In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Castellarano juniores ad Arceto

20/09/2019


Castellarano juniores ad Arceto

 

La traiettoria di campionato del Castellarano Juniores è iniziata sotto ottimi auspici: sabato scorso, sul sintetico "don Bosco" di via Chiaviche, i nostri beniamini si sono resi protagonisti di un altisonante successo casalingo nella sempre attesa sfida con la San Michelese. Senza dubbio, il 2-0 inflitto ai sassolesi ha ulteriormente rinfrancato l'entusiasmo all'interno del gruppo guidato da mister Galli: lo stesso vale anche per il pubblico azulgrana, che già inizia a coltivare qualche ragionevole sogno di gloria. Tuttavia una singola partita, per quanto di rilevante importanza, non può certo autorizzare a trarre sentenze definitive: il cammino resta molto lungo, e dopodomani il Castellarano sarà di scena in un nuovo derby di grandi tradizioni. A partire dalle ore 15 di sabato 21 settembre, gli azulgrana saranno di scena ad Arceto: il "Comunale" di via Caraffa sarà il teatro del duello con i biancoverdi di casa, che a loro volta hanno iniziato molto bene il proprio cammino nel girone C.

 

Davide Beghi, tra gli elementi più esperti del Castellarano Juniores, torna innanzitutto sul successo maturato nei confronti della San Michelese. "Era una partita a cui tenevamo particolarmente, non solo per le vicende legate al recente passato - spiega il difensore classe 2000 - Come sapete, il pareggio del marzo scorso in terra sassolese ha condannato il Castellarano a non disputare i play off regionali: volevamo quindi prendere una tangibile rivincita, e la missione può dirsi pienamente compiuta. Inoltre, anche quest'anno la San Michelese può contare su un organico di grande competitività: il fatto di averla sconfitta rappresenta quindi un ottimo segnale, perchè siamo riusciti a individuare delle efficaci strategie di rendimento contro un'avversaria senza dubbio di primo piano".

 

Più nello specifico, Beghi, quali sono gli elementi che vi hanno permesso di avere la meglio nel derby del Secchia?

"Mister Antonio Galli ci ha orientati su un modulo per noi nuovo, che ha dato ottimi risultati: sia in termini di efficienza, sia per quanto riguarda la continuità di rendimento. Il 3-5-2 che abbiamo sviluppato sabato scorso valorizza al meglio le nostre caratteristiche, individuali e di squadra. Ovviamente non so ancora dire se in futuro riproporremo lo stesso modulo: credo che questo Castellarano possa esprimersi efficacemente anche con un più classico 4-4-2, e le decisioni in merito spetteranno come sempre al nostro timoniere tecnico. Tutto ciò, beninteso, senza dimenticare la notevole tenacia che abbiamo riposto in campo lungo tutti i 90 minuti".

 

Ora, l'Arcetana: chi o che cosa temi maggiormente nell'assetto dei vostri prossimi avversari? E voi, come vi presenterete? Qualche assenza?

"So che ad Arceto sono partiti senza grandi proclami: d'altro canto il club biancoverde avrebbe tutte le carte in regola per farne. Mister Patrick Veneselli può contare su un organico con eccellenti potenzialità in tutti i reparti: inoltre i loro 2002 sono senza dubbio tra i migliori della categoria. Il successo che l'Arcetana ha ottenuto a Castelvetro, in occasione della prima giornata, non deriva affatto dal caso: la trasferta di dopodomani rappresenterà quindi un preciso e severo banco di prova per le nostre ambizioni. Si tratta di un duello che ci aiuterà a capire chi siamo veramente sotto l'aspetto calcistico: è con questo spirito che ci stiamo avvicinando al derby, confidando ovviamente di ricavarne ulteriori indicazioni positive. Noi saremo privi dello squalificato Gabriele Bassani: per il resto, al momento non sono previste ulteriori assenze".

 

Quali sono gli aspetti su cui dovreste migliorare con maggiore urgenza, in vista di Arceto ma anche degli impegni successivi?

"Essendo ancora all'inizio del nostro nuovo cammino agonistico, credo che sia necessario perfezionare qualche meccanismo di gioco: tutto questo per arrivare a limitare il più possibile tutte quelle imprecisioni tipiche di questa fase della stagione. Inoltre, sarebbe bene se il Castellarano arrivasse a macinare più possesso palla durante le partite: un aspetto su cui ci stiamo concentrando a fondo. La guida di Galli e del suo vice Accardi ci darà un consistente aiuto per crescere anche in tal senso".

 

Obiettivi stagionali: questo Castellarano Juniores può veramente ambire ai play off?

"Al momento preferiamo valutare una partita alla volta, perchè è davvero troppo presto per mettersi a elaborare pronostici attendibili. In ogni caso, la speranza è sicuramente quella di ottenere un posto nella griglia degli spareggi regionali: la società lo meriterebbe per i suoi grandi sforzi, e poi sarebbe il modo migliore per cancellare l'amarezza legata al finale della scorsa stagione. Intanto procediamo con fiducia, consapevoli di dover ancora lavorare tanto per affinare le nostre potenzialità: io personalmente sono in forma, e continuerò a fare tutto il possibile per non far mancare un mio fattivo contributo".

 

Arcetana-Castellarano sarà diretta dal sig. Nicolò Campanini, arbitro del Comitato di Reggio Emilia.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'