Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Futsal

Playoff: l’OR Reggio Emilia supera il Fossolo 76

Al PalaBigi sono le doppiette di Ruggiero e Mazzariol a spianare la strada ai cittadini

08/05/2021

Playoff: l’OR Reggio Emilia supera il Fossolo 76

Giuseppe-Ruggiero

OR REGGIO EMILIA-FOSSOLO 76 5-3

Reti: pt 7’28” Ferrante (F), 10’21” Ruggiero (OR), 17’28” Ruggiero (OR), 18’20” Mazzariol (OR), 19’15” Ferrante (F), 19’55” Aieta (OR); st 9’05” Fernandes (F), 9’42” Mazzariol (OR).

OR REGGIO EMILIA: Vezzani, Ishitsuka, Edinho, Beatrice, Ben Saad A., Bonini, Ferrari, Ruggiero, Aieta, Aquilini, Mazzariol, Montanari. All. Grossi. 

FUTSAL FOSSOLO 76: Sapia, Petrella, Napoliello, Ferrante, Arduini, Giardino, Muto, Pittella, Anfossi, Fernandes, Bolocan, Vicchi. All. Corona. 

Arbitri: Soligo di Castelfranco Veneto e Sorci di Pesaro (Crono: Zorzi di Reggio Emilia). 

 

Il cammino dell’OR Reggio Emilia nei playoff di Serie B prosegue prosegue. Il 5-3 casalingo al Fossolo, infatti, spiana la strada alla finale del girone alla formazione cittadina, che ha faticato all’inizio contro gli ostici bolognesi per poi riuscire a legittimare il risultato, trascinata dalle doppiette di Ruggiero e Mazzariol. 

Grossi schiera in quintetto Vezzani, Aieta, Mazzariol, Ruggiero e capitan Edinho; dall’altra parte ci sono i tre ex Pittella, Muto e Arduini, insieme al portiere Sapia e a Giardino. Muto chiama Vezzani alla risposta su velenoso diagonale di sinistro, mentre dall’altra parte è Sapia a dire di no di piede ad Edinho. Il capitano perde poi palla nella propria metà campo, con Pittella che non ne approfitta, mentre Vezzani deve superarsi in due occasioni: nella prima Arduini lo grazia, calciando centralmente, nella seconda il numero 22 cittadino compie un miracolo deviando in tuffo un tocco da sottomisura di Muto, ispirato dal sempreverde Giardino. Il gol ospite è nell’aria e arriva con Ferrante, che si libera sulla sinistra e, da posizione defilata, insacca sotto la traversa. L’OR si scuote grazie ad una giocata in verticale di Aieta, che trova pronto il “killer”: Ruggiero non si fa pregare ed impatta. Poco prima dell’intervallo la contesa si infiamma è ancora Ruggiero, da due passi, a portare avanti i suoi, poi ci sono proteste bolognesi per un gol annullato, ma il fischio degli arbitri è arrivato ben prima della conclusione a rete: sulla punizione seguente Vezzani si immola e salva su Pittella. Emozioni finite? Neanche per idea: splendida invenzione di Ruggiero per Mazzariol, che aggancia magnificamente e fa 3-1. A 45” dall’intervallo arriva il 3-2: lo firma ancora Ferrante, intervenendo su cross dalla sinistra, che tiene a galla i suoi per pochi istanti, visto che a un secondo dalla sirena Aieta si avventa lesto su un corner e firma il poker. La ripresa si apre con la traversa di Arduini, poi a metà frazione è Fernandes a riaprire nuovamente i giochi. Ancora una volta l’OR reagisce immediatamente: Akram Ben Saad si accentra e colpisce il palo, sulla ribattuta il più lesto è il solito Mazzariol, che manda la sfera proprio all’angolino con un tap-in lento ma imprendibile. Ruggiero grazia Sapia sottoporta, mentre dall’altra parte l’ennesimo miracolo di Vezzani ferma Giardino; a 5’ dalla fine i bolognesi schierano il portiere di movimento, senza tuttavia sortire l’esito desiderato, e l’OR può chiudere a braccia alzate senza ulteriori sussulti.

 

Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'