Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | DNB

Big match per i Raggisolaris Blacks contro Pallacanestro Firenze

Di Luca Del Favero

Pagina 1 di 1

26/11/2022

Big match per i Raggisolaris Blacks contro Pallacanestro  Firenze

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA  

 

 

Big match per i Raggisolaris Blacks contro Firenze

Big match d’alta classifica al PalaCattani. Domenica alle 18 i Blacks ospiteranno la Pallacanestro Firenze, formazione che occupa il terzo posto insieme a Senigallia e a Fabriano: posizione in cui  è scivolata dopo il ko della scorsa giornata con la Virtus Imola. Una partita che vedrà affrontarsi  due formazioni con giocatori di grande qualità con una lunga e vincente carriera in A2 e in B e lo spettacolo sarà garantito. I biglietti si possono acquistare on line su Live Ticket o domenica dalle 17 alle biglietterie del  PalaCattani.

L’AVVERSARIO Una corazzata costruita per salire in A2. La Pallacanestro Firenze, realtà nata in estate dopo aver rilevato il titolo dei Pino Dragons ed erede del club fondato nel 1948 che ha  cessato l’attività nel 2013 dopo aver militato molti anni anche in A1, vuole entrare nell’elite del  basket italiano il prima possibile e lo dimostra il roster dove spiccano qualità ed esperienza in  ogni reparto. Il presidente Christian Pavani, ex numero uno della Fortitudo Bologna, e la dirigenza hanno  voluto creare un progetto che possa portare subito alla promozione come si vede anche dall’età  media dell’organico incentrato sui sette senior dove quattro di loro sono over 34 con un lungo  passato in A2. La panchina è stata affidata a Luigi Gresta, per tanti anni anche in serie A1, e il suo vice è  Simone Lilli, ex di turno essendo stato nei Raggisolaris la scorsa stagione come secondo di  Alberto Serra e di Luigi Garelli. Il giocatore di punta è Marco Laganà, guardia che sta viaggiando a 25.8 punti di media e miglior  realizzatore di tutta la serie B, campionato in cui è sceso quest’anno dopo tante stagioni in A2,  l’ultima vissuta a Mantova. Dal secondo torneo nazionale arriva anche il playmaker Marco  Venuto, reduce dall’annata dove si è diviso tra Treviglio e Piacenza, regista d’ordine già visto a  Faenza nel 2008/09 con la maglia del Faenza Basket in serie B2. Sempre nel reparto esterni  spicca Franko Bushati, lo scorso anno ad Omegna in B, giocatore decisivo con le sue giocate  come è avvenuto nel finale di gara con Fiorenzuola. Talento ed esperienza non mancano neanche sotto canestro con l’ala Klaudio Ndoja, arrivato  dalla Real Sebastiani Rieti (serie B) e con tante esperienze in A2, e con Riccardo Castelli, ala\ pivot tra i pochi confermati del roster, a Livorno con Garelli nel 2020/21 dove raggiunse la finale play off. Gli ultimi due senior sono Lorenzo Passoni (ex San Vendemiano, serie B), ottimo tiratore e  secondo realizzatore dei toscani con 15.4 punti, e il centro Marco Di Pizzo, per il secondo anno a Firenze. Nel reparto under ci sono il ravennate Alessio Mazzotti, ala del 2003 lo scorso in C Gold a  Bassano del Grappa, la guardia Giulio Giannozzi, 2005 ex Stella Azzurra Roma (A2), l’ala\pivot  Nnabuife Scott, un 2003 ad Omegna con Bushati nello scorso campionato, e i 2006 Alessandro  Minnucci (guardia\ala) e Jacopo Salvetti (guardia\ala) entrambi provenienti dalle giovanili. Firenze è terza in classifica insieme a Senigallia e a Fabriano ed è reduce dalla sconfitta in casa  della Virtus Imola. Fino ad ora ha vinto sei delle otto gare disputate.

IL PREPARTITA “Nel roster di Firenze ci sono giocatori con tantissima esperienza e carisma  in grado di decidere le partite – sottolinea coach Luigi Garelli – grazie ai tanti campionati  disputati in A2 o in B. Laganà, che ha medie realizzative incredibili e che segna da ogni  posizione, Venuto, Ndoja, Bushati e Castelli, che ho avuto a Livorno, sono stati protagonisti in  A2 per tanti anni e al loro fianco ci sono Passoni, che tira con il 50% da tre, e Di Pizzo che in B  hanno sempre disputato ottimi campionati e sono intenzionati a conquistare sul campo la  possibilità di giocare in A2. Nelle rotazioni ci sono anche i giovani Mazzotti e Scott che stanno  guadagnandosi minutaggio. Non sono d’accordo con chi dice che Firenze abbia rotazioni ridotte,  perché ha davvero tante alternative in ogni ruolo. Il gioco dei toscani è basato sulla velocità e la transizione e viene creato dal pick and roll, anche  se coach Gresta lascia molta libertà ai giocatori di finalizzare l’azione con una invenzione  personale fuori dagli schemi, contando sul fatto che ognuno riesce a leggere molto bene la difesa  avversaria. Poi ci sono anche giochi creati ad hoc per il singolo, magari per dargli la scena in un  momento in cui è in fiducia e sta segnando con continuità. Dal lato tattico troveremo quindi tante situazioni differenti. Una delle chiavi del match sarà la forza mentale: contro simili giocatori non sarà sufficiente  difendere bene, perché anche in quel caso possono punirti con il loro talento. Dovremo quindi  essere bravi a non demoralizzarci davanti ad un canestro subito e continuare a giocare sempre la  nostra pallacanestro con grande intensità e determinazione. Inoltre dovremo stare attenti alle  caratteristiche dei singoli, perché sotto questo aspetto con Matelica abbiamo concesso troppo.  Occorrerà quindi giocare una grande partita”.

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Raggisolaris Faenza

 

Janus Basket Ristopro Fabriano - New Flying Balls Sinermatic Ozzano 96 – 84

Di Marco Rivola

Pagina 1 di 1

28/11/2022

Janus Basket Ristopro Fabriano  - New Flying Balls Sinermatic Ozzano 96 – 84

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

La Sinermatic Ozzano inciampa ancora nell'ultimo quarto

Janus Basket Ristopro Fabriano  - New Flying Balls Sinermatic Ozzano 96 – 84

Parziali: 22-24; 44-46; 62-63

FABRIANO: Papa 6, Centanni 9, Stanic 12, Fall 17, Verri 20, Onesta ne, Petracca 21, Gianoli ne, Carestti ne, Gulini 6, Patrizi ne, Azzano 5 – All. Aniello; Vice Olivieri

OZZANO: Folli 10, Salsini ne, Felici 15, Galletti, Balducci, Klyuchnyk 6, Chiappelli 5, Barattini 15, Bonfiglio 21, Buscaroli 3, Lasagni 9 – All. Loperfido; Vice Pizzi

Arbitri: Gallo (PD) – Rizzi (VI)

Note: Spettatori 800 circa; falli tecnici a Fall al 33’ e Petracca al 38 per Fabirano; fallo antisportivo a Bonfiglio al 33’ per Ozzano.

Tre quarti d’altissimo livello non bastano alla Sinermatic per tornare in Emilia con i 2 punti. Merito di Fabriano che, nonostante un pimpante attacco ozzanese con altissime percentuali al tiro per 30 minuti, riesce a rimanere sempre a contatto con i biancorossi, per poi dominare l’ultima frazione e vincere 96-84. Un passivo troppo pesante quello dei Flying per quanto hanno dimostrato, ma purtroppo ancora una volta fatale è stata l’ultima frazione.

Partenza sprint per i ragazzi di coach Loperfido, che in 3 minuti volano a +12 (3-15) grazie a un perfetto 5/5 dall’arco (tre bombe firmate da Bonfiglio, due da Barattini). Gulini e Petracca rispondono sempre dall’arco ricucendo a -6, ma dall’altra parte è capitan Folli a trovare l’ennesima tripla di serata per l’11-20 al minuto 6. Nei restanti minuti Fabriano comincia a trovare confidenza con il canestro anche dall’area e, sfruttando anche i numerosi falli fischiati ad una battagliera difesa ozzanese, rientra fino al -2 alla prima sirena (22-24).

Nel secondo quarto Felici timbra subito il +4, e dopo la risposta del bomber Centanni arriva la quarta bomba di Bonfiglio per il nuovo +5 Flying. Fabriano lotta ma non riesce mai a chiudere lo svantaggio, merito degli ozzanesi, che trovano tiri  aperti da fuori con Lasagni, Buscaroli e ancora Bonfiglio (35-42 al 17’). Negli ultimi 180 secondi Fall e Verri fanno male alla difesa ozzanese, soprattutto l’ex San Vendemiano, che sulla sirena trova da quasi 8 metri il -2 Ristopro (44-46) all’intervallo lungo.

Nel terzo periodo la partita resta sempre in equilibrio, ma è sempre Ozzano a comandarla, con uno o massimo due possessi di vantaggio. Verri e Centanni da fuori, Petracca e Stanic dal pitturato trovano canestri importanti, ma il duo Folli-Felici nel terzo quarto è “on-fire” e la Sinermatic chiude avanti anche la terza frazione con il minimo vantaggi (62-63).

In apertura dell’ultima frazione Fall regala alla Ristopro il primo vantaggio di serata: è il preludio della festa per gli oltre 700 tifosi di casa visto che nell’ultimo periodo Fabriano segnerà la bellezza di 34 punti. Troppi per Ozzano, che vede così, minuto dopo minuto, scappare gli avversari. In verità la reazione ozzanese non è mancata: dopo aver toccato il -12 (80-68 dopo l’ennesimo canestro di Verri) i Flying trovano punti importanti con Chiappelli, mentre Lasagni e Bonfiglio segnano dai 6,75 e la Sinermatic a 5’ dalla fine è ancora in partita, sull’82-76. Verri da 3 manda in visibilio il Palasport di Cerreto, Barattini risponde con un piazzato, Fall riporta a +9 i suoi poi arriva uno 0-5 Flying con Barattini e la settima bomba di serata di Bonfiglio che vale il -4 ozzanese (87-83) a 180 secondi dalla fine. Dall’altra parte però ecco, puntualissima, la zampata decisiva: canestro e fallo di Verri più tripla di Petracca; Fabriano vola a +9 con un solo giro di lancette dal termine. Sulla sirena arriva addirittura il +12, firmato ancora una volta da Andrea Petracca. Finisce 96-84 per la Ristopro, al quinto successo di fila; finale amaro, invece, per Ozzano, che però può tornare in Emilia con la convinzione di essere sulla strada giusta per affrontare il rush finale prima della pausa natalizia nel migliore dei modi.

 

Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano

Raggisolaris Blacks Faenza 95 Pallacanestro Firenze 89

Di Luca Del Favero

Pagina 1 di 1

27/11/2022

Raggisolaris Blacks Faenza 95  Pallacanestro Firenze 89

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA    

 

I Raggisolaris Blacks Faenza   superano Firenze e restano in vetta

Raggisolaris Blacks Faenza 95  Pallacanestro Firenze 89

(33-24; 57-48; 74-73)

FAENZA: Bandini, Siberna 17, Vico 12, Mazzagatti ne, Poggi 17, Voltolini 13, Molinaro 4, Petrucci, Aromando 22, Ragazzini ne, Pastore 10, Nkot Nkot ne. All.: Garelli.

FIRENZE: Di Pizzo 8, Laganà 14, Ndoja 26, Venuto 9, Passoni 5, Mazzotti ne, Giannozzi ne, Scott ne, Castelli 15, Bushati 12. All.: Gresta

ARBITRI: Suriano - Giovagnini

Note. Parziali: 33-24; 57-48; 74-73. Tiri da 2: FA: 24/47, FI: 17/28; Tiri da 3: FA: 10/26, FI: 14/32; Tiri liberi: FA: 17/19, FI: 13/19; Rimbalzi totali: FA: 30, FI: 29.

Uscito per falli: Molinaro

Capolavoro Blacks. I faentini superano un’ottima Firenze e allungano a sette la striscia di vittorie consecutive, restando così in vetta insieme a Rieti. Complimenti ai toscani che giocano una grande partita confermando di essere una squadra forte e completa in ogni reparto. Ancora una volta i Raggisolaris vincono grazie alla forza del gruppo e ad una solidità mentale che permette loro di restare sempre lucidi anche nei momenti difficili. 

Il primo quarto è nel segno di Voltolini che con 13 punti e 5 assist è il faro dei Blacks, bravi a colpire in transizione e a segnare da ogni posizione. Firenze non è da meno e risponde per le rime, ma al 10’ sono i padroni di casa a condurre 33-24. I Blacks toccano il massimo vantaggio sul 35-24 poi arriva la reazione dei fiorentini che con Laganà si portano sotto 33-35. La risposta dei Raggisolaris non si fa attendere e questa volta sono Vico e Aromando a far riprendere in mano l’inerzia alla squadra (42-33) che chiude avanti 57-48 all’intervallo.

Firenze reagisce affidandosi a Ndoja, perfetto da tre ed è proprio lui a propiziare un break di 12-0 per il 63-60, primo vantaggio ospite. I Blacks non si deconcentrano e si rifanno sotto, trovandosi avanti 74-73 al 30’. Nell’ultimo periodo, quando Firenze conduce 82-78, sale in cattedra Siberna segnando 10 punti e bloccando Laganà. Poggi fa lo stesso su Ndoja poi ci pensano il gioco di squadra e il carattere a far segnare canestri pesanti e così al 39’ Faenza conduce 95-85. Firenze ha un ultimo sussulto (89-95), ma i Raggisolaris non perdono la concentrazione, gestendo il match fino alla fine.

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Raggisolaris Faenza

 

Commenti

PUBBLICITA'