Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio

Intervista al DG dell'Arcetana Roberto-Bergianti

26/02/2021

Intervista al DG dell'Arcetana Roberto-Bergianti

Roberto-Bergianti,DG Arcetana

 

Arceto, 25 febbraio 2021 - Pur essendo fermo da mesi, il campionato di Eccellenza sta continuando a far parlare di sè: il dibattito è sempre più aperto, tra chi vorrebbe ripartire a breve e chi invece suggerisce di cancellare la stagione per ricominciare da zero a settembre con una nuova annata agonistica. Adesso la Figc ha assegnato all'Eccellenza i galloni di "categoria di interesse nazionale", decisione recepita pure dal Coni: stando alle norme in vigore, si tratta della base necessaria per poter ipotizzare una ripresa del campionato 2020/21. 

 

"Il nostro punto di vista in merito non è affatto cambiato - spiega Roberto Bergianti, direttore generale dell'Arcetana - Peraltro ne abbiamo parlato pure ieri, durante un'apposita riunione che noi dirigenti abbiamo effettuato con lo staff tecnico: osservando l'andamento generale dei contagi, riteniamo che ricominciare nelle prossime settimane con le gare ufficiali sia una scelta sbagliata. Come è noto, qui ad Arceto c'è assoluta compattezza su questo punto: non a caso, fin qui i nostri giocatori si sono sempre dissociati da qualsiasi appello o iniziativa finalizzati a richiedere una ripresa del torneo in tempi rapidi. Purtroppo, l'attuale impossibilità di giocare sta nella realtà dei fatti: a settembre e ottobre abbiamo già provato a scendere in campo nonostante la pandemia, e tutti sappiamo com'è andata. Al momento, la situazione non si presenta molto diversa rispetto a quel periodo: di conseguenza riprendere adesso risulterebbe rischioso anche solo sul piano sportivo, perchè la prospettiva di fermarsi nuovamente sarebbe sempre dietro l'angolo".

 

Tuttavia, Bergianti apre alla possibilità di un'Eccellenza 2020/2021 che possa concludersi soltanto con le realtà che intendano giocare. "I nuovi vertici della Figc regionale, presieduti da Simone Alberici, hanno raccolto gli umori della categoria interpellando le società una ad una - ricorda il dg biancoverde - Noi ci siamo detti contrari a una ripartenza del campionato, ponendoci così in sintonia con la stragrande maggioranza dei club nel panorama regionale. Al tempo stesso alcuni sodalizi hanno comunque chiesto di riprendere la stagione, garantendo di poter rispettare un protocollo sanitario analogo a quello della serie D: di conseguenza si potrebbe elaborare un format ristretto appositamente dedicato a loro, con il solo obiettivo di assegnare sul campo le promozioni in D. Può essere una soluzione percorribile, sempre però che vengano tutelati tutti gli altri club: nessuna retrocessione, e nessun punto di penalizzazione nella prossima annata". 

In ogni caso, l'Arcetana ha da tempo le idee chiare su come muoversi: "Per quanto riguarda il 2020/21, ci attrezzeremo a tornare in campo solo se ne verremo obbligati - rimarca il direttore generale - Ad ogni modo, considerando la perdurante eccezionalità della situazione, è davvero lecito augurarsi che non vi siano costrizioni provenienti dalla Figc nazionale o dal Comitato regionale emiliano-romagnolo. Se ci verrà data facoltà di scegliere senza condizioni, come auspichiamo, noi non riprenderemo il cammino in campionato: peraltro l'ascesa in serie D è estranea ai nostri obiettivi stagionali, e ciò costituisce un ulteriore buon motivo per rimandare il tutto alla prossima stagione".

 

E proprio a proposito del 2021/22, l'Arcetana programmerà il futuro seguendo una serie di solide linee-guida: "Noi ci ripresenteremo sul palcoscenico dell'Eccellenza con ulteriore slancio - assicura Roberto Bergianti - Durante l'estate ci muoveremo con la chiara intenzione di rinforzare la squadra, in modo da proseguire la nostra opera di assestamento in Eccellenza. Fin qui, infatti, non abbiamo preso totale confidenza con la categoria: lo scorso campionato si è infatti interrotto a poco più di metà strada, mentre quest'anno siamo riusciti a disputare soltanto una partita. Ora come ora, quindi, l'obiettivo primario dell'Arcetana sta senza dubbio nel consolidare in modo concreto ed efficace il proprio orizzonte all'interno dell'Eccellenza".

 

Nella foto Roberto Bergianti, direttore generale dell'Arcetana 

Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'