In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Il destino del San Marino Calcio in mano dei Capitani Reggenti

21/05/2019


Il destino del San Marino Calcio in mano dei Capitani Reggenti

 

 

Questa mattina alle ore 10.00 il Presidente Mancini e il Dg Giannini, si sono recati in udienza privata da S.E. Nicola Selva e S.E. Michele Muratori, i quali ringraziamo pubblicamente per la solerte e puntuale accoglienza, per esporre i dubbi sul futuro della società.

 

Archiviata la complessa stagione sportiva, con l’ottenimento della salvezza, non ci si può crogiolare in attesa che qualcosa di buono possa accadere. Le difficoltà affrontate quest’anno sono state un grande punto di riflessione per la storica società del Titano. Nell’anniversario dei 60 anni di storia, gli ultimi sei sotto la presidenza del dott. Mancini, ha trovato il più brutto epilogo: aver vissuto l’intera stagione fuori dai confini è stata la peggior sconfitta che si potesse collezionare. La perdita totale di identità ha provocato disagio anche in termini sportivi oltre che logistici, economici e morali. Dover programmare una nuova stagione senza una certezza, senza una casa stabile in Repubblica, non è più pensabile.

 

Esponendo tutte le problematiche agli Eccellentissimi Capitani Reggenti, abbiamo virtualmente consegnato le chiavi del San Marino Calcio nelle loro mani. L’ultimo gesto per amor di appartenenza che il Presidente Mancini potesse fare, per salvaguardare le sorti del club di via Rancaglia.

 

I prossimi 15 giorni saranno determinanti per le sorti del San Marino Calcio, dopo i quali, si porrà definitivamente la parola fine ad una società blasonata e storica che ha sempre portato con dignità e onore i colori ed i valori della Repubblica in giro per l’Italia. Sarà game over?

 

Ai posteri l’ardua sentenza.

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'