In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Motori

Mondiale Supersport 300 Magny-Cours: Il team Terra e Moto chiude la stagione nel WorldSSP300

30/09/2019


Mondiale Supersport 300 Magny-Cours: Il team Terra e Moto chiude la stagione nel WorldSSP300

Sul circuito francese di Magny-Cours si è conclusa la stagione 2019 del team Terra e Moto nel Mondiale Supersport 300. La squadra faentina ha archiviato la sua terza annata nel campionato con un weekend caratterizzato da meteo variabile e un po' di sfortuna, cose che hanno impedito a Benjamín Molina e al debuttante Jarno Ioverno di portare a casa un buon risultato.

 

Il weekend si è aperto come di consueto con due sessioni di prove libere, dove i ben 58 piloti al via sono stati divisi in due gruppi. Escludendo i primi minuti delle FP1 del Gruppo A, la giornata del venerdì è stata caratterizzata dalla pioggia e questo ha reso più complicato lavoro per tutti i piloti, compresi Molina e Ioverno. Ciononostante il giovane cileno ha accumulato ulteriore esperienza in queste condizioni nel Gruppo A, mentre Ioverno si è messo in luce nel Gruppo B tanto da essere undicesimo su 30. 

 

Le prove libere sono proseguite sabato 28 settembre con un'ulteriore sessione e su pista asciutta, Molina si è comportato bene nel suo gruppo, facendo segnare un buon 19° tempo. La pioggia ha invece condizionato le FP3 del Gruppo B, che comprendeva anche Ioverno, e le due sessioni di Superpole si sono poi svolte su pista umida. Il giovane talento piemontese non si è fatto intimorire e alla fine ha ottenuto la quattordicesima posizione nel suo gruppo. Ha invece chiuso col 21° tempo nel Gruppo A Benjamín Molina, che ha migliorato ulteriormente il suo feeling con le condizioni di scarsa aderenza.

 

Dato che le Superpole dei due gruppi si sono svolte in condizioni leggermente diverse, sono stati ammessi alla gara della domenica i primi 15 piloti di ciascun gruppo e quindi anche Jarno Ioverno, che come scritto sopra si è piazzato al 14° posto nel Gruppo B. È invece dovuto andare alla Last Chance Race Benjamín Molina. Il giovane di Santiago de Chile si era trovato bene con la pista asciutta nelle FP3 e sperava di andare forte anche nella "finalina" introdotta quest'anno nel WorldSSP300. Una speranza che si è rivelata vana, perché Molina non è riuscito a ripetere la buona performance di Portimão e ha faticato a tenere il passo degli avversari davanti a lui. Questo lo ha relegato al 17° posto e, pertanto, alla fine anticipata del suo weekend.

 

Con Molina fermatosi alla Last Chance Race, domenica 29 settembre il team Terra e Moto ha preso parte all'ultima gara europea del Mondiale Supersport 300 2019 con Jarno Ioverno. Purtroppo, come spesso si è verificato in questa stagione, la sfortuna ci ha messo lo zampino: il giovane pilota di Chieri era scattato bene dalla ventiseiesima posizione ed era fiducioso nonostante una scivolata nel Warm Up mattutino. Purtroppo, alla curva Adelaide (celebre tornante del circuito di Magny Cours) il giovane è stato coinvolto nella caduta di un altro pilota. Successivamente Ioverno è ripartito con l'obiettivo di fare chilometri in sella alla sua Yamaha R3, ma alla fine è rientrato ai box a metà dei 12 giri previsti.

 

La stagione del team Terra e Moto nel Mondiale non è finita come si sperava, ma anche stavolta ci sono diversi aspetti positivi. Molina ha fatto progressi a ogni turno su pista bagnata (condizioni in cui non era abituato a girare prima di quest'anno), mentre Ioverno ha già fatto vedere buone cose all'esordio assoluto nel WorldSSP300. Il primo weekend in questo campionato non è mai semplice, visto il livello altissimo, ma Ioverno si è subito messo in in luce con buone performance sul bagnato e questa esperienza gli sarà sicuramente utilissima per il futuro.

 

Conclusa la stagione nel Mondiale, il team Terra e Moto si concentra ora sull'ultimo doppio round dell'ELF CIV Supersport 600. La compagine di Ilaria Cheli sarà impegnata dal 4 al 6 ottobre a Vallelunga pista su cui punterà a un buon risultato con Alessio Finello.

 

Benjamín Molina: "È stato un weekend strano, con meteo variabile. Nelle FP3 ho fatto un tempo molto buono su pista asciutta, ma non sono stato altrettanto competitivo in Superpole, su pista umida. La Last Chance Race si è svolta in condizioni di asciutto e poiché mi sentivo perfettamente a mio agio, credevo di poter far bene. Purtroppo in gara ho faticato a trovare il ritmo e non sono andato oltre il diciassettesimo posto. È un peccato, perché la moto era perfetta e mi sono trovato molto bene con la pista di Magny-Cours, che considero una delle mie preferite del calendario. In ogni caso, sono contento per aver fatto ulteriori chilometri in condizioni di scarsa aderenza, cosa molto utile al fine di diventare un pilota più completo. Ora che la stagione è finita, tornerò in Cile per allenarmi in vista del 2020. Prima, però, ci tengo a ringraziare il team per questa stagione e per l'ottimo lavoro svolto."

 

Jarno Ioverno: "È stato uno dei weekend più strani, belli e difficili della mia vita. Nonostante non avessi mai visto la pista, mi sono adattato abbastanza bene sia alla moto che al circuito. Sono partito da casa con l’idea di fare esperienza e godermi il weekend, senza pretese, ma sono passato subito alla gara della domenica e questo va già oltre le aspettative. La domenica è stata purtroppo più difficile, perché sono caduto sia nel Warm Up che in gara, in quest'ultima a causa di un contatto con un altro pilota. In ogni caso ho imparato molto e sono molto soddisfatto del risultato, nonché consapevole che le potenzialità per far bene ci sono."

 

Ilaria Cheli (Team manager Terra e Moto): "È stato un finale di stagione positivo, ma non troppo. Benjamín ha migliorato il suo feeling col bagnato, ma non è riuscito a fare bene nella Last Chance Race e quindi anche stavolta non è arrivato alla gara della domenica. Per quanto riguarda Jarno, ha dimostrato grande intelligenza e forza di volontà e ci piace molto come pilota e come persona. Ha fatto bene su pista bagnata ed è un peccato che in gara non sia andata altrettanto bene, dato che è stato centrato da un altro pilota al tornante Adelaide. Siamo comunque molto contenti per come si è comportato Jarno. Con la gara di Magny-Cours si è conclusa la nostra stagione nel Mondiale e il nostro bilancio è discreto, tanto per Benjamín quanto per Daniel Blin, suo compagno di squadra per quasi tutta la stagione. Speriamo di fare meglio nel 2020!"



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'