In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

Consar in visita a Classis: la storia sportiva della città si interseca con quella di un intero territorio

Il club ravennate lancia l’hashtag #lastorianellastoria e domenica contro Trento ospiterà il direttore di Fondazione RavennAntica e l’assessora alla cultura del Comune di Ravenna

06/12/2018


Consar in visita a Classis: la storia sportiva della città si interseca con quella di un intero territorio

 

Metti un LIKE sulla pagina facebook Volley EmiliaRomagna

 

Si conferma molto alta l’attenzione della Consar Porto Robur Costa per tutte le iniziative sportive e sociali che mettono insieme aggregazione, divertimento, formazione fisica e tecnica dei giovani atleti e inclusione sociale ma anche per le eccellenze del territorio cittadino. Così, ieri mattina l’intera squadra ravennate ha giocato al Pala De Andrè con gli oltre 800 ragazzi dei 43 gruppi scolastici di ogni ordine e grado che hanno aderito a “Volley Insieme”, il progetto voluto dalla Fipav che ha unito la pratica del Volley S3 alla promozione e diffusione del Sitting Volley, sport che vuole abbattere le barriere fisiche e culturali che ancora oggi allontanano i disabili dallo sport, mentre questa mattina, insieme allo staff tecnico e ad una rappresentanza della dirigenza, ha visitato Classis, il nuovo Museo della città e del territorio, inaugurato lo scorso 1 dicembre. Accolti dal direttore di Fondazione RavennAntica, Sergio Fioravanti, e guidati nella loro visita da Valeria Lacchini, i ragazzi e lo staff della Consar Porto RoburCosta hanno potuto cogliere in pieno non soltanto la grandezza della storia di Ravenna e della vicina città portuale di Classe ma anche il grande esito del progetto di riqualificazione di un edificio di archeologia industriale che ha ridato vita a quello che è stato il primo zuccherificio costruito in Italia, nel 1899, chiuso definitivamente nel 1982 dopo la 78ª campagna saccarifera.

“Nell’anno in cui Ravenna ha celebrato e continua a farlo, con tante iniziative i cento anni dall’arrivo della pallavolo in Italia nella nostra città – ha sottolineato il direttore generale del club Marco Bonitta – la Consar Porto RoburCosta è orgogliosa di poter rappresentare una fetta importante della storia pallavolistica di Ravenna, che si abbina alla storia importante di un intero territorio, appoggiando quelle che sono le eccellenze vere del nostro territorio. Da oggi lanciamo l’hashtag #lastorianellastoria: Classis è davvero molto bello, è un bel viaggio nella storia della città e noi invitiamo tutti i ravennati a visitarlo. E domenica, in occasione della partita con Trento, avremo il piacere di avere nostri ospiti il direttore della Fondazione RavennAntica, Sergio Fioravanti, e l’assessora alla cultura del Comune di Ravenna, Elsa Signorino”.

La squadra, nel frattempo, non perde di vista la preparazione in palestra in vista del match di domenica (ore 18 al Pala De Andrè) che la opporrà ai freschi campioni del mondo di Trento. E’ attiva fino a domenica alle ore 12 la prevendita su vivaticket mentre domenica i botteghini del Pala De Andrè apriranno alle ore 16.

 

 

Ufficio stampa Porto RoburCosta

Massimo Montanari



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'