In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Futsal | Dilettanti | Serie C1

Imolese vs Ponte Rodoni 1-2

L'Imolese cade ai tiri liberi

01/02/2016


Imolese vs Ponte Rodoni 1-2

 

Imola, 30 gennaio 2016 - Termina, dopo quattordici giornate, la lunga serie positiva dell'Imolese. E' il Ponte Rodoni, eterna bestia nera, di nome e di fatto, dei rossoblu, ad arrestarne la 'fughina' in classifica. Una sconfitta mal digerita dagli imolesi: partita equilibrata, decisivi i tiri liberi. Il Ponte Rodoni, in agguato per tutti e sessanta i minuti, è abile nel cogliere l'attimo, mentre lo spirito belligerante dell'Imolese viene meno nel momento clou. Da subito, la sorte non arride ai rossoblu: tre titolari assenti, una panchina di giovanissimi volonterosi ma non abbastanza esperti per un avversario cinico come il Ponte Rodoni. Se quest'ultimo si mantiene costante in attacco, contenuto dalla difesa e dal pressing alto dei locali, l'Imolese si fa pungente solo al 12' e al 26', concentrando in due sequenze di manovre uno slancio offensivo che ha come protagonisti Scozzatti, Maccaferri e Tasca. Il picco adrenalinico del finale, con le famigerate ripartenze del Ponte Rodoni (prima costretto ad azioni più lente e costruite) e gli assalti dei locali, anticipa il clima della ripresa, ove il ritmo, già alto nella prima frazione, si fa esasperato. I rossoblu inaugurano il tempo con una serie di tiri di Maccaferri e Valvieri che trovano Casari pronto a ribattere. Il Ponte Rodoni non si fa attendere, ma stavolta è Rensi a rimandare i colpi al mittente. La gara si fa a tutto campo: cambi continui di direzione di gioco, portieri costretti a straordinari che ne rivelano la bravura. L'Imolese, piuttosto 'sporca' nella prima frazione, fluidifica le manovre, mentre il Ponte Rodoni, schierato sull'intera propria metà campo, mantiene alto il livello di pericolosità offensiva. Il primo affondo è degli ospiti: al 12', da posizione centrale, Benatti sorprende il portiere rossoblu. L'Imolese non si scompone e persevera con ostinazione ad opporsi ad un destino già scritto. Inevitabile lo scontro fisico: da un lato un Ponte Rodoni avido di punti, dall'altro una squadra incattivita ma indebolita, fisicamente e mentalmente, dalle pesanti assenze e da titolari a loro volta fiaccati da problemi fisici. Tra 21 e 26' entrambe le squadre toccano quota cinque falli, affidando ai tiri liberi la sentenza capitale. E' Benatti ad incaricarsi del primo, al 21': rete del 2 a 0 e doppietta personale. Al 26' tocca a Valvieri: parato. Eppure l'Imolese insiste: al 30' è Scozzatti a tirare il libero e a mettere, rabbiosamente, sotto la traversa. Game over: il Ponte Rodoni è il primo, in campionato, a piegare i rossoblu, vincendo per costanza e concretezza in fase conclusiva. L'Imolese, furiosa, perde la propria imbattibilità e, insieme, la falsa presunzione di invincibilità. I rossoblu dovranno curarsi le ferite e recuperare non solo gli assenti, ma quella fame di vittoria a torto saziata da fugaci successi: all'orizzonte, il derby della vetta, contro i cugini della Young Line.

IMOLESE CALCIO 1919 – FUTSAL PONTE RODONI :  1 – 2
IMOLESE: Valvieri, Marcattili, Tasca, Gelimeri, Scozzatti, Maccaferri, Rensi, Malafronte, Ferrara, Bandini, Paolini, Paciaroni. All. Carobbi.
PONTE RODONI: Balboni, Beltrami E., Benatti, Casari, Culi, Diolaiti, Finotti, Loberti, Maestri, Orlando, Santini, Jaza. All. Beltrami Cristiano.
ARBITRI: MOSCONI di Cesena e MAZZANTI di Bologna.
RETI: S.t. 12' e 21' Benatti, 30' Scozzatti.
AMMONITI: Benatti, Tasca, Balboni, Beltrami E., Bandini, Loberti, Gelimeri.
ESPULSI: -

Prossimo turno – CAMPIONATO (06/02 a Mordano, ore 14.30): YOUNG LINE CALCIO A 5 – IMOLESE CALCIO 1919

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'