In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket

Happy basket Rimini vs Capra RA 65-39

La Renauto offre una prova di forza

10/02/2019


Happy basket Rimini vs  Capra RA 65-39

 

 

HAPPY BASKET-Capra RA 65-39 (17-8; 17-10; 21-5; 10-16), giocata sabato 9/2.  

HAPPY BASKET: Novelli 7, Nanni 2, La Forgia 4, Palmisano 12, Palmisani 7, Pignieri 7, Renzi 6, Farinello 5, Borsetti 6, Lazzarini A. 9. All. Rossi

Capra RA: Maioli, Lugaresi, Montanari, Morigi 14, Gentile 9, Rani 6, Brignani, Stevanovic, Rossi 10, Pirazzini, Domini, Amaini. All. Laghi

 

In una Carim gremita la RenAuto torna in campo a due giorni dal "ratto" di Forlì, per allungare a tredici la striscia vincente. 

Novelli, La Forgia, Farinello, Palmisani e Renzi compongono il quintetto di partenza scelto da coach Pier Filippo Rossi.

Farinello da tre segna i primi punti della gara e di lì a poco Renzi firma il 5-0.

A metà primo quarto Palmisano con una sospensione dal gomito realizza il canestro il 10-1. La difesa dell'Happy è asfissiante e Ravenna non riesce a trovare la via del canestro.

Il Capra Team, allora, si mette a zona e questo complica un po' la vita all'attacco rosanero: le ospiti si riavvicinano, 12-7.

Una gran tripla di Lazzarini dall'angolo rimette tra le due squadre tre possessi di distanza, 17-8, al primo mini-intervallo.

Due triple consecutive, di Palmisani e Palmisano, aprono il secondo quarto per il nuovo massimo vantaggio, 23-8.

La RenAuto in attacco è scatenata: la palla gira benissimo e, quando questo non succede, arriva il taglio giusto per un canestro in penetrazione.

Ancora Lazzarini dalla lunga brucia la retina, 28-12 a poco meno di 5' dall'intervallo.

Con 2'45" da giocare Novelli ruba palla con una grandissima difesa, si lancia in contropiede e subisce un clamoroso antisportivo che la stessa playmaker dalla lunetta e Borsetti, sull'attacco successivo, capitalizzano al meglio, 32-16.

All'intervallo la RenAuto ha 16 punti di vantaggio, 34-18.

La ripresa comincia come si era chiuso il primo tempo: l'Happy gioca una pallacanestro fluida ed efficace, che produce un immediato parziale di 5-1 per il 40-20.

La qualità del gioco rosanero entusiasma i tifosi, che si godono l'intensità difensiva e le ripartenze che ne scaturiscono: a metà quarto un contropiede ben orchestrato da Palmisano, Farinello e La Forgia consente a quest'ultima di realizzare iil canestro del 44-21.

Ravenna sbaglia tantissimo, questo è vero, ma non riesce a prendersi un solo tiro pulito, perché le rosanero tengono sempre l'uno contro uno e sporcano le traiettorie di passaggio.

Quattro punti di Pignieri a 1' dall'ultima pausa valgono il 55-23 con cui si chiude la frazione.

La RenAuto non ne vuole sapere di smettere di giocare e continua a segnare: la terza tripla di Lazzarini e un'altra ricezione profonda di Renzi valgono il 62-27.

Il finale di gara non ha molto da dire, l'Happy vince 65-39 e riceve il meritatissimo e prolungato applauso del pubblico.

«Se vinciamo partite come quella di giovedì a Forlì significa che siamo in fiducia - spiega coach Rossi -, che abbiamo preso consapevolezza. E' una bella soddisfazione allenare un gruppo ad ottenere certi risultati. Ravenna ci ha lasciato giocare ed in questo momento siamo un gradino sopra: nella difesa a uomo a metà campo siamo molto solide e in attacco stiamo lavorando per avere più fluidità. Sono contento perché il gruppo mi sta dando la massima disponibilità. Dobbiamo lavorare bene nelle prossime due settimane per provare a chiudere il campionato».

La RenAuto tornerà in campo a Forlì domenica 17 febbraio, alle ore 18.00, per il match con la Libertas Rosa.

 

U16: LA RENAUTO NON MOLLA MAI

 

HAPPY BASKET-Boiardo Scandiano 50-54 (18-13; 15-12; 8-18; 9-11), giocata sabato 9/2.

Tabellino: Poggi 4, Martinini 5, Comini, Tiraferri 15, Ricci, Mescolini 8, Gambetti 6, Guiducci 1, Vergine, Battistel, Semprini, Del Fabbro 11. All. Rossi

Alla Carim si festeggia l'"Oh, Happy Day", giornata tutta rosanero con RenAuto U16 e Serie C in campo una dopo l'altra: le U16 sono le prime a scendere in campo per affrontare il Boiardo Scandiano, squadra tosta e fisicamente superiore, in un match spareggio tra compagini a pari punti. 

Le rosanero partono benissimo in difesa, ma in attacco faticano  contro la supremazia fisica delle ospiti e così, fino a metà quarto, il match rimane in equilibrio e a punteggio bassissimo.

Poco alla volta, però, la RenAuto, partendo da un'eccellente pressione difensiva, trova i canestri che le permettono di infilare un parziale di 8-0 e di passare da 4-5 a 12-5 a 2' dal primo intervallino.

Il quarto si chiude sul 18-13.

Nella seconda frazione il copione rimane praticamente invariato: la grande pressione dell'Happy contro i centimetri di Scandiano, che spesso fatica a superare la metà campo, ma che poi si tiene in partita con secondi e terzi tiri da rimbalzo d'attacco.

Il Boiardo però sbaglia troppo e così la RenAuto trova il massimo vantaggio, +12 sul 28-16, grazie a 5 punti consecutivi di Del Fabbro a 3' dalla pausa lunga.

All'intervallo l'Happy è avanti 33-24.

La partita cambia radicalmente nella terza frazione: Scandiano trova in pochi minuti tre triple, che ribaltano il risultato, e costringono, dall'altra parte, la RenAuto ad attaccare la schierata. Le rosanero faticano contra la zona 2-3 delle avversarie e non trovano la via del canestro, 36-38 con 4' da giocare nel terzo quarto.

A 2' dall'ultima frazione, però, la pressione difensiva rimette in moto la "rumba" rosanero: ne esce un parziale di 5-0 che riporta avanti l'Happy, 41-38.

Nell'ultimo minuto la zona ospite crea ancora difficoltà e Scandiano torna avanti, 43-41, all'ultima pausa.

Nel quarto quarto c'è aria di battaglia, lo scontro si fa molto fisico e questo non può che agevolare le ospiti, che restano avanti, pur faticando, grazie al prolungato uso della zona che lascia pochissimo spazio all'attacco rosanero.

A 5' dalla sirena il tabellone dice 45-50.

Le ragazze della RenAuto lottano con tutte le forze, ma le energie cominciano a venire meno e Scandiano può così allungare con qualche libero, 48-54.

Finisce 50-54, ma l'Happy esce comunque a testa altissima.

«Sono veramente soddisfatto di questo gruppo - spiega coach Rossi - perché le ragazze sono al primo anno di U16, giocano contro squadre più grandi di età, ma non mollano mai. Nelle ultime partite le nostre avversarie sono dovute ricorrere alla zona, perché diversamente avrebbero perso: questa è una grande soddisfazione e testimonia quello di buona che la squadra sta facendo in campo. Le ragazze stanno dando il massimo in palestra e in cinque mesi hanno fatto grandi progressi e, soprattutto, non si arrendono finché non suona la sirena».

La RenAuto U16 tornerà in campo alle scuole Bertola mercoledì 20 febbraio, alle ore 18.50, per il match con la Pol.Masi.

 

 

 

Massimiliano Manduchi

Ufficio Stampa

Happy Basket Rimini



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'