 

Stamura-Senigallia 98-77 

Senigallia-Stamura 82-83 

2008-2009

Senigallia-Stamura 73-84

Stamura-Senigallia 63-77

2009-2010

Coppa Italia: Senigallia-Stamura 86-57

Coppa Italia: Stamura-Senigalia 52-77

Senigallia-Stamura 99-78

Stamura-Senigallia 67-78

2012-2013

Stamura-Senigallia 84-73

Senigallia-Stamura 79-74

2018-2019

LUCIANA MOSCONI-Senigallia 73-72

Senigallia-LUCIANA MOSCONI 80-71

2019-2020

LUCIANA MOSCONI-Senigallia 50-69

Senigallia-LUCIANA MOSCONI 80-79

2020-2021

Supercoppa:  Senigallia-LUCIANA MOSCONI 84-95

Campionato: LUCIANA MOSCONI-Senigallia 77-101

2021-2022

Supercoppa: LUCIANA MOSCONI-Senigallia 67-64

Campionato: Senigallia-LUCIANA MOSCONI 82-87

Campionato: LUCIANA MOSCONI-Senigallia 70-66

SENIGALLIA-LUCIANA MOSCONI ANCONA. GLI ARBITRI DEL DERBY

Coppia romagnola per il primo derby della stagione. In occasione della 2a giornata di campionato tra la Goldengas Senigallia e Luciana Mosconi Ancona, in programma domenica 9 ottobre alle ore 18.00 sul parquet senigalliese del PalaPanzini, sono stati designati Matteo Bergami di Forlì e Nicola Alessio di Lugo (Ra).

Completano il team di ufficiali di gara il segnapunti Andrea Mengoni di Falconara Marittima, il cronometrista Giacomo Bertini, e l’addetto ai 24″ Marco Paglialunga di Fabriano.

 

Area Comunicazione e Stampa

Luciana Mosconi Ancona

Alessandro Elia

 

 

 

Luciana Mosconi Ancona - Coah Coen e il K.O. di Senigallia

"Dobbiamo dare molto di più"

Di Alessandro Elia

Pagina 1 di 1

11/10/2022

Luciana Mosconi Ancona  - Coah Coen e il K.O. di Senigallia

Seguici su Facebook : MARCHE SPORT

 

Luciana Mosconi Ancona  - Coah Coen e il K.O. di Senigallia - "Dobbiamo dare molto di più"

Delusione per dopo la prima sconfitta in casa Luciana Mosconi Ancona. Il derby di Senigallia torna ad essere amaro dopo due anni (ultimo stop al PalaPanzini a febbraio 2020) ed è segnato da una prova incostante dei ragazzi di coach Coen incapaci di mantenere lo stesso ritmo e identica concentrazione per tutti i 40′.

Il tecnico dorico analizza così la gara, raggiunto dai cronisti nel dopo-partita.

“E’ stata una partita che dovevamo giocare con un piglio diverso e decisamente con più continuità sia a livello di attenzione che di concentrazione. Abbiamo convissuto da subito con l’emergenza falli e nel corso della partita con una situazione infortuni che ha accorciato le rotazioni. Ma questo non voglio che diventi un alibi. Sta di fatto che ognuno di noi deve dare molto di più. Peccato perchè eravamo nelle condizioni di poterla portare a casa ma proprio quando dovevamo fare quello sforzo in più abbiamo ceduto completamente. Abbiamo bisogno di ulteriori verifiche e di lavorare tanto in palestra.”

Nel team dorico ci sarà ora da convivere con la lista infortunati che vede al suo interno Nikodem Czoska e Nicola Calabrese. Il classe 2002 polacco era presente a Senigallia ma seduto nella gradinata in borghese e soprattutto accompagnato da un paio di stampelle. Durante la settimana ha riportato una forte distorsione della caviglia che ha interessato anche i legamenti. Il giocatore ha iniziato il suo percorso riabilitativo ma i tempi di recupero non sembrano essere rapidissimi.

Nel corso del derby di Senigallia guai alla caviglia sinistra anche per Nicola Calabrese che a metà del terzo quarto ha dovuto lasciare il campo e proseguire il pomeriggio del PalaPanzini in panchina con impacchi di ghiaccio sull’arto dolorante. Per il giocatore forlivese dovrebbe trattarsi di contusione su una caviglia che comunque anche in passato ha dato problemi. Anche per l’ex Imola saranno giorni passati a suon di tecar e messaggi. Obbiettivo principale per lui  è farsi trovare pronto per la prossima giornata quando la Luciana Mosconi Ancona affronterà al Palarossini proprio la sua ex squadra, l’Andrea Costa Imola.

Gli allenamenti della formazione dorica riprenderanno martedi 11 ottobre con la doppia seduta al Palarossini.

 

Area Comunicazione e Stampa

Luciana Mosconi Ancona

Alessandro Elia

Pall. Goldengas Senigallia – Luciana Mosconi Ancona 76-70 (23-21, 22-16, 8-21, 23-12)

Di Alessandro Elia

Pagina 1 di 1

10/10/2022

Pall. Goldengas Senigallia – Luciana Mosconi Ancona 76-70 (23-21, 22-16, 8-21, 23-12)

Seguici su Facebook :  MARCHE SPORT    

 

Luciana Mosconi Ancona  a strappi : Senigallia  vince il derby 

Cade la Luciana Mosconi Ancona nella prima trasferta stagionale. I dorici escono dal PalaPanzini di Senigallia con l’amaro della sconfitta in bocca, battuta da una gagliarda Goldengas che ha meritato la vittoria nell’ambito dei 40′. Partita molto intensa, non bella, giocata tra due squadre ancora in cerca della loro identità e alle prese con il proprio processo di crescita. Hanno vinto i padroni di casa che dopo un buon primo tempo si sono fatti ingabbiare da un altrettanto eccellente terzo quarto della Luciana Mosconi che ha però sperperato un vantaggio di 8 lunghezze a inizio di ultimo quarto rimettendo in fiducia i biancorossi locali che proprio nel momento chiave hanno ritrovato la verve e festeggiato sulla linea del traguardo. La Luciana Mosconi paga un brutto primo tempo e proprio il nefasto finale. In mezzo c’è la bella reazione del terzo quarto che doveva e poteva portare a qualcosa di diverso che non c’è stato. E forse è proprio da quell’ottimo periodo che coach Coen dovrà ripartire per cercare di alimentare la fiducia e la forza dei suoi ragazzi.

Buona Buona cornice di pubblico al PalaPanzini con la Luciana Mosconi che si presenta in campo nel momento dell’esecuzione dell’inno di Mameli esibendo uno striscione di vicinanza per la popolazione senigalliese colpita dal recente alluvione. Ancona si mette a guidare sul 6-10 aiutata dalle triple di Ambrosin e Ciribeni. Giombini commette due falli in un minuto e mezzo e Coen lo toglie,  Senigallia si assesta e trova in Neri l’uomo in più. L’ex Omegna segna 9 punti in fila per il sorpasso (17-16). Pozzetti chiude con tre canestri consecutivi per il 23-21 in favore della Goldengas.

In avvio di secondo quarto la Luciana Mosconi ha un buon Tourè. Ma la difesa dorica commette troppi errori lasciando a Pozzetti il tiro aperto per la tripla del 30-27. Aumenta il numero delle palle perse in casa dorica e Senigallia trova l’allungo con Santucci per il 37-31. Nel finale di primo tempo la squadra di coach Paolo Filippetti avrebbe l’occasione per allungare. A 36″ dalla fine Santucci firma il +10 (45-35) per uno svantaggio dorico che Ciribeni sulla sirena in contropiede riesce a ridurre per il 45-37 di metà percorso.

Si torna in campo e Senigallia comanda sul 51-42 a -7’57”. A quel punto la Goldengas si ferma e parte con una certa consistenza la Luciana Mosconi. Inizia Ambrosin da oltre l’arco, prosegue Ciribeni per gli ospiti che vanno sul 51-56 con il 2/2 di Carnovali a 1’30” dal terzo stop. Senigallia non segna più. Il canestro di Gnecchi toglie la polvere dal canestro dorico e Ambrosin con un tap in sulla sirena definisce il 53-58 del 30′. Unica nota negativa per Coen è Calabrese che esce zoppicante per un problema alla caviglia sinistra. Infortunio che va ad aggiungersi a quello di Czoska, in tribuna con le stampelle per lo stesso tipo di problema,

In avvio di ultima frazione Tourè segna la tripla del +8 (53-61). La Luciana Mosconi sembra avere davvero le mani sulla partita e nulla potrebbe far credere al contrario perchè Senigallia si ostina a forzare nel tiro da tre punti che non entra e paga adesso anche a rimbalzo. A far cambiare il vento ci pensano Gnecchi e Lemmi che propiziano il 5-0 che riporta a galla i rivieraschi (58-61). Carnovali segna da tre e subito dopo arriva la risposta di Lemmi e Neri per la Goldengas che è a -1 (63-64). A -6’21” Pozzetti esce momentaneamente dalla mischia per un problema al ginocchio, ma Senigallia non ne risente. Valle segna dall’angolo una tripla decisiva, subito dopo viene emulato da Neri per il   nuovo sorpasso senigalliese (69-66). Ora è la Luciana Mosconi a non segnare più. Musci segna il +5 a -5′ dalla fine e c’è time-out di Coen che però serve a poco perchè i biancorossi continuano a segnare, stavolta con Musci e tre liberi di Neri per il 74-67 a -3’36” dal gong finale. Arrivano gli ultimi 2′ e Filippetti perde Musci per falli e deve ripresentare Pozzetti pur non al meglio. Giombini segna di potenza il 74-70, Santucci realizza dal fuori il nuovo +6 quando il tempo corre veloce per gli anconetani (-1’40”). Arrivano gli errori di Ciribeni e Neri e quando Tourè commette fallo in attacco su Giacomini si capisce che per Ancona sta calando il sipario. Senigallia gestisce e Ancona non riesce più a segnare. Troppo poco per cercare di ribaltare ancora la situazione. Finale 76-70 e primo k.o. stagionale per Panzini e compagni.

Pall. Goldengas Senigallia – Luciana Mosconi Ancona 76-70 (23-21, 22-16, 8-21, 23-12)

Pall. Goldengas Senigallia: Matteo Neri 21 (5/6, 2/4), Simone Pozzetti 15 (2/5, 3/6), Matteo Santucci 14 (3/4, 1/5), Michael Lemmi 7 (2/7, 1/2), Francesco Gnecchi 7 (1/3, 1/3), Emanuele Musci 6 (3/7, 0/0), Marco Giacomini 3 (1/2, 0/4), Luca Valle 3 (0/1, 1/2), Matteo Cerruti 0 (0/0, 0/0), Matteo Valletti 0 (0/0, 0/0), Diego Arceci 0 (0/0, 0/0), Cristiano Marini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 24 – Rimbalzi: 38 7 + 31 (Simone Pozzetti 8) – Assist: 16 (Marco Giacomini 5)

Luciana Mosconi Ancona: Leonardo Ciribeni 18 (8/14, 0/3), Tommaso Carnovali 14 (0/3, 4/9), Matteo Ambrosin 14 (2/4, 2/8), Mohamed Toure 10 (2/4, 2/2), Lorenzo Panzini 5 (1/3, 1/4), Yannick Giombini 4 (2/3, 0/3), Alberto Bedin 3 (1/4, 0/0), Nicola Calabrese 2 (1/1, 0/1), Niccolò Piccionne 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 18 – Rimbalzi: 36 6 + 30 (Alberto Bedin 10) – Assist: 9 (Mohamed Toure 4)

 

Area Comunicazione e Stampa

Luciana Mosconi Ancona 

Alessandro Elia

 

Luciana Mosconi Ancona - I nostri avversari : Goldengas Senigallia

Di Alessandro Elia

Pagina 1 di 1

09/10/2022

Luciana Mosconi Ancona - I nostri avversari : Goldengas Senigallia

Seguici su Facebook : MARCHE SPORT

 

Luciana Mosconi Ancona - I nostri avversari : Goldengas Senigallia

 

Arriva il derby alla prima trasferta della stagione 22/23. Incasellati i due punti all’esordio la Luciana Mosconi Ancona è pronta ad affrontare il primo banco di prova lontano dal Palarossini. Trasferta logisticamente comoda ma dai contenuti intensi e impronosticabili che solo un DERBY può portare. Capitan Panzini e compagni domenica andranno a far visita alla Goldengas Senigallia che ha perso all’esordio a Piacenza e vuole presentarsi nella maniera migliore possibile davanti al suo pubblico nella prima casalinga.

Si rinnova la sfida tra dorici e senigalliesi per un incrocio che  tradizionalmente promette partite degne di essere definite DERBY. La Goldendas Senigallia edizione 22/23 è affidata alle cure tecniche del coach anconetano doc, Paolo Filippetti, reduce da sette stagioni alla Taurus Jesi, l’ultima in Serie C Gold, e con un passato anche da capo allenatore della Stamura Basket (in DNC nel 2010/2011). Il 52enne coach dorico ha in estate assemblato una squadra affiancando la competenza del DS Federico Ligi, celebre per formare squadre notoriamente valide e altamente competitive. Rispetto al team che nella scorsa stagione ha raggiunto la semifinale playoff contro Rieti, sono rimasti il neo capitano Marco Giacomini e l’atletico esterno Francesco Gnecchi. Alla voce neo acquisti primeggia l’ex Luciana Mosconi, Simone Pozzetti, tornato sulla Spiaggia di Velluto dopo la positiva stagione scorsa nella squadra dorica e dopo l’altrettanto eccellente biennio giocato proprio in casacca Goldengas. Da Omegna è arrivato l’ala piccola Matteo Santucci, giocatore di categoria visto anche in A2 a Jesi nel 18/19 e che arriva a Senigallia dopo cinque campionati di B (Palestrina, Faenza, Torrenova, Bisceglie e appunto Omegna). Nell’ultima stagione alla Paffoni anche la guardia Matteo Neri che arriva da un ultimo campionato chiuso anzitempo (soltanto 6 presenze) per un serio infortunio al ginocchio subito a novembre. Sotto i tabelloni ecco la sostanza dell’ex Civitanova, Emanuele Musci, che va a comporre un settore lunghi con all’ interno l’ex Pielle Livorno, Michael Lemmi. Il play Luca Valle, classe 2002 arrivato nelle Marche dopo il suo primo anno di B a Monopoli e l’ala Matteo Cerruti, un 2001 che era con coach Filippetti alla Taurus l’anno scorso, sono gli under pronti a dare il loro prezioso contributo alla causa senigalliese.

A Piacenza la Goldengas è partita con un quintetto composto da Giacomini, Santucci, Neri, Pozzetti e Musci. Il miglior realizzatore è stato Neri con 18 punti e 4/5 da tre punti. Con l’esterno del 1998 sono andati in doppia cifra anche Santucci (15) e Giacomini (13) in una gara dove c’è stata una buona partenza dei biancorossi (16-24) che si sono presentati avanti anche all’intervallo (41-42). Nella ripresa Piacenza ha alzato il ritmo e con delle ottime percentuali al tiro ha messo alle corde la Goldengas che ha smarrito la sua verve e la sua intensità, caratteristiche che avevano contraddistinto il precampionato degli uomini di Filippetti arrivati ad un passo dalla Final Four di Supercoppa battendo nel loro percorso Jesi, Imola e Faenza, venendo sconfitta soltanto da Roseto nell’ultimo turno prima delle Finals di Forlì.

 

 Area Comunicazione e Stampa

Luciana Mosconi Ancona

Alessandro Elia

 

Commenti

PUBBLICITA'