In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

Consar, prenditi la prima vittoria

10/10/2020


Consar, prenditi la prima vittoria

 

 

 

 

Dopo la battaglia di giovedì sera con Modena, Mengozzi e compagni tornano di nuovo in campo per affrontare la Top Volley Cisterna, già affrontata e battuta in Coppa Italia, nel primo scontro diretto in chiave salvezza

 

Venti giorni fa, la Consar con una grande partita espugnò il palasport di Cisterna gettando le basi per la qualificazione ai quarti di Coppa Italia poi ottenuta con il successo su Piacenza nel match successivo. Domani Mengozzi e compagni ritrovano la Top Volley (si gioca alle 18 al Pala De Andrè): questa volta si gioca per la quarta giornata di SuperLega e i punti cominciamo a contare ma l’obiettivo in casa Consar è ripetere quella prestazione e mettere negli archivi la prima vittoria in questo campionato, confidando anche nella tradizione molto favorevole nei confronti diretti con la compagine pontina (14 successi in 19 partite, 8 su 9 in casa). “Comincia a esserci il sapore della sfida che conta veramente per l’obiettivo di rimanere in SuperLega”, sottolinea Marco Bonitta esternando una consapevolezza che non è solo sua ma di tutta la squadra, a sua volta cosciente del valido percorso fatto fin qui: qualificazione ai quarti di Coppa, un punto strappato a Civitanova e due sconfitte molto lottate e combattute contro Piacenza e Modena. “Queste partite, soprattutto le prime tre di campionato, ci dicono che abbiamo una squadra che lavora – spiega il coach ravennate – che sa giocare a pallavolo, che è unita e coesa e consapevole che la strada per vincere le partite è lastricata di difficoltà. Abbiamo un punto: visto il calendario iniziale non è male. Abbiamo tenuto alta la nostra dignità, il nostro onore e abbiamo cercato di fare il meglio di quello che potevamo”.

 

Un punto che va alimentato, a partire proprio dal match di domani contro una Cisterna ancora ferma al palo e che proprio nella giornata di ieri ha esonerato coach Tubertini: sarà la seconda volta, in questo scorcio iniziale di stagione, che la Consar si trova ad affrontare un avversario reduce dal cambio della guida tecnica. “E’ una gara importante per entrambe – evidenzia Bonitta - per noi che vogliamo salire qualche posizione e per loro che sono dietro di noi e non vogliono staccarsi. Dobbiamo continuare a proporre la nostra bella pallavolo”. Un concetto, questo, ribadito anche da Giulio Pinali, reduce da due partite in cui è stato top scorer, con 22 punti messi a segno, e già balzato in testa alla classifica dei punti totali (59) insieme ad Abdel-Aziz. La mano calda dell’opposto dovrà essere un’arma in più nel match di domani. “Credo si sia visto in questa prima parte di stagione che la squadra cerca sempre di portare a casa da ogni partita il massimo possibile – spiega – anche contro quelle squadre con cui meno ci si aspetta questo. Dobbiamo continuare così sapendo che troveremo un avversario agguerrito”.

 

Ancora assente Stefani che sta proseguendo il suo periodo di isolamento domiciliare. Arbitreranno Rossella Piana da Carpi e Luciani da Chiaravalle. Fino a domani alle 12 sarà possibile acquistare in prevendita sulla piattaforma Vivaticket i biglietti per questa gara. La prevendita al botteghino del Pala Costa, attivata ieri, ha portato a oltre 120 biglietti venduti.

 

 

Ufficio stampa




Ravenna-Cisterna 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)

Consar travolgente: per Cisterna non c’è scampo

12/10/2020


Ravenna-Cisterna 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)

 

 La squadra di Bonitta non fallisce il primo scontro diretto della stagione, sfoggiando un’altra partita valida sotto il profilo del gioco, del carattere e della mentalità. E Zonca, alla prima da titolare, si porta a casa il premio per l’Mvp

 

 La Consar non fallisce il primo scontro diretto per la salvezza. Senza Stefani, in isolamento fiduciario al rientro dagli Europei Under 20, e senza Arasomwan, trovato positivo all’esito del tampone alla vigilia di questa sfida e subito in quarantena, trascinata da un super Zonca, lanciato nello starting six da coach Bonitta (13 punti, con un ace, un muro e 69% in attacco) e Mvp finale, ben assecondato dal solito Pinali (19 punti al suo attivo, con 3 ace) e da una squadra che conferma il suo gioco piacevole e già collaudato, la Consar non dà scampo alla Top Volley, alla quarta sconfitta di fila in campionato, e porta a casa il primo successo della sua SuperLega e un salto in classifica al nono posto.

 

La cronaca della partita Zonca è la novità degli starting six e lo schiacciatore friulano ripaga la fiducia siglando subito due punti, aiutando il primo scatto dei padroni di casa (4-2) e (8-5). Recine fa +4 (9-5). Randazzo scuote i suoi con un positivo turno al servizio, con cui la Top Volley annulla il divario (11 pari). Poi un muro di Rossi vale il primo vantaggio ospite (12-13). Grande equilibrio nello sviluppo successivo del set, ma sul 19 pari Cisterna piazza un minibreak che Redwitz spezza con un recupero straordinario fin verso il tavolo dei giudici per servire il pallone buono a Zonca, che poi con un ace fa 21 pari. Loepkky, appena entrato, piazza un ace all’incrocio delle righe ed è 24-22. Poi ci pensa Pinali a scrivere l’1-0.

Prolungata fase di punto a punto nel secondo set poi Mengozzi e un errore avversario determinano il minibreak ravennate (13-11), divario che poi si allunga al +4 (16-12) col turno in battuta di Zonca. Che continua la sua grande partita (80% in attacco in questo parziale) mettendo a segno l’attacco vincente e il muro del nuovo +4 (21-17). Margine che Ravenna tiene fino alla fine chiudendo il set con un errore al servizio di Rossato.

Punto a punto anche all’inizio del terzo set, poi la Top Volley prova l’allungo con Randazzo (5-7), subito spento da un’invasione a rete e da due attacchi del solito Zonca. Qui si apre una fase di sorpassi e controsorpassi tra le due squadre a forza di minibreak di tre punti. Ravenna, sotto 16-19, trova la forza per piazzare un break di 5 punti e poi chiudere con un ace di Pinali (3 i suoi punti dalla linea dei 9 metri).

 

Il commento di coach Bonitta “Vittoria straordinariamente preziosa perché sono tre punti, senza perdere alcun set perché anche i set li considero un elemento importante per guadagnare la salvezza. Abbiamo recuperato due situazioni difficili nel primo e nel terzo set con lucidità, ma anche con una discreta maturità e con un’autostima propria della squadra che sa di poterlo fare. Sono molto soddisfatto. Zonca? L’ho visto molto bene in settimana, aveva fatto bene anche nella parte del match precedente, dà grande energia come tutti ma l’ho visto molto in palla e ci darà una grande mano”.

 

Disservizi di Eleven Sports La società informa che i disservizi patiti dagli abbonati a Eleven Sports nella giornata odierna, tali da impedire una corretta e continua visione della partita della loro squadra, non sono imputabili in alcuna maniera al club, che tramite Legavolley ha già fatto tutte le rimostranze del caso alla direzione di Eleven auspicando che tali disservizi non si ripetano più. Dispiaciuta per la situazione, la società comunque si scusa con tutti i suoi abbonati per non aver potuto usufruire in pieno della visione della partita di SuperLega di oggi.

 

 

Seguici su Facebook: VOLLEY  EMILIAROMAGNA

 

 

Il tabellino

 

Ravenna-Cisterna 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)

 

CONSAR RAVENNA: Redwitz 1, Pinali 19, Grozdanov 7, Mengozzi 7, Zonca 13, Recine 8, Kovacic (lib.), Loeppky 1, Batak, Koppers. Ne: Giuliani (lib.), Pirazzoli, Grottoli, Rossi. All.: Bonitta.

TOP VOLLEY CISTERNA: Seganov 2, Szwarc 12, Rossi 6, Krick 5, Randazzo 15, Tillie 8, Cavaccini (lib.), Rossato, Onwuelo. Ne: Cavuto, Sottile, Sabbi, Rondoni (lib.). All.: Cocconi.

ARBITRI: Piana di Carpi e Luciani di Chiaravalle.

NOTE: Durata set: 30’, 28’, 30’, tot. 88’. Ravenna (5 bv, 7 bs, 10 muri, 9 errori, 54% attacco, 48% ric., 32% perf.), Cisterna (3 bv, 9 bs, 3 muri, 10 errori, 48% attacco, 52% ric., 39% perf.). Spettatori 200 per un incasso di 1719 euro. Mvp: Zonca.

 

Ufficio stampa



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'