Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Futsal

La Virtus Romagna torna in campo, al Flaminio arriva il Foligno.

Imbriani: «Sono una squadra tosta, ma vogliamo i tre punti»

12/12/2020

 

 

 

Dopo una settimana di stop forzato, la Virtus Romagna riapre le porte del Flaminio e ospita per l’ottava giornata di campionato il Foligno. Una partita che si preannuncia particolarmente combattuta fra due delle migliori squadre sin qui della stagione: la Virtus, prima in classifica insieme al Perugia a quota 13 punti, affronterà l’attuale seconda che ha un ritardo sul gruppetto di testa di soli tre punti. Il match, che si giocherà ovviamente a porte chiuse, vedrà il calcio d’inizio domani alle 14.

 

Seguici su Facebook: EMILIAROMAGNA WOMEN

 

La coach virtussina Alessandra Imbriani, oltre alla preparazione delle partite, in questo periodo è particolarmente attenta anche all’aspetto mentale delle sue giocatrici. Una componente che in questo periodo così pieno di interruzioni è cruciale: «Quando non si gioca è necessario mantenere la concentrazione e il livello di attenzione alto all’interno del gruppo squadra. Essendo stato fino ad ora un campionato molto discontinuo, questo è un aspetto fondamentale anche perché dal punto di vista atletico non è certamente idilliaca la situazione che si sta delineando con tutti questi turni di riposo. Di buono c’è certamente che con queste variazioni di calendario stiamo recuperando alcune giocatrici infortunate, visto che fin qui ci sono stati diversi intoppi di questo genere. Nel match di domani non avremo ancora a disposizione Norma Giuva, per un riacutizzarsi di un problema muscolare, e Francesca Mancarella, che mancherà dai campi ancora per un po’; ma fortunatamente recuperiamo Diletta Cremonesi dopo un mese di stop forzato».

Detto questo, il Foligno, che è una squadra coriacea capace di far punti su qualsiasi campo, come si affronta? «Il Foligno è una squadra tosta,» ha analizzato Imbriani, «molto determinata, grintosa e che gioca con grande entusiasmo. Hanno una buona preparazione tattica, sono messe bene in campo da un ottimo allenatore e gli innesti di quest’anno stanno aiutando la squadra ad esprimersi al meglio. È una partita molto importante, anche per la classifica, e noi vogliamo scendere in campo con la fame necessaria a conquistare i tre punti. Vogliamo continuare a lottare per raggiungere i nostri obiettivi: sarà una bella partita, combattuta, ma noi siamo pronte a dar battaglia».

Infine, la coach Imbriani si sofferma anche sul nuovo protocollo varato dalla Divisione, che mette giustamente al primo posto la salute delle atlete e di chi gravita intorno al gruppo squadra, ma che per far fronte a questa emergenza così grande non può essere l’unico strumento impiegato. «Sono contenta di questo nuovo protocollo sanitario varato dalla Divisione, la sicurezza deve restare la cosa più importante ed è giusto che tutto rimanga il più possibile monitorato, ma c’è bisogno allo stesso tempo di sostegno economico nei confronti delle società che stanno affrontando tantissime spese, molte delle quali impreviste. Personalmente, mi sento di ringraziare profondamente la società Virtus Romagna perché ci stanno permettendo di giocare attraverso tanti sacrifici, non è un’annata come le altre e continuare a fare attività è un grande dono. La presidente Ricci e tutta la dirigenza stanno facendo degli sforzi enormi, sperando di trovare in futuro ma anche nel presente sempre più sponsor disposti a sostenere questa bella realtà in crescita».

 

Michelangelo Bachetti

Addetto stampa Femminile Virtus Romagna

 

Virtus Romagna - Atletico Foligno 5-2

Virtus, una grande vittoria sofferta.

14/12/2020

Virtus Romagna - Atletico Foligno 5-2

 

 

Importante vittoria al Flaminio della Virtus che supera il Foligno dopo un match estremamente combattuto, chiuso nel primo tempo sotto per 2-1 ma che ha poi visto risorgere le romagnole nella ripresa. La squadra di Imbriani nella prima fazione non c’è: ma tra l’imprecisione delle avversarie e un po’ di fortuna, si va al riposo con un risultato tutto sommato favorevole. Nella ripresa la Virtus entra meglio in campo, mentalmente e tatticamente, pareggiando dopo pochi minuti e poi dilagando nel finale per via anche del portiere di movimento avversario.

La Virtus parte meglio ma è un fuoco di paglia che dura un battito di ciglia. Il Foligno è maggiormente pronto, arriva sempre prima sulle seconde palle e vince tutti i contrasti non solo grazie alla loro maggiore fisicità: il Foligno è in partita, la Virtus no. Il gol, all’8’ del capitano delle umbre Narcisi con un bel tiro dal limite, è la normale conseguenza alla pressione delle ospiti. Al 15’ arriva anche il raddoppio del Foligno, questa volta con Filippucci. Ma oltre alle due reti, le ospiti collezionano numerosissime occasioni per affondare definitivamente la Virtus, che si aggrappa a Faccani e alla fortuna visti i due pali colpiti dalle avversarie. In chiusura di frazione le romagnole provano a rialzare la testa con il contropiede guidato da Berti, che pesca sul secondo palo Guidi che accorcia le distanze: l’evento che con il senno di poi cambia completamente l’incontro, spostando insperatamente l’inerzia a favore delle padrone di casa.

Ad inizio ripresa, Narcisi – sino a quel momento una delle migliori in campo – si infortuna in seguito ad un contrasto di gioco e per la Virtus si apre un’ulteriore breccia per affondare il colpo. La frenesia e l’imprecisione del primo tempo vengono messe da parte, dando il via alla rimonta. Al 4’ la Virtus impatta il match e la protagonista del gol non può essere altro che il capitano Martina Mencaccini. Imbriani, come nel timeout del primo tempo, continua a sgolarsi dalla panchina invitando le sue giocatrici a giocare palla a terra, ed è proprio così che arriva il momentaneo sorpasso ad opera di Falcioni, che si fa trovare pronta sul secondo palo ancora una volta su suggerimento di Berti.

Nel finale di partita Boranga sceglie di rischiare tutto schierando il portiere di movimento, una decisione estrema che favorisce la Virtus, cinica nel capitalizzare chiudendo sul 5-2. Entrambe le reti arrivano dopo la riconquista del pallone a centrocampo, prima con Falcioni e poi con Berti, brave a tirare con prontezza verso la porta avversaria sguarnita.

La Virtus Romagna, considerato anche il pareggio del Perugia fermato in casa dalla Sabina, si porta dunque con questa vittoria in solitaria al primo posto. Tre punti importantissimi, arrivati però dopo un match in cui c’è stato tantissimo da soffrire. Ce ne parla una delle protagoniste del match, Cinzia Insinna: «Abbiamo subito la loro aggressività, specialmente nel primo tempo dove siamo andate sotto di due gol, anche se siamo riuscite a chiudere la frazione accorciando il risultato. Nella ripresa, però, siamo scese in campo con la consapevolezza che potevamo ribaltare il risultato facendo girare la palla più velocemente e triangolando».

Certo, una vittoria tribolata, ma Cinzia e compagne sapevano bene il valore dell’avversario: «In settimana avevamo preparato la partita conoscendo il Foligno, una squadra ostica. Nel secondo tempo abbiamo fatto sul campo quello che avevamo provato durante gli allenamenti, rimanendo concentrate nonostante il risultato e aiutandoci l’un l’altra».

Insinna poi aggiunge: «Sono contenta della scelta che ho fatto ad inizio stagione approdando in questa squadra, mi trovo molto bene con le mie nuove compagne, con la coach e ringrazio la direttrice sportiva Sara Brunozzi per avermi portata in questa realtà».

 

VIRTUS ROMAGNA5

ATLETICO FOLIGNO2

 

VIRTUS: Faccani, Sabetti, Monaco, Mencaccini, Berti, Falcioni, Marzo, Cremonesi, Cabrera, Guidi, Insinna, Maraldi. All.: Imbriani.

FOLIGNO: Brugnoni, Santi, Pellegrino, Narcisi, Ferroni, Magnini, Aouaj, Corboli, Pace, Filippucci, Di Fiore, Maselli. All.: Boranga.

ARBITRI: Mazzoni di Ferrara, Mazzone di Imola. CRONO: Casadei di Cesena.

RETI: 8’ pt Narcisi, 15’ pt Filippucci, 19’ pt Guidi, 4’ st Mencaccini, 8’ st Falcioni, 19’ st Falcioni, 20’ st Berti.

 

Michelangelo Bachetti - Addetto stampa Femminile Virtus Romagna

 

Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'