In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Altri Sport

31 Medaglie romagnole ai World Sports Games di Tortosa

Le ragazze del team Aics2 Ravenna conquistano il bronzo sulla spiaggia de La Rapita. Oro nel pattinaggio artistico per San Marino e il folk romagnolo da Rimini a Forlì vince tutto

11/07/2019


31 Medaglie romagnole ai World Sports Games di Tortosa

 

Tortosa, 9 luglio 2019 -  Tredici ori, 10 argenti e 8 bronzi. Questo il lusinghiero bilancio del medagliere romagnolo ai World Sports Games, le “Olimpiadi” amatoriali che – aperte martedì scorso a Tortosa dal presidente mondiale della Confederazione internazionale dello sport amatoriale, il forlivese Bruno Molea – si sono chiuse domenica in Catalogna, sotto l’alto riconoscimento del Comitato Olimpico Internazionale. Successo dorato tutto del gruppo FandanzeFolk, partito dalla Romagna con 90 coppie di ballerini: tra i loro ori, anche quello del piccolo Thomas Stefanelli, 11 anni ad agosto, e già “re” delle fruste. Ma i podi non sono mancati anche negli altri sport: bronzo nel beach volley alle ragazze del team ravennate Aics2 del coach Gattelli; oro nel torneo misto di beach volley – sempre sulla spiaggia de La Rapita – alla ravennate Silvia Battara in coppia con Paolo De Angeli. Oro nella Pole art amatoriale alla riccionese Mirella De Donato (master +50), doppio argento nella pole dance alle atlete Matilde Foschi (di Cervia, junior B) e Claudia Di Pilato (di Rimini, master +40), e infine oro a Erica Borgagni della Federazione Sammarinese roller sport nel pattinaggio artistico a rotelle. 

Gli atleti medagliati sono tutti tesserati in AiCS, tra i primi enti di promozione sportiva del Paese: l’Associazione italiana Cultura Sport, presieduta dallo stesso Molea, era infatti presente ai World Sports Games con ben 500 atleti, gran parte dei quali romagnoli divisi tra club di danze folk, beach volley, pattinaggio artistico, atleti singoli di Pole dance, e perfino un team di MamaNet, la disciplina che, introdotta da AiCS in Italia e riservata solo alle mamme e alle donne over 35, mischia il volley alla palla rilanciata. In totale, a livello nazionale, AiCS torna a casa con ben 47 ori, 46 argenti e 28 bronzi. Tra questi, 11 titoli di campioni mondiali appartengono al FandanzeFolk, società sportiva coordinata da Mirco Ermeti e che, nata in seno ad AiCS per tutelare e promuovere il ballo folk romagnolo, conta al suo interno storici club di ballo romagnolo tra cui le Sirene Danzanti, Balla con Noi, New Dance Club e Pesaro Balla.  

Proprio nel ballo, il club romagnolo torna a casa con ben 11 ori, 8 bronzi e 8 argenti: tra i campioni mondiali, il più giovane è il forlivese Thomas Stefanelli che, nella specialità delle fruste, si è imposto su altri due romagnoli, Giorgia Magalotti e Leila Zen. Molto sentita la conquista del podio per le ragazze del beach volley: dopo che i compagni ravennati del team maschile si erano visti sfumare il bronzo nel match contro la Russia, le donne di coach Gattelli (Laura Zebi, Sara Corradin, Michela Alfieri, Silvia Battara) hanno prima perso per 2 a 1 in semi finale con l'Austria (campionessa mondiale amatoriale di beach volley) e infine vinto contro la Slovenia, riuscendo a salire sul terzo gradino del podio Le ragazze sono state premiate direttamente dal presidente Molea. 

Buon piazzamento, ma lontano dal podio, anche per le mamme di MamaNet che, accompagnate dai tecnici Paolo Proscia e Raffaella Ottobretti, sono riuscite a guadagnare la metà della classifica, in sesta posizione, prime tra i quattro team italiani. 

 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'