Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Futsal | Dilettanti | Serie C1

Calcio a 5 Rimini vs Ponte Rodoni 3-3

Pagina 1 di 1

05/11/2016

Calcio a 5 Rimini vs Ponte Rodoni 3-3

 

 

Entra, cliccando su questo link, nella nostra nuovissima pagina facebook Futsal Emilia Romagna, e clicca mi piace. Sarai sempre aggiornato con tutte le notizie di Futsal del nostro portale

 

 

Un pareggio dal sapore di sconfitta per il Rimini che regala un tempo e alla fine impatta 3-3 contro il Ponte Rodoni. Nella prima frazione si rivedono i biancorossi di avvio campionato, aggressivi, compatti e concreti, con un pressing intelligente e soprattutto sopra di tre reti. Nella ripresa, la follia sportiva con la squadra che smette di giocare, lasciando il pallino agli avversari senza mostrare il minimo segnale di determinazione. Guardando il bicchiere mezzo pieno (e oggi sinceramente lo possono fare in pochi), resta il fatto di aver mosso la classifica dopo i due ko consecutivi contro Osteria Grande e Montanari. Ma per divertirsi e stare nei piani alti, serve tutt'altro atteggiamento. Rimane anche la consapevolezza di avere un buon potenziale ultimamente inespresso.

Mister Traviglia, che sostituisce l'indisponibile Germondari, non cambia nulla rispetto al quintetto casalingo: Ciappini, capitan Carta, Timpani, Moroni e Lari. Non trascorre nemmeno un minuto che Moroni imbecca Lari, l'estremo ospite però allunga la mano. Al 4' contatto in area Moroni-Caccavale, l'arbitro però lascia giocare. Il Ponte Rodoni si rende pericoloso con Finotti, il cui diagonale viene smanacciato abilmente da Ciappini. Il Rimini la sblocca al 13' con Timpani che riceve da Moretti e con il destro infila nell'angolino. Al 14' il tecnico giallorosso Scabello viene allontanato per proteste. I biancorossi prendono coraggio e al 17' si divorano il 2-0 con Crudeli. La legge del calcio non si concretizza e il Rimini raddoppia con Moretti che sfrutta il tocco di Timpani e grazie a una deviazione di Crudeli insacca. Il Ponte Rodoni è alle corde e al 27' Timpani con una punizione rasoterra perfetta cala il tris (non sigillo stagionale). Nel recupero Ciappini si supera con un volo fenomenale su Benatti salvando la porta biancorossa. Poco più tardi, Balboni calcia a lato da buona posizione.

Nella ripresa il Rimini perde le energie e arretra pesantemente il baricentro. I giallorossi ne approfittano immediatamente con Benatti che di punta non lascia scampo a Ciappini. Reazione sui piedi di Lari che compie una magia ma si allunga la sfera sul fondo. Il Rimini soffre, capitan Carta salva in maniera magistrale sulla conclusione a botta sicura di Orlando. Ciappini deve fare gli straordinari su Balboni, poi però si deve arrendere al 13' sul destro al volo dello stesso Balboni servito da Basso. I biancorossi provano a uscire dal guscio con Moretti ma il suo diagonale viene disinnescato da Caccavale. Il Ponte Rodoni è carico e al 24' completa la super remuntada con l'incontenibile Benatti che inventa il pallonetto del 3-3.


IL TABELLINO:


RIMINI 3

PONTE RODONI 3


RIMINI: Ciappini, Moretti, Moroni, Gasperoni, Carta, Timpani, Ercolani, Galasso, Michelotti, Crudeli, Lari, Vitali. All.: Traviglia.

PONTE RODONI: Caccavale, Altavilla, Balboni, Basso, Beltrami, Benatti, Casari, , Finotti, Loberti, Orlando, Rosini. All.: Scabello.

ARBITRI: Levis di Ravenna e Mazzanti di Bologna.

RETI: 13' pt Timpani, 18' pt Moretti, 27' pt Timpani, 4' st Benatti, 13' st Balboni, 24' st Benatti


Luca Filippi

Addetto comunicazione Calcio a 5 Rimini

 

Rimini, il riscatto passa dal flaminio: domani alle 15 la sfida contro il Ponte Rodoni

Pagina 1 di 1

04/11/2016

Rimini, il riscatto passa dal flaminio: domani alle 15 la sfida contro il Ponte Rodoni

Davide Germondari

 

 

clicca mi piace sulla nostra nuovissima  pagina Facebook FutsalEmiliaRomagna nata per tenere sempre aggiornati tutti gli appassionati di Calcio a 5

 

 

 

 

 

 

Il Rimini domani pomeriggio (ore 15) cerca il riscatto tra le mura amiche del Flaminio contro il Ponte Rodoni. Dopo il doppio ko contro Osteria Grande e Montanari, i biancorossi sono chiamati a rialzare la testa. I gol non sono mai mancati, così come le buone idee, peccato per qualche errore di troppo soprattutto sul piano della cattiveria agonistica e dell'attenzione, ma il cammino è lungo e la gara con i giallorossi potrebbe essere un'ottima occasione per il bottino pieno. Se la rosa è praticamente al completo (unico assente Toscano), la novità riguarda la guida tecnica. Infatti l'allenatore Davide Germondari sarà indisponibile per le prossime due gare (Ponte Rodoni appunto e Real Casalgrandese) per motivi di lavoro all'estero. Dunque, la panchina è stata affidata pro-tempore al suo stretto vice Fabio Traviglia, mister pure della Juniores che ha il biancorosso nel sangue visti i trascorsi da giocatore e coach proprio nel Rimini. Dunque, non si tratta dell'esordio assoluto sulla panchina. "La prima volta nel 2008 in C1 nella trasferta di Imola contro la Campanella. Ricordo una vittoria difficile, 0-2 che poi ci permise di arrivare ai play-out scongiurando la retrocessione diretta. Indubbiamente mi fa piacere, con Germondari mi lega un rapporto di amicizia e collaborazione, i ragazzi poi li conosco praticamente tutti dall'anno scorso. Sono contento di dare il mio contributo".

 

Traviglia, che vanta presenza da giocatore e allenatore anche in serie B con il Rimini, domani non si aspetta una passeggiata di salute. "I ferraresi sono una buona squadra, la classifica non deve ingannarci. Arriviamo a questa gara dopo due sconfitte ma la squadra ha sempre espresso un buon gioco, forse è mancato qualcosa sul piano della cattiveria e dell'intensità".

 

Traviglia non stravolgerà l'assetto o gli schemi di Germondari. "Non cambieremo il modo di giocare, certamente però darò suggerimenti tattici perché le partite non sono tutte uguali. Sicuramente non staremo a guardare i nostri avversari. Dobbiamo cercare di riprendere la marcia, rimanendo tranquilli e con la giusta carica".

 

Luca Filippi

 

Addetto comunicazione Calcio a 5 Rimini

 

 

 

 

 

Commenti

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'