In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Atletica

Alessia Zapparoli: la marcia, per me, è divertimento

06/08/2019


Alessia Zapparoli: la marcia, per me, è divertimento

 

"Il successo non è definitivo e l'insuccesso non è fatale. L' unica cosa che conta davvero è il coraggio di continuare".

Chiacchierando con Alessia Zapparoli si scorge, fin da subito, quanto sia veritiera questa frase che l'atleta di Poggio Renatico ha fatto sua e che rispecchia profondamente una ragazza che ha fatto della marcia il proprio stile di vita. Un percorso sportivo, il suo, iniziato molto presto: dalla ginnastica artistica praticata fino all'età di 10 anni, passando dalla pallavolo a livello giovanile, per arrivare alla corsa e alla marcia che è divenuta la vera grande passione di Alessia: "Mi sono innamorata di questa specialità a piccole dosi, gradualmente" - le sue parole - "e posso affermare con fierezza che non è assolutamente un sacrificio. Non devo dimostrare niente a nessuno e proprio per questo è un piacere farlo, è un divertimento senza costrizioni che mi porta ad avere tante soddisfazioni". Non è un caso, infatti, che i risultati ottenuti fino ad ora siano di assoluto prestigio, più forti anche degli infortuni: "Dopo un anno che ero passata alla marcia - dal mezzofondo - sono stata convocata in Nazionale giovanile a Tunisi per un incontro internazionale (2006). Sempre nello stesso anno ho fatto il primo raduno con la Nazionale giovanile. Nel 2007 ho ottenuto la medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Indoor a Genova e un 5^posto ai Campionati Italiani Junior su pista a Bressanone; sono stata convocata al secondo raduno con la nazionale giovanile. In questo anno ho scoperto di essere anemica (carenza di ferro dovuta proprio all'attività sportiva) e quindi sono comparsi i primi infortuni da infiammazione e affaticamento, tenendomi fuori per 4 mesi. Nel 2008, dopo una lenta ripresa, sono stata convocata 2 volte in Rappresentativa Regionale Emilia Romagna (maglia già vestita nel 2005) a giugno a Legnago sui 5 km che ho vinto e a settembre a Chiuro sui 2 km dove arrivai 6^. Nel 2010 conquistai il titolo di vice Campionessa Italiana Promesse ad Ancona sui 3 km Indoor e vice Campionessa Italiana Promesse a Pescara sui 5 km in pista. Il 15/09/2010 stabilisco il nuovo Primato Regionale Promesse sui 5 km in pista (attualmente è ancora mio), e altro titolo di Campionessa Regionale Assoluta e categoria Promesse. Nel 2011 mi classifico al 3^posto al Grand Prix di Marcia (7 tappe durante l'anno sui 10 km per poter prendere i punteggi per la classifica finale); Vengo richiesta in prestito dal C.U.S. Parma per partecipare alla Coppa Italia a Firenze (gara di 5 km in pista in cui si affrontavano le migliori società in Italia, militari e non) dove arrivo 4^. Sempre nel 2011 vinco il Campionato Italiano Individuale Assoluto Uisp sui 5 km in pista a Ferrara e il titolo di Campionessa Regionale Assoluta. Nel 2012 mi classifico nuovamente al 3^posto al Grand Prix di Marcia, le buone prestazioni fatte nelle varie tappe ed il 4^posto ai Campionati Italiani Individuali Assoluti a Bressanone mi consentono di essere convocata in raduno con la Nazionale Assoluta 8 giorni in Toscana. Ricevo inoltre, in una delle tappe del Grand Prix, il riconoscimento come "Miglior gesto tecnico". Nel 2013 faccio la mia prima 20 km al Trofeo Invernale di Marcia a Montesilvano, arrivando 2^; successivamente per via dell'anemia che era peggiorata e di altri due infortuni termino l'anno con altre 2 gare (una regionale e una nazionale) sui 5 km in cui arrivo 2^. Nel 2014 conquisto il 10^posto ai Campionati Italiani Assoluti a Rovereto e vittoria del Campionato Italiano Individuale Assoluto Uisp a Cento. A fine anno la prima rottura della guaina del tendine d'Achille destro, nuovamente ai box. Nel 2015 gare a livello regionale e il 1^ posto ai Campionati Regionali Individuali Assoluti. Nel 2016 arriva inaspettata la medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Assoluti Indoor 3 km ad Ancona, 5^posto ai Campionati Italiani Individuali Assoluti 20 km a Cassino, 5^posto ai Campionati Italiani Individuali Assoluti 10 km su strada a Rieti, Campionessa Regionale Assoluta. Nel 2017 ho fatto solamente due gare di 5 km in pista (2^ posti) causa infortuni vari. Rientro in gara a Gennaio 2018 in una 35 km a Grosseto, arrivo 2^. A Maggio vinco i Campionati Regionali Individuali Assoluti e ai Campionati Italiani di Pescara del 07/09/2018, 10 km su strada arrivo 5^. Quest'anno a Luglio sono arrivata 1^ai Campionati Regionali Individuali Assoluti, e 5^ ai Campionati Italiani Assoluti a Bressanone". "Faccio atletica dal 2001 ed ero iscritta Uisp e Fidal all'Atletica Bondeno, dal 2008 ad oggi sono passata Fidal al C.U.S. Bologna e rimasta Uisp all'Atletica Bondeno", prosegue Alessia Zapparoli, che non fa mancare un pensiero molto speciale: "Voglio ringraziare la mia famiglia e mio fratello, da cui ho ereditato questa mia passione. Non mi hanno mai fatto mancare tutta la vicinanza ed il supporto: sono davvero tifosi meravigliosi". In conclusione, i progetti futuri: "Continuare a marciare, fino a quando mi diverto e fino a quando riuscirò a recuperare il più possibile il mio fisico, conciliando lavoro e allenamenti. Naturalmente non verrà mai meno tutta la mia determinazione nel raggiungere ciò che mi prefiggo, perchè quando mi impegno in un progetto non mi tiro mai indietro, mettendoci sempre il massimo".

 

Enrico Ferranti.

 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'