In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Ciclismo

Carapaz: "Sono orgoglioso di quello che ho fatto"

di Marco Sandali

04/06/2019


Carapaz: "Sono orgoglioso di quello che ho fatto"

foto Marco Sandali


Al termine delle premiazioni nel corso di una affollata conferenza stampa abbiamo sentito il vincitore del Giro.

 

In Equador il paese sta impazzendo per le tue imprese qui al Giro.

Sono molto orgoglioso di quello che ho fatto qui al Giro e che questo abbia portato un pò di gioia all’Equador. Devo dire però che quando sono partito per il giro nessuno lo sapeva e che nessuno credeva in me.

 

Ora il Giro è finito, da domani cosa farai?

Ora voglio stare un pò tranquillo con la mia famiglia, con i miei figli.  Voglio poter parlare un pò con i miei genitori e riposare.

 

Se tornando a casa un ragazzino che sogna di ripetere le tue imprese che consiglio gli daresti?

Gli direi di non smettere di sognare e di andare in bicicletta, di allenarsi, di lavorare che poi i risultati arriveranno. 

 

Ma è vera la storia che la tua prima bicicletta era stata recuperata da tuo padre in una discarica?

I miei genitori facevano i contadini ed avevo pochi soldi e mio padre avrebbe voluto che anch’io facessi il contadino, ma poi vedendo la mia grande passione per la bicicletta avendo trovato una bicicletta in una discarica la portò a casa e me la risistemò.

Quando ti sei reso conto che avresti potuto vincere il Giro e quali sono stati gli errori dei tuoi avversari? 

Sicuramente è stata la tappa Saint Vincent - Courmayeur. L’errore più grosso dei miei avvrsari, che ha impedito loro di primeggiare è stato quello di marcarsi troppo a vicenda e di disinteressarsi di me, che non ero uno dei favoriti per la vittoria finale. Devo dire però che dopo che ho preso la maglia rosa Vincenzo Nibali ha corso bene, ma forse io ho avuto qualche cosa più di lui.

 

                                                Marco Sandali

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'