In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Giovanili

Comunicato Happy Basket Rimini

16/03/2019


Comunicato Happy Basket Rimini

RenAuto U16 (2 vittorie pesantissime in 3 giorni)


 

 

U18: LA RENAUTO ASPETTA L'INTERZONA

 

Faenza BP-HAPPY BASKET 70-49 (24-16; 26-13; 10-13; 10-7), giocata lunedì 11/3.

Happy Basket: La Forgia 12, Palmisani 4, Pignieri 6, Tosi 2, Borsetti 12, Poplawska Li. 3, Poplawska La. 3, Panzeri, Lazzarini 7, Zannoni. All. Rossi

Chiude al quarto posto regionale la RenAuto U18 di coach Pier Filippo Rossi, sconfitta sul neutro di Lugo dal Faenza Basket Project: le rosanero, prive di Palmisano, out per problemi alla schiena, pagano un primo tempo deficitario sul piano difensivo e a nulla vale un secondo tempo giocato alla pari.

Nel primo quarto sono gli attacchi a farla da padrone: l'Happy lavora bene e segna con discreta continuità, ma dietro subisce troppo, 24-16.

La seconda frazione è ancor più sbilanciata a favore di Faenza, perché in difesa la RenAuto continua a faticare ed anche in attacco perde un po' di efficacia. All'intervallo tra le squadre ci sono 21 punti, 50-29.

La ripresa, come accennato, è in totale equilibrio, anche perché il gap tra le squadre non lascia dubbi sull'esito finale.

Vince Faenza, ma per la RenAuto non cambia nulla: si aspetta ora di conoscere la formula della fase interregionale e non è ancora chiaro se si tratterà di un concentramento, o di un logisticamente complicato girone con gare di andata e ritorno. Le avversarie con le quali l'Happy Basket si giocherà l'unico posto disponibile per la fase successiva, sempre interregionale, saranno Battipaglia, prima classificata della Campania, Latina, terza classificata del Lazio e la terza classificata, ancora da definire, della Toscana.

«Subire 50 punti nel primo tempo - commenta coach Rossi -, non va assolutamente bene. Meglio la ripresa, ma il match ormai aveva poco da dire. Non sappiamo cosa ci aspetta ora, ma c'è il rischio di giocare vicino alle partite della Serie C, cosa che ci complicherebbe non poco la vita. Speriamo in un concentramento in campo neutro, perché è la soluzione più gestibile da un punto di vista organizzativo». 

 

 

U16: PER LA RENAUTO UN'ALTRA VITTORIA PESANTE

 

HAPPY BASKET-Magika Pallacanestro 53-50 (14-14; 16-16; 9-12; 14-8), giocata mercoledì 13/3.

Tabellino: Poggi 9, Martinini 3, Innocenti 1, Comini 2, Tiraferri 20, Mescolini 4, Gambetti 6, Guiducci, Vergine 2, Fulgenzi, Semprini, Del Fabbro 6. All. Rossi.

La RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi compie un'impresa e tiene vive le speranze di qualificazione alla seconda fase. Cominciamo dalla fine: a 3'30" dalla sirena la Magika è avanti sul 40-46 e l'inerzia sembra tutta per le ospiti, ma le rosanero, col consueto immenso carattere, trovano un incredibile parziale 13-4 e battono la capolista.

Tornando al principio, la partita si sviluppa in perfetto equilibrio per 20’: i primi due quarti terminano entrambi in parità e all’intervallo il tabellone segna 30-30.

Al rientro in campo è la Magika a fare quel poco di più per chiudere in vantaggio all’ultima pausa, 39-42.

Il quarto periodo, come accennato, è una cavalcata vincente, costruita sull'intensità di una RenAuto mai doma. Basti citare un dato statistico: l'Happy segna 14 punti in totale, 1 solo nei primi 6'30", il resto quando conta.

E’ una gran vittoria, l’ennesima a dire il vero, un risultato che tiene meritatamente vive le speranze di passaggio del turno.

«Le ragazze sono state eccezionali - esordisce coach Rossi -: considerando che a Castel San Pietro avevamo vinto il secondo tempo, sono 60’ che battiamo la capolista, una squadra davvero molto forte che gioca un basket organizzato con i blocchi e la zona. Proprio questa settimana ho introdotti alcuni attacchi contro questo tipo di difesa e le ragazze sono state molto brave a mettere in pratica sul campo quello su cui abbiamo lavorato. Personalmente mi interessa allenare le mie giocatrici nel fondamentale della difesa a uomo, usando poco anche i cambi sui blocchi, perché voglio che imparino ad adeguarsi da sole; è  a questa età che si fanno i miglioramenti più grandi, per introdurre i concetti che mettiamo in pratica con l’U18 e la Serie C c’è tempo. La squadra si esprime meglio a tutto campo e io voglio che imparino a difendere a uomo. Detto questo è ancor più sorprendente che le abbiamo battuto le prime due in classifica, pur essendo quasi tutte di un anno più piccole; è la miglior dimostrazione degli evidenti miglioramenti individuali. Adesso dobbiamo vincere di più di quattro punti a Scandiano, ma anche sperare nella vittoria della Valtarese con Cavezzo, perché un arrivo a pari a tre squadre ci eliminerebbe. Resta il fatto che ci siamo guadagnati da soli una possibilità di qualificazione, un grande risultato».

La RenAuto U16 tornerà dunque in campo a Scandiano (RE) venerdì 15 marzo, alle ore 18.45, per il match con il Boiardo.

 

 

U16: LA RENAUTO DOMINA A SCANDIANO

 

Boiardo-HAPPY BASKET 38-49 (6-9; 16-19; 6-13; 10-8), giocata venerdì 15/3.

Tabellino: Poggi, Martinini 8, Innocenti 18, Comini 2, Tiraferri 4, Ricci, Mescolini 1, Gambetti 8, Guiducci 1, Vergine, Del Fabbro 7. All. Rossi

Serviva un successo di almeno 5 punti alla RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi per sperare nel passaggio del turno e puntuale arriva la vittoria: le rosanero a Scandiano dominano fin dalla palla a due, battono nettamente il Boiardo e aspettano ora buone notizie dalla Valtarese - che deve vincere almeno una delle due gare rimaste -.

L'Happy parte subito bene, mette la testa avanti e dietro non concede nulla; per rimettersi in partita le padrone di casa passano a zona già a metà primo quarto ma, diversamente da quanto successo nella gara di andata, la RenAuto punisce la scelta, infilando tre pesantissime triple nei primi 15'.

All'intervallo tra le due squadre ci sono 6 punti, 22-28.

Il terzo quarto è quello più spigoloso: Scandiano "pareggia" il doppio confronto, 24-28, ed il punteggio non si muove per parecchi minuti.

E' il momento chiave, perché, quando si sblocca, la RenAuto trova un break di 7 punti che spacca la partita.

Nell'ultima frazione l'Happy deve addirittura rinunciare a Mescolini, botta allo stomaco, e Tiraferri, taglio al labbro, ma la squadra è talmente in fiducia che non paga minimamente le assenze e a 3' dalla sirena è avanti di 18.

Nel finale Scandiano lima un po' le distanze, ma non può fermare il trionfo Happy.

Statisticamente rilevante la prova di Sofia Innocenti, autrice di 18 punti, top scorer dell'incontro, con tre triple a segno.

«Questo è un gruppo speciale - commenta coach Rossi -, ho finito gli aggettivi. Vincere in un ambiente così difficile, rasentando il +20 ha dell'incredibile; abbiamo difeso molto meglio rispetto all'andata, limitando le loro lunghe, e abbiamo attaccato subito bene la zona con 15' fantastici. Abbiamo vinto quattro gare su cinque nel girone di ritorno, un risultato eccezionale: la qualificazione non dipende più solo da noi, ma queste ragazze certamente la meritano per quello che hanno fatto».



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'