In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Motori

Disputata la seconda tappa del campionato italiano FMI Aprilia sport production

Sotto lo sguardo attento di due coach d’eccezione, Andrea Iannone e Matteo Baiocco, è ancora grande bagarre tra i piloti in sella alle rs 250 sp

03/08/2020


Disputata  la seconda tappa del campionato italiano FMI Aprilia sport production

 

 

Seguici su Facebook: MOTORI EMILIAROMAGNA

 

Lo scorso fine settimana il Circuito Internazionale d’Abruzzo, a Ortona, in provincia di Chieti, è stato teatro della seconda tappa del Campionato Italiano FMI Aprilia Sport Production. 

Come già accaduto nell’appuntamento di esordio a Magione, lo scorso 19 luglio, anche in Abruzzo i ragazzi al via del campionato hanno potuto contare sui preziosi consigli di Andrea Iannone, affiancato in questa occasione da Matteo Baiocco, solitamente impegnato nel ruolo di “coach” con Aprilia Racing in MotoGP.

Un tutoring d’eccezione che rappresenta un ulteriore “plus” di un campionato unico nel panorama tricolore, grazie al coinvolgimento diretto di Aprilia Racing e a una moto - l’Aprilia RS 250 SP, progettata e sviluppata da Aprilia Racing in collaborazione con Ohvale - pensata espressamente per rendere facile e graduale la crescita dei giovani talenti. Una serie monomarca dai costi accessibili che si inserisce nella filiera FMI dedicata ai giovanissimi, perfetto anello di congiunzione tra le Minimoto e il Campionato Nazionale di Velocità.

 

Il weekend di gara ha visto come di consueto lo svolgimento di due gare, corse la domenica pomeriggio, con griglia di partenza unica, ma con la classifica divisa nelle due categorie che compongono il Campionato: la Next Generation, che mette in competizione i ragazzi più giovani, dagli 11 ai 14 anni di età, e la Challenge, per piloti a partire dai 15 anni.

Nella Next Generation bottino pieno per Lorenzo Frasca, due volte primo sotto la bandiera a scacchi: grazie a questo doppio successo, il tredicenne friuliano si porta anche in testa alla classifica generale con 79 punti, davanti a Leonardo Abruzzo (due volte secondo a Ortona, 71 punti) e a Christian Pucci, autore di una doppietta nella tappa di apertura, a quota 68 punti. In evidenza anche Mattia Bosello, terzo in Gara 1, e lo sloveno Enej Krsevan, salito sul terzo gradino del podio in Gara 2.

Nella categoria Challenge nuovamente protagonista Daniel Da Lio, che ha replicato la doppietta già siglata a Magione, riuscendo ad avere la meglio su Yari Favero sia in Gara 1 che in Gara 2, mentre Nicola Plazzi e Nicholas Pighin hanno occupato il terzo gradino del podio nelle due corse.

I prossimi appuntamenti sono in programma a Varano de’ Melegari (29 e 30 agosto) e ad Adria (10 e 11 ottobre).

 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'