In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Folgore Rubiera San Fao ospite di una Vignolese in grande spolvero

17/10/2019


Folgore Rubiera San Fao ospite di una Vignolese in grande spolvero

Il ds biancorossoblù: "Meglio volare basso con le previsioni a medio-lungo termine, specie considerando l'alto tasso di imprevedibilità che caratterizza questa categoria. Peraltro, dopodomani dovremo fare i conti con un'avversaria di livello molto elevato: io ho lavorato con il club modenese per tre anni, e conosco bene la qualità del lavoro che il sodalizio rossoverde svolge anche a livello giovanile. Per fare risultato, dovremo puntare su quell'atteggiamento propositivo che mister Cavalletti sta infondendo alla squadra: inoltre, nonostante i 10 gol segnati negli ultimi 180 minuti, ritengo che i nostri ragazzi possano fare ulteriori passi avanti in fase offensiva"

 

Dopo aver osservato e soppesato l'andamento delle ultime due partite, il pubblico che segue la Folgore Rubiera San Fao Juniores sta ovviamente iniziando a coltivare qualche sogno di gloria. La formazione di mister Roberto Cavalletti proviene da 2 vittorie casalinghe con ben 10 gol realizzati, e dunque gli entusiasmi appaiono naturali oltre che giustificati: tuttavia Andrea Ippolito provvede sùbito a stoppare sul nascere ogni possibile volo pindarico, specie in vista della sfida di dopodomani sul campo della Vignolese. "Senza dubbio, ultimamente le nostre cifre si presentano parecchio lusinghiere - ammette il direttore sportivo della Juniores biancorossoblù - D'altro canto, adesso l'unico numero da tenere scolpito nella mente è il 30: per maturare la certezza di restare nel campionato regionale, bisogna infatti arrivare proprio a trenta punti. Dovremo farcela, cercando al tempo stesso di lanciare il maggior numero possibile di giovani sul palcoscenico della Prima squadra. Di conseguenza la strada da fare è ancora lunga, e a livello Juniores i pronostici sono ancora più difficili da formulare rispetto alle altre categorie: anche per questo, i recenti fasti non ci autorizzano affatto a spiattellare proclami".

 

Ad ogni modo, Ippolito, quali sono le carte vincenti che hanno permesso alla Folgore Rubiera San Fao di dare una decisa accelerata al proprio rendimento? Il 5-2 sul Vezzano e il 5-0 di sabato scorso contro il Maranello non derivano affatto dal caso...

"Certo che no. Come è facile notare, la squadra ha iniziato ad applicare con costanza ed efficacia le indicazioni di mister Cavalletti: possiamo contare su un tecnico caratterizzato da idee davvero convincenti, idee che l'organico stanno assimilando e concretizzando sempre meglio di partita in partita. Gli allenamenti procedono senza intoppi, e l'atteggiamento della squadra è quello giusto: non solo durante gli impegni ufficiali, ma anche durante il percorso di preparazione che viene effettuato prima di ogni singolo incontro. Chi segue la nostra Juniores, si sarà certamente accorto del tipo di gioco che la caratterizza: i ragazzi sono sempre attivissimi dal punto di vista della costruzione della manovra, imbastendo continuamente geometrie e collaborazioni anche quando il risultato è ormai acquisito. Inoltre la condizione fisica è nel complesso buona, e ciò rappresenta un ulteriore aspetto a nostro indubbio favore. Tutti stanno dando un contributo di primo piano: non solo i 2000 e i 2001, ma pure i vivaci 2002".

 

Dunque, possiamo inserire questa Folgore tra le fuoriserie del girone C?

"La risposta è la stessa che ho dato prima: certo che no. Innanzitutto siamo ancora in una fase iniziale e interlocutoria del torneo: di conseguenza, ogni ragionamento impostato sul medio-lungo termine apparirebbe tanto prematuro quanto affrettato. Poi, i buoni risultati delle ultime settimane non significano affatto che la squadra abbia raggiunto la perfezione: i particolari da affinare e migliorare restano ancora parecchi, soprattutto in fase di attacco. Dopo due vittorie così roboanti, mi rendo conto che il fatto di porre l'accento sulle sviste offensive potrebbe apparire quantomeno singolare: d'altro canto, ritengo ugualmente che la squadra abbia le carte in regola per aumentare ancora di più la precisione in zona gol".

 

Dopodomani, sabato 19 ottobre, la sesta giornata prevede la trasferta di Vignola: in campo al "Caduti di Superga", dalle ore 15.30. Come si presenterà la Folgore?

"Per il momento l'unico indisponibile è Mattia D'Ambrosio, ancora infortunato: oltre a lui non si preannunciano altre defezioni, e dunque Cavalletti potrà contare su tutto il resto dell'organico. Servirà davvero una prova maiuscola, per avere ragione di un'avversaria in piena forma: i padroni di casa provengono infatti da una striscia di 4 risultati utili consecutivi, e sabato scorso hanno addirittura saputo imporsi sul sintetico del Castellarano".

 

Tu hai collaborato con la Vignolese per tre anni, e dunque sei un ex di turno: logico pensare che per te si tratti di una sfida contraddistinta da un significato davvero particolare...

"Nelle file modenesi ricoprivo l'incarico di direttore sportivo della Prima squadra, ruolo mantenuto fino alla primavera 2017. Durante la mia esperienza rossoverde, ho avuto modo di apprezzare il consistente e accurato lavoro che la Vignolese sa svolgere anche a livello giovanile: di conseguenza, fare bella figura al "Caduti di Superga" rappresenta sempre un traguardo di prestigio per qualsiasi squadra. Sono certo che sabato sapremo presentarci con l'umiltà e la concentrazione che servono: l'atteggiamento propositivo che sta contraddistinguendo questa Folgore Juniores sarà basilare per costruire una strada credibile verso la vittoria".

 

Il confronto tra Vignolese e Folgore Rubiera San Fao sarà arbitrato dalla sig.ra Chiara Russo di Modena.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'