Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | DNB

Luciana Mosconi Ancona – Virtus Imola 87-85 (33-22, 17-18, 21-29, 16-16)

Di Alessandro Elia

Pagina 1 di 1

27/11/2022

Luciana Mosconi Ancona – Virtus Imola 87-85 (33-22, 17-18, 21-29, 16-16)

Seguici su Facebook :  MARCHE SPORT  

 

Ciribeni sulla sirena . La Luciana Mosconi Ancona batte Imola in volata

Un finale che entra di diritto nelle pagine della storia di un’intera stagione e che possono segnare il destino di un campionato. La Luciana Mosconi Ancona torna alla vittoria superando la caparbietà della Virtus Imola grazie a un canestro da tre punti di Leonardo Ciribeni arrivato a fil di sirena che fa esplodere di gioia il team dorico rimasto per due settimane chiuso a pensare come poter uscire da una situazione ingarbugliata. Buona prova dei dorici a prescindere dall’impresa finale firmata dal loro uomo migliore. Un ottimo primo tempo con attacchi precisi trascinati dal trio Ciribeni-Panzini-Giombini. Nel secondo tempo la difesa bianconeroverde torna ad avere quelle amnesie di cui la squadra soffre troppo spesso ultimamente. Imola riesce a recuperare l’intero svantaggio e si finisce per dare vita a una partita tiratissima che ha come logica conseguenza l’incredibile finale.

Imola con il precisissimo Galassi si porta avanti 84-85 a 1’45” dalla fine. Si sbaglia un paio di occasioni per parte e il cronometro corre. La Luciana Mosconi non riesce a finalizzare a dovere neanche una nuova opportunità che le capita a 5″ dalla fine con Ciribeni che taglia bene su una rimessa dal fondo ma perde il controllo della palla. Sembra davvero finita perchè adesso la palla è della Virtus. Dopo il time out si riparte dalla metà campo offensiva degli emiliani. L’esperto Tommasini però commette infrazione di 5″ sulla rimessa e il fischio dell’arbitro apre nuove insperate speranze per i padroni di casa. La Luciana Mosconi ha ancora una possibilità. Carnovali rimette in gioco per Ciribeni. Il blocco di Czoska apre un leggero vantaggio per l’esterno di S.Elpidio a Mare che si accorge del tempo che scade e lascia partire il tiro che strapazza la retina disintegrando le sicurezze imolesi.  

Prima del finale di partita che solo una gara di pallacanestro è capace di dare, c’è stata una partita con una Luciana Mosconi che ha piacevolmente riscoperto Nikodem Czoska ma ha dovuto rinunciare a Momo Tourè bloccato da problemi muscolari. Una buona partenza dei locali spinti subito da Ciribeni e con un Giombini che oltre ai rimbalzi ritrova il feeling con il tiro da fuori. I dorici vanno sul +6 e poi allungano fino al +11 (28-17) quando anche Panzini inizia a segnare con insistenza. Al 10′ Ancona conduce 33-22 per un +11 che durerà fino a metà di secondo quarto. All’intervallo la squadra di Coen comanda 50-40 con 38 punti segnati dal trio Ciribeni (15), Panzini (13) e Giombini (10).

Nella ripresa riecco i mal di testa per coach Coen. Magagnoli ispira l’inizio della rimonta per i gialloneri ospiti che riducono ben presto il gap fino al sorpasso che arriva con Milovanovic a -5’07” dall’ultima pausa (57-58). La Virtus tiene il vantaggio fino al 28′ quando l’ottimo Czoska segna il 65-64 e poi Panzini e Bedin confezionano il 71-69 di fine periodo.

Nell’ultima parte di gara si vive sull’orlo dell’estremo equilibrio. Le triple di Panzini e Ciribeni spingono i dorici sul 77-74. Imola non ci pensa per niente a mollare. Segnano Morara e Aglio (79-79) poi Ciribeni fa le prove per il gran finale con la tripla del +3. C’è un tecnico per Aglio ma Panzini sbaglia il libero. Giombini e Carnovali falliscono le triple e allora ci pensa Galassi a mettere quella della nuova parità (82-82). Carnovali e leggero al centro dell’area e segna il +2 precedendo la nuova tripla di Galassi che riporta avanti Imola (84-85). Il resto poi è diventato già storia…

Vittoria importante per la Luciana Mosconi che raggiunge quota 8 punti e mette in parità il proprio bilancio in classifica in attesa del recupero di martedi 29 novembre contro S.Miniato al Palascherma.

Luciana Mosconi Ancona – Virtus Imola 87-85 (33-22, 17-18, 21-29, 16-16)

Luciana Mosconi Ancona: Leonardo Ciribeni 27 (4/8, 4/7), Lorenzo Panzini 17 (2/5, 3/10), Yannick Giombini 17 (3/4, 3/7), Tommaso Carnovali 9 (3/4, 1/7), Alberto Bedin 8 (3/4, 0/0), Matteo Ambrosin 5 (1/1, 1/2), Nikodem Czoska 4 (2/2, 0/0), Nicola Calabrese 0 (0/1, 0/0), Niccolò Piccionne 0 (0/0, 0/0), Davide Petrilli 0 (0/0, 0/0), Mohamed Toure 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Leonardo Ciribeni 10) – Assist: 12 (Lorenzo Panzini 4)

Virtus Imola: Luca Galassi 18 (1/2, 5/7), Borislav georgiev Mladenov 16 (1/4, 4/8), Francesco Magagnoli 12 (4/5, 1/4), Marco Morara 11 (4/5, 1/2), Jacopo Aglio 10 (5/8, 0/4), Milos Milovanovic 6 (3/3, 0/0), Claudio Tommasini 6 (2/4, 0/2), Jacopo Soliani 3 (0/0, 1/2), Gabriele Pellegrini 3 (0/0, 1/1), Riccardo Carta 0 (0/3, 0/2)

Tiri liberi: 6 / 12 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Borislav georgiev Mladenov, Francesco Magagnoli 6) – Assist: 14 (Luca Galassi, Francesco Magagnoli, Claudio Tommasini 3)

 

 

Area Comunicazione e Stampa

Luciana Mosconi Ancona

Alessandro Elia

La Luciana Mosconi Ancona vuole risorgere contro la Virtus Imola

Di Alessandro Elia

Pagina 1 di 1

27/11/2022

La Luciana Mosconi Ancona vuole risorgere contro la Virtus Imola

Seguici su Facebook :  MARCHE SPORT

 

La Luciana Mosconi Ancona vuole risorgere contro la Virtus Imola

Dopo quasi un mese la Luciana Mosconi Ancona torna giocare al Palarossini. Era il 30 ottobre e i ragazzi di Piero Coen vincevano il derby contro Matelica. Da allora due brutte  scoppole esterne con in mezzo il rinvio della gara contro San Miniato. Con una classifica che ha bisogno di ossigeno i dorici vogliono riprendere a vincere affrontando il per niente facile ostacolo della Virtus Imola.

Il periodo non è certo facile per i bianconeroverdi che sono reduci dalla brutta prestazione di Fiorenzuola e non arrivano al match contro gli emiliani in perfette condizioni fisiche. Se da un lato Coen riaccoglie nel gruppo Nikodem Czoska e Davide Petrilli, apparsi entrambi in palla nell’amichevole di metà settimana a Porto Recanati, da un altro ha dovuto convivere con i problemi fisici di Momo Tourè, Bedin e Piccionne. Problemi di varia natura che hanno minato il lavoro settimanale con il lungo di Riva del Garda e il giovane classe 2005 che hanno pienamente recuperato mentre Tourè è in forte dubbio per la partita contro Imola. Chiaramente il momento spinge a stringere i denti ma c’è anche da considerare il doppio impegno ravvicinato della Luciana Mosconi che dopo Imola affronterà San Miniato nel recupero che si giocherà al Palascherma martedi 29 novembre.

La Luciana Mosconi affronta un avversario per niente facile e che arriva ad Ancona carico per effetto della striscia positiva aperta da tre giornate. La Virtus Imola può infatti essere etichettata come una delle rivelazioni di questa prima parte di campionato con un bilancio fatto di 5 vittorie e 3 sconfitte e un gioco di corsa e frizzante che la mettono sicuramente tra le cose migliori viste fino a questo momento. Fuori casa ha saputo vincere a Faenza e San Miniato, mentre al suo cospetto sono cadute anche Matelica, Ozzano e nell’ultimo turno la quotata Firenze. Il gruppo giallonero imolese è guidato da coach Marco Regazzi che ha riportato la squadra emiliana in Serie B dopo 17 anni vincendo l’ultima C Gold. Il roster è composto da un nucleo di giocatori che hanno vinto lo scorso campionato e si presentano anche alla prima esperienza di B. E proprio questa inesperienza è stata trasformata in carica che ha dato quel qualcosa in più. Ecco quindi ad esempio che capitan Jacopo Aglio, ala-forte riminese alla sua 4a stagione alla Virtus, con il suo 60.6% è il miglior tiratore da tre punti del Girone C. Con lui altri confermati sono il play scuola Reyer Venezia, Luca Galassi, il lungo bolognese Francesco Magagnoli, leader difensivo che è primo nella classifica dei recuperi con 2.5 rubate a partita. A questi sono stati aggiunti degli elementi rivelatisi altrettanto importanti. Su tutti Borislav “Bobby” Mladenov che in termini statistici e pratici può ritenersi il pericolo pubblico numero uno per Panzini e compagni. Il classe 2000 di origini bulgare è primo sia nella classifica dei rimbalzi totali (9.6 di media) che in quella dei difensivi (8.3) pur essendo un esterno ma in possesso di grande temperamento e atletismo con i ferri del Palarossini che probabilmente saranno messi a dura prova dalle schiacciate del giocatore cresciuto nel vivaio dei Crabs Rimini e reduce da un biennio proprio in Serie B in Romagna. Altro innesto importante è Marco Morara che la Luciana Mosconi si è trovata parecchie volte da avversario negli ultimi anni. Per lui si tratta di un ritorno alla Virtus dopo 6 stagioni, le ultime quattro si è diviso tra Andrea Costa Imola, Faenza e Ozzano. Grande esperienza è portata poi dal classe ’91 Claudio Tommassini, bolognese dal lungo curriculum in Serie A2 che arriva dall’ultimo campionato iniziato a Verona e chiuso con la retrocessione in B a Fabriano. Giovane di grande interesse è il 2003 Riccardo Carta, lungo vicentino formato nel settore giovanile di Virtus Bologna e Pallacanestro Reggiana. Chiude il roster il serbo con formazione italiana, Milos Milovanovic, ottimo attaccante tornato in B quest’anno dopo l’esperienza di inizio carriera a Bergamo.

Al Palarossini la Virtus non sarà sola. L’inizio di stagione frizzante ha acceso gli entusiasmi nella Imola giallonera che ad Ancona sarà presente con un gruppo di tifosi al seguito. Per la squadra di Regazzi quella contro la Luciana Mosconi sarà la partita che precede poi il derby del PalaRuggi contro l’Andrea Costa in programma domenica 4 dicembre in riva al Santerno.

Palla a due ore 18.00 al Palarossini. Arbitri dell’incontro Giovanni Morra di San Giorgio a Cremano (Na) e Marco Palazzo di Campobasso. Come di consueto diretta su LNP PASS.

 

Area Comunicazione e Stampa

Luciana Mosconi Ancona

Alessandro Elia

 

Pre partita Luciana Mosconi Ancona - Virtus Imola

Di Carlo Dall'Aglio

Pagina 1 di 1

26/11/2022

Pre partita Luciana Mosconi Ancona - Virtus Imola

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

VIRTUS IMOLA SERIE B 2022/2023 

 

Ad Ancona a testa alta 

Serie B – 9^ giornata andata 

Luciana Mosconi Ancona - Virtus Imola

Domenica 27 novembre 2022, ore 18,00

PalaRossini di Ancona 

Arbitri: Vincenzo Agnese di Ischia (Na) e Marzo Palazzo di Campobasso (CB)

Diretta streaming:

https://lnppass.legapallacanestro.com/video/27-11-2022-ilcampettoancona-vs-virtusspesvispallimola

Dopo la doppietta casalinga contro Ozzano e Firenze, la Virtus Imola è pronta ad affrontare in trasferta il Campetto Ancona, formazione che, attualmente, sta inseguendo in classifica (con una gara da recuperare). La Luciana Mosconi Ancona arriva da una fase di campionato non molto positiva dal punto di vista dei risultati, visti gli ultimi due centelli incassati da Fiorenzuola (105-80) e Rieti (100-62), mentre l’ultimo successo è datato 30 ottobre contro Matelica (94-79). A causa del terremoto delle scorse settimane, è stata rinviata la gara Ancona-S.Miniato che verrà recuperata martedì 29 novembre.

La Virtus, invece, arriva alla trasferta marchigiana dopo ben 3 successi contro, a ritroso, Firenze, Ozzano, S.Miniato, in cui la squadra ha mostrato muscoli, mentalità, talento e la capacità di affrontare a testa alta anche i momenti difficili.

Coach Regazzi non avrà defezioni in vista del viaggio ad Ancona, con i suoi ragazzi che hanno sostenuto ottimi allenamenti in settimana, ricchi di spunti tecnici e tattici in vista della partita.

Coach Piero Coen guida una squadra giovanissima, con un’età media pari a 22,8 anni, circa un anno più giovane rispetto ai gialloneri.

Tra i talenti biancoverdi, da sottolineare la presenza di due ex imolesi, sponda Andrea Costa, ovvero Tommaso Carnovali, ala classe 1993 che sta segnando con il 36% da 3 punti e Nicola Calabrese, guardia classe 2001, al momento a quota 38% da 2 e il 40% da 3 punti. Entrambi vanno tenuti sotto controllo perchè hanno le caratteristiche per infastidire parecchio la difesa imolese.

Certamente cerchiato in rosso il playmaker Lorenzo Panzini, dal 2005 sui campi di serie A e serie B tra Ancona, Rimini, Cassino, Vigevano, Matera, Giulianova e Rieti, prima dell’approdo alla Luciana Mosconi nella scorsa stagione. E’ l’uomo che sta giocando di più tra i marchigiani, con circa 32 minuti sul parquet ed il secondo miglior realizzatore alle spalle di Leonardo Ciribeni (per soli 5 punti di differenza); segna con il 45% da 2 punti ed il 50% dall’arco. Per Ciribeni, invece, 67% e 29% con una media di 14,4 punti a partita.

Il lungo Alberto Bedin, classe 1999, dalle parti emiliano-romagnole è conosciuto per le sue stagioni in serie B in maglia Orva Lugo nel 2018/19, Cento e Ozzano nel 2020/21. Nel mezzo ha raccolto esperienze anche a Olginate e Senigallia lo scorso anno. 

Palla al centro alle ore 18,00.

 

I nostri avversari

0 Regai Mohamed Ala 2003

3 Petrilli Davide Play 2001

4 Panzini Lorenzo Play 1990

8 Czoska Nikodem Guardia 2002 (Pol)

10 Carnovali Tommaso Ala 1993

11 Calabrese Nicola Guardia 2001

14 Tamboura Sega Ala 2005

15 Bedin Alberto Pivot 1999

17 Ciribeni Leonardo Guardia 1992

23 Toure Mohamed Play 1992

35 Ambrosin Matteo Ala 2000

39 Genovese Francesco Guardia 2005

45 Giombini Yannick Ala 2001

99 Piccionne Niccolò Paly 2005

All Coen Piero

 

Serie B – 9^ giornata andata 

Ancona-Virtus Imola

Empoli-S.Miniato [26.11.22]

Rieti-Matelica

Tigers Romagna-Piacenza

Senigallia-Fiorenzuola

A.Costa Imola-Jesi

Fabriano-Ozzano

Faenza-Firenze

 

Classifica: 

Rieti e Faenza 14, Firenze,  Senigallia e Fabriano 12, Virtus Imola, Piacenza e Jesi 10, Ozzano e Fiorenzuola 8, Ancona* 6, San Miniato* e Andrea Costa Imola 4, Tigers Romagna 2, Matelica e Empoli 0. [*1 partita in meno]

 

Carlo Dall’Aglio

Responsabile Area Comunicazione Marketing

Virtus Imola

          

Commenti

PUBBLICITA'