In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Nuoto

Il Presidente del Centro Nuoto Copparo fa il punto sulla squadra agonistica di nuoto

In un anno e mezzo abbiamo fatto passi da gigante

24/01/2020


Il Presidente del Centro Nuoto Copparo fa il punto sulla squadra agonistica di nuoto

La-squadra-del-Centro-Nuoto-Copparo-che-ha-gareggiato-ad-Innsbruck


 

Seguici su Facebook: WATERSPORTS EMILIAROMAGNA

 

Manca poco al termine della prima parte della stagione invernale che, per il nuoto, culminerà con i Campionati Regionali di Categoria in vasca corta (7-9-14 e 15 Marzo) e con il Gran Premio Esordienti  (28-29 Marzo), ma già in Febbraio gli atleti del CNC saranno in vasca per cercare il pass per le finali di queste importanti manifestazioni regionali. 

Da un po’ seguiamo gli atleti copparesi che ci sembrano in costante crescita, e per questo siamo andati in Via dello Sport 45, il quartier generale del Centro Nuoto Copparo, per saperne qualcosa di più dal Presidente Sergio Vancini.

Entrando in questo moderno centro sportivo che conta 6 piscine, 2 palestre, campi da tennis coperti e scoperti, campi da calcetto e campi da beach, l’odore prevalente è sicuramente quello del cloro e mentre guardiamo gli atleti della 1^ squadra  che si stanno allenando sotto la guida di coach Gualandi, ci accoglie il Presidente Vancini a cui facciamo la prima domanda:

 

Come va il nuoto Presidente?

Il nuoto, come lei ben saprà, è attività unica e di assoluto valore, perché racchiude in se opportunità formative, educative, sanitarie, di sicurezza ed ovviamente sportive come nessun altra e in varie forme può essere praticata da 0 a 90 anni, questa è una filosofia che ci sforziamo di promuovere da sempre e che è diventata la nostra “mission”, per cui il nuoto va bene e fa bene.

 

Ovviamente intendavamo la squadra di nuoto e comunque grazie di aver inquadrato lo sport

Beh! - intercale Vancini- dopo l’epoca d’oro culminata con Di Tora e quella del gruppo della Campionessa italiana Giada Martinelli, sono seguiti alcuni anni di difficoltà che ci hanno visto ridurre progressivamente i nostri numeri ed i nostri risultati, e questo ha fatto scattare in me un campanello d’allarme, il Centro Nuoto Copparo nato e cresciuto attorno allo sport del nuoto non poteva implodere proprio nell’attività che ha fatto la sua storia, così ho cercato di dare una svolta e pare che abbiamo imboccato la giusta strada.

 

Presidente, cosa è successo nello specifico?

Alla fine della stagione sportiva 2017-2018 per svariati motivi, compresa una ridotta attenzione della società all’attività agonistica, in quanto impegnata in una difficilissima battaglia per far fronte al grande investimento fatto per realizzare l’ampliamento ed il rinnovo di questo centro sportivo, ci siamo accorti di non avere più un vivaio e che il gruppo dei nuotatori si era ridotto notevolmente, bisognava correre ai ripari!

 

Quindi cosa avete fatto? 

La prima cosa da fare era ricostruire e per ricostruire occorreva affidare la gestione della squadra ad un team coeso e motivato, ho così contattato un amico, Athos Gualandi, che posso, senza timore di essere smentito, definire un tecnico di comprovata esperienza e sicuramente l’allenatore più vincente della storia del nuoto ferrarese, chiedendogli la disponibilità a prendere in mano la guida della squadra per ricostruire un percorso, ha accettato con entusiasmo e da lì abbiamo ricominciato.

Athos mi ha chiesto di essere affiancato da tecnici capaci e motivati che condividessero il percorso, abbiamo così individuato Martina Bonora, Letizia Bandiera e da quest’anno anche Carmen Zagatti, tre ragazze speciali, preparate e motivate ed ex atlete della nostra squadra, per condurre  la crescita degli esordienti e del vivaio e Yuri Scaramenlli un ottimo preparatore atletico, per gestire la parte di preparazione fisica della 1^ squadra  e di coordinare la formazione a secco dei più piccoli, queste scelte e questo team hanno fatto la differenza.

Ed ora Presidente come va?

La squadra è cresciuta velocemente, forse più di quanto io stesso mi aspettassi, sia tecnicamente che numericamente.

Da un gruppetto, quello che era rimasto alla fine dell’anno sportivo 2017-2018, di 29 ragazzi fra 1^squadra, preagonistica e primavera, oggi abbiamo una 1^ squadra di 12 atleti, un gruppo di preagonistica di 24 promettenti esordienti e tre gruppi  primavera, il nostro vivaio, a cui partecipano 29 giovanissimi che confidiamo di far crescere e di portare all’attività agonistica, per un totale di 65 nuotatori. 

La rimodulazione degli allenamenti sia nella qualità che nella quantità, voluta da Athos, che è costata anche qualche sacrificio da parte nostra, sta dando già ottimi risultati sportivi e di questo si legge spesso sulla stampa, ma una cosa che mi entusiasma e che mi conferma le scelte fatte, è la coesione che si sta creando in tutti i gruppi e fra tutti i gruppi, che se si consoliderà sarà garanzia di risultato.

 

Per il futuro cosa vede Sergio Vancini per la sua squadra?

Avanti così posso solo vedere cose buone, a livello numerico patiremo ancora qualche anno con la 1^ squadra che, a causa di qualche anno di assenza nel reclutamento, non crescerà di molto, anzi potrebbe avere qualche flessione, ma sono certo che sopperirà ai numeri con i risultati tecnici che già si vedono in modo decisivo, mentre il gruppo degli esordienti, che sarà il nostro futuro, può solo consolidarsi e crescere sia qualitativamente che quantitativamente. Sono certo che i nostri tecnici saranno in grado, così come hanno fatto in quest’ultimo anno e mezzo, di mantenere vivo e numeroso il vivaio dei gruppi primavera e dare nuovamente la giusta continuità alla storia della nostra società.

A breve conteremo le finali  ai Campionati regionali di categoria in vasca corta ed al Gran Premio Esordienti e già da lì potremo valutare gli ulteriori progressi fatti. 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'