Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Ciclismo

Ottava tappa giro d’Italia 2022

Napoli - Napoli di 153 km

Pagina 1 di 1

15/05/2022

Ottava tappa giro d’Italia 2022

Foto La Presse

L’ottava tappa è stata una frazione molto insidiosa,che avrebbe potuto provocare sconvolgimenti in classifica.

Questa ottava tappa è arrivata dopo la tappa di Potenza e poi perchè il circuito da ripetersi quattro volte era un continuo saliscendi senza interruzioni.

Il circuito di cui si parla è quello di Procida,che il giro ha percorso per onorare l’elezione dell’isola campana a capitale della cultura italiana 2022.

Inoltre perchè sul Monte di Procida non si è potuto fare nè l’arrivo nè la partenza.

Si è partiti da Napoli con una tappa che intendeva dare lustro a Procida.

Si è andati prima verso Lago di Patria e dopo quattro giri del circuito si è tornati indietro passando da Pozzuoli e Margellina.

L’arrivo era posto in via Caracciolo in pieno centro.

Subito dopo il via si registravano numerosi tentativi di fuga, che però non riuscivano a portare via una fuga.

Dopo 80 Km di corsa ancora una volta era Mathieu Van Der Poel che scattava e questa volta riusciva  a portare via una fuga di 22 uomini:Van Der Poel;Mauro Smith;Biniam Girmay;

Samuele Righi;Pulsen;Tao Geoghegan Hart;Gaspare Gaburro.

I 22 fuggitivi andavano di comune accordo dandosi cambi regolari,così conservavano un vantaggio di 6’ sul gruppo.

Nel corso del quarto giro del circuito nel tratto più duro della salita del Monte di Procida Van Der Poel scattava staccando i compagni di fuga,ma veniva ripreso e superato e staccato da quattro contrattaccanti:Tomas Degande;Gaspare Gaburro; Jorge Arcas;Yanhouche,mentre dietro di loro Van Der Poel  con Girmay negli ultimi chilometri riuscivano a riportarsi a ridosso dei quattro di testa.

Agli ultimi 150 metri partiva la volata nella quale prevaleva Tomas Degande,secondo Davide Gaburro,terzo Jorge Arcas, quarto Vanhouche,quinto posto Girmay,sesto Van Der Poel,che si era disinteressato della volata finale.

E domani si va in Abruzzo col terribile Blockhaus da scalare due volte.

Marco Sandali

Commenti

PUBBLICITA'