In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Futsal

Aposa verso il "soccer in futsal"

05/08/2020


Aposa verso il "soccer in futsal"

 

 

Seguici su Facebook: FUTSAL EMILIAROMAGNA

 

All'alba della nuova stagione Aposa intraprende una strada diversa per vivere il futsal, integrando la base del roster giovanile e prima squadra con atleti provenienti dai campi di calcio.

Il Direttore Generale Roberto Croci: "Il cambio di rotta era idea condivisa in societá come evoluzione futura, che gli eventi del 2020 hanno accelerato ed anticipato. Più che di progetto, che porta con sé l'idea di un elaborato finito nel breve periodo ed è termine fin troppo abusato nello sport, mi piace definirlo percorso, perchè alla costruzione graduale parteciperanno tutte le persone coinvolte. Le motivazioni alla base? Tante: la convinzione che il futuro del nostro sport passi necessariamente attraverso l'integrazione con il calcio divenendone disciplina propedeutica, la constatazione che nel movimento di base del calcio a 5 il cuneo del ricambio generazionale si restringe sempre di più, lo scarso appeal del futsal nei giovani calciatori, le aspettative crescenti di un'ambiente con societá con energia e voglia di crescere, ma che incontrano l'ostacolo di una base  esigua di giocatori realmente formati, trasformandoci in un circolo autocelebrativo poco aperto a tutto ciò che non é abitudine. Obiettivi? Partiamo dalle certezze: facile ed immediato no, stimolante sì e come lo è per la società (ci si dimentica spesso che anche gli addetti ai lavori a bordo-campo alimentano la passione solo con nuovi stimoli) lo sarà anche per chi potrà vivere una strada nuova diventandone protagonista in campo. Di obiettivi numerici non parlo perchè non sono prioritari ora e dipenderanno solo dalla qualitá del lavoro"

Il Direttore Sportivo Vincenzo Loviso: "Il percorso di integrazione con il calcio è iniziato 2 anni fa, nel momento in cui sono stato coinvolto da Presidente e DG: i miei 17 anni vissuti da giocatore dilettante ed una vita nel calcio bolognese al servizio di Aposa. Il pensiero che ci accomunava era che senza collaborazione attiva con il calcio, a tutte le latitudini, il futuro per il futsal sarebbe stato incerto.

Difficile replicare i modelli di Brasile, Spagna e Portogallo ma una svolta nel piccolo era necessaria.

Mi venne consigliata una chiacchierata con un riferimento del calcio a 5 regionale e nazionale, il DG dell'Imolese Gianluca Matera: colloquio professionale e costruttivo, che ho messo in tasca.

E quindi al lavoro: organizzazione, inserimento del terzo allenamento e del preparatore atletico (vittoria campionato di C1) prima di iniziare i contatti con le (rigide) società di calcio.

La scorsa stagione: inizio inserimento di profili selezionati dal calcio per l'U19 (secondo posto dietro alla corazzata Imolese) e per l'U15 (giovanile neo- costituita), oltre alla 

collaborazione con il Real Sala Bolognese calcio nel loro primo approccio al futsal con l'under 17.

Per la nuova stagione la ricerca è andata verso l'inserimento di una figura tecnica di scouting per oliare la macchina, con l'arrivo di  importanti giocatori selezionati dal calcio a potenziare prima squadra ed U19.

Sullo stesso piano in ordine di priorità il consolidamento dell'U15, la costruzione dell'U17 e una nuova collaborazione con una società di calcio per la scuola calcio/pulcini.

Come tutti i percorsi ambiziosi sarà difficile e pieno di ostacoli, ma solamente lungimiranza, pazienza, professionalità e  determinazione terranno alti gli stimoli e renderanno gli obiettivi raggiungibili".



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'