In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanissimi

La capolista Virtus allunga sempre di piu’ in classifica

4-0 al Valbidente

22/01/2017


La capolista Virtus allunga sempre di piu’ in classifica

Agevolissimo successo della Virtus che con l’odierna vittoria col Valbidente porta a 9 i punti di vantaggio sulla seconda in classifica. Una gara giocata assolutamente a senso unico se si pensa che il numero uno faentino Tonelli in 70 minuti di gara un'unica volta è stato chiamato a toccare il pallone (di piede, su un retropassaggio). In pratica un arrembaggio continuo alla porta degli ospiti, che solo grazie al loro valente portiere sono riusciti a contenere in 4 reti il passivo al fischio finale.
Apre le marcature al 20’ il solito Nicola Visani (all’opera nell’istantanea) che al termine di una prolungata mischia in area trova la zampata vincente per siglare il meritato vantaggio. Passano altri 5 minuti ed arriva il raddoppio grazie ad Assirelli che batte una prima volta e sulla respinta miracolosa del portiere avversario ribadisce entrando esso stesso in goal. Fine del primo tempo con una pregevole discesa sulla sinistra di Visani che a tu per tu con l’incolpevole estremo difensivo, lo batte implacabilmente. Nel secondo tempo sul 3-0 mister Valmori opera una girandola di sostituzioni ma Assirelli, prima di venir avvicendato da Paganelli, trova anch’esso il raddoppio con un tiro da vero opportunista. C’è anche il tempo per la Virtus di battere un calcio di rigore assegnato per un evidente fallo di mano a pochi metri dalla linea di porta, ma Taroni calcia troppo centralmente e si fa parare il penalty.
Complice anche il maltempo di domenica scorsa sono diventate ben 9 le lunghezze di vantaggio sul Pianta che è diventato secondo (ma deve recuperare una gara), per una Virtus che non sembra avere rivali nel girone. A proposito di condizioni dei campi, il Samorini oggi era in condizioni al limite della praticabilità in una ampia fascia in cui il fango faceva effetto sabbie mobili, rendendo difficilissimo il controllo di palla. Proprio il campo di casa, piccolo e malmesso, è il nemico della squadra faentina che per valorizzare pienamente le proprie capacità tecniche ha bisogno di larghi spazi e di un terreno di gioco simile ad un biliardo. Non a caso su 8 gare giocate in casa, sono 3 quelle dove i ragazzi faentini non hanno vinto, quando invece in trasferta registrano ben 8 successi su 9 match.


Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'