In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanili | Allievi

Airone 83 – Libertas Argile Vigor Pieve 2-0

06/03/2017


Airone 83 – Libertas Argile Vigor Pieve   2-0

Finalmente si torna alla vittoria. Sono passate due settimane dall’ultima volta che gli Allievi 2001 dell’Airone 83 erano riusciti a portarsi a casa l’intera posta in palio; domenica mattina si è fatto il pieno: 2 a 0 senza possibilità d’appello, con una seconda frazione giocata davvero bene, nonostante nel primo tempo la squadra non riusciva a rimanere concentrata e corta contro l’atletismo e la fisicità degli avversari.
Orguibeh, scontata la squalifica di settimana scorsa, si accomoda in panchina dando la possibilità di esordire dal primo minuto a Rigo, arrivato a gennaio. Per il resto la formazione è quella tipo vista nelle ultime settimane, con un centrocampo a 4 dove Urru e Baba fanno da cerniera a centrocampo e Chirico ed Emaldi pronti a scattare sulle fasce. Dopo un avvio che sembrava promettere gol a palate vista la cattiveria agonistica e la voglia profuse in campo, i padroni di casa iniziano lentamente a spegnersi, consegnando il centrocampo in mano ospite; nonostante questo, dalle parti di Guazzo non giungono pericoli, se non un tiro da fuori area a lato non di poco dopo una discesa sulla fascia di un centrocampista del Libertas. I secondi 40 minuti fanno subito intendere che la musica sarà decisamente diversa: Emaldi parte in dribbling sulla destra, salta uno, due tre avversari, arriva al limite dell’area e serve Chirico, tutto solo, il cui tiro di sinistro viene parato dal portiere; sulla ribattuta il più lesto di tutti è Rigo che porta avanti i suoi con un tiro da distanza ravvicinata. Poco dopo è sempre Emaldi a impensierire l’estremo difensore ospite che, comunque, riesce a neutralizzare la conclusione. Siamo al ventesimo del secondo tempo quando inizia la girandola di cambi voluta da Mister Marchesini che decide, come prima sostituzione, di giocarsi Orguibeh al posto di un generoso Emaldi, andando a modificare il modulo disponendosi dietro le punte. Una decina di minuti più tardi ed arriva il meritato raddoppio: Baba salta due uomini a centrocampo (pregevole la rouleta con la quale salta il secondo avversario), si accentra, prende la mira e tira da fuori area andando ad infilare il portiere nell’angolino più lontano con una conclusione che non può lasciare scampo. A pochi minuti dal termine un brivido è corso lungo la schiena di giocatori e sostenitori dell’Airone: Casacchia, entrato da poco al posto di Guizzardi, ha costretto l’arbitro a fischiare un rigore per un fallo di mano dopo un intervento scomposto: Guazzo però, difficilmente superabile, ha ipnotizzato l’attaccante e ha mantenuto la porta inviolata anche in questa occasione, meritandosi gli applausi della tribuna. L’ultima occasione nasce dai piedi di Capozzi che, entrato nel secondo tempo, ha provato a sorprendere il numero 1 avversario con una conclusione dai 40 metri smanacciata in angolo.
Altri 3 punti importanti che, oltre a dar morale, permettono di rimanere agganciati alle prime della classe. Domenica c’è il Boca, partita fondamentale per far capire che l’Airone c’è e ci sarà fino a quando la matematica non avrà la meglio. Forza Ragazzi, Forza Airone!

Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'