In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

La Valsanterno 2009 completa il trittico settimanale

16/02/2019


La Valsanterno 2009 completa il trittico settimanale

 

Archiviate le vittorie su Portuense e Casumaro, i valligiani tornano in campo con lo scontro interno contro il Porretta. Ferrini: “Partita difficile, i buoni risultati devono fungere da sprone”

 

Una settimana che ha mutato le prospettive in casa Valsanterno: due vittorie consecutive, mai registrate in stagione, fanno sorridere Poggi e compagni. Fuori dalla zona play-out, adesso i valligiani possono guardare con maggior entusiasmo alle undici partite mancanti, pur con un doveroso occhio di riguardo alle spalle. Se due partite hanno rinvigorito il gruppo, un risultato negativo farebbe ripiombare la squadra in posizioni meno nobili rispetto all’ottava piazza attualmente raggiunta.

 

Chiudere in bellezza una settimana magica sarebbe la ciliegina sulla torta per la squadra della Vallata. L’ultima delle tre gare in programma in appena sette giorni vedrà il Porretta impegnato al Comunale di Borgo Tossignano (calcio d’inizio alle 14.30; direzione di gara affidata al signor Astorino di Bologna). La neopromossa compagine di mister Cristian Cati è una delle più piacevoli sorprese in stagione, forte dei 34 punti raggiunti che la relegano a ridosso della zona play-off. Un forte organico che, tuttavia, pagherà il dazio delle squalifiche irrogate a Ferriero e Greco, elementi titolari dello scacchiere tattico della compagine termale. Non da meno, in casa Valsanterno, l’assenza di Franchini, espulso nell’ultima gara contro il Casumaro e costretto a guardare i compagni dalla tribuna nel prossimo impegno.

 

Ci sarà, invece, Matteo Ferrini, sempre più elemento cardine della linea mediana. Partito in sordina dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori quasi una stagione, il centrocampista scuola Castel San Pietro sta recuperando la condizione dei giorni migliori, emergendo per quantità e acume tattico. “Mi sento meglio”, dichiara il giocatore classe ‘91, “anche se a mio parere manca ancora qualcosina per essere al top. Tornare a giocare con continuità è una liberazione, mi sento in dovere di ripagare la fiducia elevando i miei standard”. Doverosi i timori espressi dal numero 4 valligiano in vista del match di domenica. “Li abbiamo già affrontati due volte in stagione, cadendo nella loro trappola fatta di un gioco difensivo e ripartenze, nelle quali sfruttano le abilità di Galati, a mio parere il giocatore più forte del campionato insieme a Gherlinzoni del Masi Torello. Al di là delle difficoltà provenienti da chi affronteremo, sono necessari miglioramenti anche da parte nostra nella gestione della gara, specie quando passiamo in vantaggio e tendiamo a schiacciarci troppo sulla difensiva; sono situazioni nelle quali non dobbiamo farci sopraffare dalla paura ma essere propositivi. I buoni risultati raggiunti nelle ultime due gare devono spronarci a fare ancora meglio, spero diano fiducia a tutto il gruppo e servano ad ispirarci per migliorare ancora di più il nostro gioco”.

 

Yuri Barbieri – Claudio Leone

Ufficio Comunicazione Valsanterno 2009

 




Valsanterno 2009 - Porretta 0-0

17/02/2019


Valsanterno 2009 - Porretta 0-0

 

Le velleità offensive valligiane si scontrano contro la solida difesa ospite, che non concede spazio all’attacco di casa.

 

 

Valsanterno 2009: Sartiani, Alpi, Visani, Sciuto (88’ Ferrini), Mongardi, Poggi (88’ Trabelsi), L.Gatti (82’ F.Dardi), Vallante, Tumolo, Giangregorio (63’ A.Dardi), D’Onofrio (74’ Gentilini). A disp. Tonini, Morsiani, Mangiaferri, Ferrini, Lemleh, Trabelsi. All. Gian Carlo Felice

 

Porretta: Ricci, Simonazzi, Marchi, Ravaglia (84’ Dozzi), Bufo, Gabrielli, G.Galati, Gaggioli (88’ Mazzoni), N.Masinara, N.Galati (90’ Bicocchi), Filoni (63’ Froio). A disp. F.Masinara, Vitali, Cavallo, Bovini, Emmaji. All. Cristian Cati (squalificato)

 

Arbitro: Sig. Astorino (Bologna)

Note: Ammoniti Bufo, Filoni, Tumolo.

 

Poche occasioni, nessuna rete. È questo il riassunto ai minimi termini della gara tra Valsanterno e Porretta, che chiudono la gara a reti inviolate. Pesa, nel costrutto di gioco locale, l’assenza dello squalificato Franchini, regge bene invece il pacchetto arretrato arancioviola nonostante le defezioni di Ferrerio e Greco.

 

Incipit di gara nel quale il predominio del gioco valligiano si scontra, come da previsioni, con un Porretta quadrato sulla difensiva. È tramite le fasce che la Valsanterno può creare densità offensiva: doppia occasione al minuto 8 con il cross di Alpi sul quale Giangregorio incorna centralmente, poi Tumolo sfrutta il lancio lungo di Sciuto ma incrocia eccessivamente il diagonale da destra. Sono i termali, però, ad avere le principali occasioni della frazione: all’undicesimo Filoni mette i brividi al pubblico di casa, nonostante la temperatura primaverile, spizzando di testa il cross di Nicolò Masinara con il pallone lambisce il palo alla sinistra di Sartiani, mentre al 31’ è Nicola Galati, sulla fiondata di Gaggioli, a controllare e calciare alto, pochi centimetri sopra la traversa. Un attivissimo Luca Gatti si fa portavoce delle azioni offensive valligiane, con un traversone da sinistra allo scoccare del recupero che trova Tumolo a centro area, l’ariete di casa colpisce forte ma non preciso.

 

Un’occasione per parte nei primi venti minuti della ripresa: al 58’ è Tumolo a sfiorare la rete colpendo alto di testa sul cross di Alpi, sull’altro fronte al 66’ Sartiani vola sulla punizione di Nicola Galati. Finale arrembante di marca locale con il corner lungo di Sciuto che trova Tumolo sul secondo palo, l’incornata da posizione defilata centra la traversa; due minuti dopo sul lancio di Vallante è Gentilini ad avere il colpo del ko, ma sul rimbalzo del pallone il colpo va nettamente sopra la traversa. A 5’ dal termine l’occasione ghiotta passa per i piedi dei due Dardi: cross basso di Francesco, controllo in area di Andrea e tiro centrale tra le braccia di Ricci, inoperoso al 94’ sul tentativo di Trabelsi con la punta del piede respinto dalla difesa.

 

Yuri Barbieri – Claudio Leone   Ufficio Comunicazione Valsanterno 2009  

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'