In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Domenica il Castellarano attende il Persiceto.

Vassere: "fin qui siamo sotto le aspettative, ma gli imprevisti non sono mancati.

13/02/2020


Domenica il Castellarano attende il Persiceto.

 

 

Dopo la brusca sconfitta rimediata domenica scorsa nel derby sul campo del Baiso Secchia, in casa Castellarano è tempo di riflessioni e ovviamente anche di grande lavoro: ci riferiamo ovviamente alla squadra di Promozione, che adesso ha il compito di rialzare immediatamente la testa per non perdere eccessivo contatto con la zona play off. 

 

Domenica prossima 16 febbraio, gli azulgrana hanno un'occasione per vincere da non lasciarsi sfuggire: al "Ferrarini" andrà in scena il duello interno con i bolognesi targati Persiceto 85, in arrivo da 4 sconfitte consecutive. Il confronto sarà valevole per il 23° turno del campionato di Promozione, e scatterà al consueto orario delle 14,30. 

Classifica alla mano, ora i nostri beniamini distano 7 punti dalla zona play off e solo 4 da quella play out: di conseguenza, il ritorno al successo rappresenta un'assoluta necessità non più rinviabile. Ricordiamo che l'ultimo acuto vincente della formazione di Lanzafame risale allo scorso 19 gennaio, quando il Castellarano ha ottenuto 3 punti casalinghi di notevole rilievo contro una Riese che rientra a pieno titolo tra le maggiori potenze del girone B.

 

"Per quanto riguarda Baiso, non dobbiamo certo cercare alibi - sottolinea il direttore sportivo azulgrana Luca Vassere - E' vero che alcuni episodi ci hanno girato contro: inoltre, in campo non si è visto tutto quel divario che il 3-0 finale potrebbe lasciare intendere. Comunque sia, anche se le dimensioni del punteggio ci puniscono oltremisura, si tratta ugualmente di una sconfitta meritata: al "Mapiana" abbiamo fornito una tra le peggiori prove stagionali, attestandoci ben al di sotto degli abituali standard di cui siamo capaci. Una pagina da archiviare in fretta e con la massima decisione, perchè il tempo inizia a stringere".

 

Più in generale, come si è articolato il cammino del Castellarano fino a questo momento? Ti aspettavi di avere 31 punti dopo 22 giornate?

"In tutta sincerità, no: per ora siamo sotto le aspettative, e credo si tratti di una realtà innegabile. La squadra potrebbe e dovrebbe fare di più, ma bisogna anche dire che gli intoppi imprevisti non sono mancati: basti pensare ai numerosi problemi di infermeria, come ad esempio gli infortuni di Nicola Algeri e Nazzareno Belfasti. Poi, in difesa Davide Splendore ha lasciato Castellarano prima del previsto: ciò ci ha portati a dover rivedere alcuni assetti che riguardano la retroguardia. Come se non bastasse, ci si è messo anche il problema burocratico che ci ha tolto i 3 punti conquistati con la Quarantolese: un insieme di avversità che ben poche altre squadre hanno dovuto fronteggiare".

 

D'altro canto, quali sono invece i punti di forza che il Castellarano ha evidenziato fin qui?

"Nonostante tutti gli intoppi che ci sono capitati, a oggi siamo ancora in corsa per centrare l'obiettivo stagionale dell'accesso ai play off: inoltre la sconfitta di Baiso fa senza dubbio male, ma non dobbiamo dimenticare che in precedenza avevamo inanellato una serie di 7 risultati utili consecutivi sul campo. Una lunga striscia senza sconfitte che non deriva affatto dal puro caso: mister Roberto Lanzafame sta infatti lavorando con assoluto impegno e notevole serietà fin da inizio stagione, e specialmente negli ultimi 2 mesi ha portato il gruppo a compiere un percorso di crescita più che apprezzabile. Sul piano tecnico-agonistico, l'organico ha senza dubbio le caratteristiche necessarie per migliorare la situazione di classifica in tempi non lunghi. Ora arrivano due sfide che saranno determinanti per delineare il nostro futuro: domenica con il Persiceto, poi il 23 sul campo della Vignolese. L'intero gruppo ha piena consapevolezza della posta in palio, e ciò rappresenta un punto di partenza sicuramente molto confortante".

 

Contro il Persiceto, mister Lanzafame dovrà fronteggiare qualche assenza?

"Purtroppo mancherà ancora l'infortunato Michele Potenza, ma per il resto non si profilano ulteriori defezioni. Antonio Barbati ha ormai risolto i suoi problemi al ginocchio, e quindi è pronto per andare quantomeno in panchina: poi, come sempre sarà l'allenatore a decidere in merito al suo eventuale impiego in campo. Finalmente l'infermeria inizia in modo graduale a darci una mano, e in questa fase della stagione ne abbiamo veramente bisogno".

 

Che cosa bisognerà fare per uscire vittoriosi dal duello con i bolognesi?

"Innanzitutto, rinunciare a ogni tipo di illusioni in merito alla situazione che gli avversari stanno attraversando. E' vero che i felsinei provengono da 4 sconfitte consecutive, ma nelle ultime settimane hanno dovuto a loro volta fare i conti con assenze pesanti: domenica il Persiceto si preannuncia invece al completo o quasi, e anche per questo non possiamo certo aspettarci una formazione in disarmo. Peraltro affronteremo una squadra assetata di punti-salvezza, e che quindi sarà animata da motivazioni forti tanto quanto le nostre. 

Per quel che ci riguarda, la ricetta da seguire è in buona sostanza semplice: il Castellarano deve fare il Castellarano, sviluppando il proprio gioco in maniera lineare senza complicarsi la vita con inutili arzigogoli accademici. E' necessario costruire delle geometrie di manovra convincenti e ficcanti, evitando di intessere delle trame che non servono. In questa fase del campionato ciò che conta è l'effiacia, e il nostro gruppo ne può esprimere certamente parecchia: è arrivato il momento di darne prova con continuità, e senza tentennamenti".

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'